BEAUTY NEWS: Il tennis ama il vintage. “Borg e McEnroe”, la sfida fuori dal set

Il 5 luglio 1980, per gli appassionati di tennis, non è una data qualsiasi; ma il giorno in cui si svolse uno dei piĂą grandi incontri sportivi di tutti i tempi: l’epica sfida a Wimbledon tra Bjorn Borg e John McEnroe conclusasi con la vittoria dello svedese. Quest’ultimo algido e razionale (o meglio così aveva imparato a mostrarsi in pubblico) l’altro irascibile e famoso per le sue sfuriate contro i giudici di gara. Grazie alla regia di Metz Pedersen, e alla straordinaria bravura – oltre che somiglianza ai due campioni – di Sverrir Gudnason nei panni di Borg (benchè a interpretare lo sportivo da piccolo sia stato proprio suo figlio Leo, promessa del tennis svedese) e Shia LaBeouf in quelli di John McEnroe, è possibile rivivere quei momenti e quelle emozioni. Gran parte della storia del film, in uscita oggi, 9 novembre, occorre dirlo, è rappresentata non dalla narrazione delle partite tra i due, e del loro antagonismo, quanto dal ritratto emotivo-psicologico dei due protagonisti. Svelando aneddoti della loro vita fuori dal campo, si mettono in luce fragilitĂ , paure e pressioni, mediatiche e non, a cui erano sottoposti.

Diverse personalità, storie e stili di gioco agli antipodi, ma la stessa irrefrenabile sete di vittoria. Una rivalità storica che interessava, come accade ancora oggi, anche i brand che vestivano i due campioni. Borg era legato a Fila, mentre McEnroe a Sergio Tacchini. Borg, aiutato dal suo fisico atletico e i lunghi capelli biondi, curava molto il suo aspetto, sul set come nella vita privata. Era una sorta di rock star venerato da orde di ragazze. La maglietta Fila attillata, i pantaloncini corti e la fascia in fronte. Ai piedi la scarpa Diadora B.Elite, che nel tempo è diventata una vera e propria icona, e ancora oggi è presente in collezione quasi invariata, e in mano la mitica racchetta Donnay. Per McEnroe, racchetta Dunlop Maxply e total look firmato Sergio Tacchini (la mitica tracktop Ghibli con zip frontale, indossata anche da Shia LeBeouf nel film, ancora oggi viene riproposta con successo dal brand) e ai piedi le Nike Classic.

Avete voglia di riassaporare anche voi quelle atmosfere? Visto che lo stile vintage, in strada, in passerella, e anche in campo, è sempre di grande tendenza, nella nostra gallery potete davvero sbizzarrirvi. Tante le riedizioni di articoli sportivi del passato da indossare con orgoglio sulla terra battuta e non solo. Dalle giĂ  citate B. Elite di Diadora e Ghibli jacket di Sergio Tacchini, alla CRT300 di New Balance (uscita negli anni ’80) alla Club C 85 di Reebok. E ancora cosa dire della Superga Sport Lend? Identico modello con cui, durante la sua carriera sportiva, giocò e vinse innumerevoli partite il famoso tennista Ivan Lendl. La Lotto Autograph si ispira alle calzature da tennis degli anni ’70 mentre la giacca da riscaldamento di Fred Perry è una perfetta replica del capo d’archivio anni ’50, dettagli originali annessi. Anche i capi di Lacoste ed Ellesse guardano al passato, con il lettering dei loghi, con i colori. Stili tipici e inconfondibili che oggi tornano di moda e che, specialmente a chi era giovane negli anni ’70 e ’80, evocano lontani ricordi e forti emozioni.