CONTACT US
sitemap


Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال

Visitors:



53041
Beauty news
May 30, 2017

globelife

    • Funzionano poco.
    • Costano molto.
    • Non sono aggiornabili facilmente.

MA..

il giro d’affari e l’organizzazione del Salone diventa intuibile per tutti, rendendo pubblico l’affare (incasso).

 

Quindi?? I vantaggi sono pochi (e solo per la cliente).

read more Prenotazioni “on line” dei servizi del Salone Gossip & News.



53040
Beauty news
May 30, 2017

Con il sole e le alte temperature in tutta la nostra penisola, finalmente è tornata anche la stagione delle bermuda. Il loro nome deriva da quello dell’arcipelago corallino delle Bermuda nell’Oceano Atlantico settentrionale, divenuto negli anni Trenta e Quaranta destinazione per le vacanze invernali ed estive degli americani. Qui, infatti, gli abitanti del luogo erano soliti indossare questo tipo di pantalone. Lo sfoggiavano come capo casual e fresco perfetto per alte temperature e il clima umido, o come capo formale da sfoggiare con camicia, cravatta, giacca, e mocassini, durante le cerimonie ufficiali. Con il passare degli anni, gli shorts (detti anche pantaloncini) sono diventati un vero e  proprio must-have del guardaroba maschile di tutto il mondo.

Ma come si indossano oggi? In molti modi: ordinari o cool. Con la camicia, rispettando l’abbinamento dei colori. Se il topwear è declinato nelle nuances azzurre, anche le bermuda devono rispettare la cromia. E, soprattutto, rispettando le proporzioni: non esagerare con la lunghezza! Infatti, le bermuda devono arrivare al ginocchio o leggermente sopra (no alla lunghezza tre quarti, molto in voga negli anni Duemila). Attenzione, poi, alle stampe troppo appariscenti sui pantaloni: noi consigliamo il minimalismo, ton sur ton (tra tutti, il bianco), perfetto da indossare sempre e ovunque. Ai piedi, infine, è meglio sfoggiare mocassini o sneakers, quest’ultime per dare un tocco street e 80’s all’intero look.



53039
Beauty news
May 30, 2017

La prima volta di Jared Leto per Carrera risale a una stagione fa. Il marchio di occhiali spegneva 60 candeline e per l’occasione sceglieva il premio Oscar per l’interpretazione magistrale di Rayon nel film Dallas Buyers Club per la campagna SS 2016, lo scatto ritraeva l’ecclettico Leto con indosso un paio di occhiali della collezione Maverick. Tra i due – attore e storico marchio di occhiali legato allo sportswear e al lifestyle – le cose sono andate bene, tanto che il brand ha scelto ancora l’attore per la nuova campagna a rappresentare i valori e l’essenza del marchio.

Jared Leto

“Jared Leto incarna perfettamente lo spirito audace, autentico e innovativo di Carrera, che sin dal 1956 è sinonimo di design all’avanguardia e prodotti della più alta qualità, dedicati a trend setter dall’animo vincente”, si legge nella nota stampa.

A firmare la nuova campagna pubblicitaria per il 2017 è l’iconico fotografo di fama internazionale Terry Richardson che ha collaborato creativamente con Leto per dare vita a scatti audaci che donano risalto alla nuova collezione eyewear. Non solo testimonial, l’attore americano è pronto a lanciarsi nel mondo della moda con la collezione Inspired by Jared Leto, in vendita a partire da settembre 2017.

Jared Leto

“Carrera è sempre stato un marchio un po’ diverso che ha sempre avuto una forte brand identity”, dichiara Jared Leto. “Ha un look classico e intramontabile che resiste nel tempo. E questo è possibile solo se hai un prodotto che funziona ed un design all’avanguardia proiettato al futuro”.



globelife - micropigmentazione

A simple vista, esta técnica simula el nacimiento del pelo en el cuero cabelludo. Es apta para cualquier persona, sobre todo aquellas que sufren alopecia y no se pueden someter a microinjertos e intervenciones capilares similares. Famosos como Vin Diesel, Jamie Foxx, Matt Damon y David Beckham se han apuntado a la moda de las cabezas rasuradas. Este look rejuvenece a la mayoría de los usuarios que padecen alopecia u cualquier otro proceso de caída del cabello irreversible. Para ello, se sirven de la micropigmentación capilar: una técnica que inyecta pigmentos bajo la piel del cuero cabelludo en las zonas frontal y parietal. Los pigmentos se introducen mediante microagujas impulsadas de manera mecánica, por lo tanto se evitan molestias y posibles contaminaciones resultado de la manipulación manual.

Técnicas como la micropigmentación capilar se deben suministrar bajo una serie de garantías. Como la ausencia de cambios de color, migraciones y cualquier otro resultado indeseado. El punteado capilar se puede prolongar durante un promedio de dos a tres años, sin que se aprecien variaciones de forma (dilataciones) o de color. Transcurrido este plazo, es difícil que el color del punteado permanezca uniforme. En el caso que se pierda tono u aspecto uniforme, será precisa una sesión de mantenimiento que restaure los micropigmentos. No obstante, las características de la piel y los pigmentos empleados determinarán la mayor o menor duración de la técnica.

Algunas fuentes aconsejan esta técnica a personas cuya pérdida de densidad capilar impide la implantación de microinjertos que podrían dañar el cabello existente en la zona. Otras fuentes la recomiendan como complemento a la cirugía. En estos casos, se aplicaría para cubrir, desde un punto de vista óptico, aquellas áreas del cuero cabelludo poco pobladas o densas tras la inserción de microinjertos.

La micropigmentación capilar está indicada para hombres y mujeres. Entre los primeros, figuran los individuos con alopecia demasiado avanzada que dificulta el éxito de un trasplante capilar. Entre las segundas, la técnica es una alternativa válida para disimular áreas alopécicas, donde se aprecia menos densidad capilar. En hombres se precisan tres sesiones, de media, para obtener el efecto de cabeza rasurada. En mujeres se necesitan cuatro sesiones, de media, para lucir una cabeza más densa. En función de la zona a trabajar, la sesión puede durar entre una hora y media y tres horas. El tratamiento no suele dejar secuelas relevantes en los pacientes. En algunos casos, se puede observar un leve enrojecimiento o alguna pequeña pústula que desaparece en dos o tres días. En un principio, el pigmento se aprecia más oscuro. Transcurridas cuatro semanas, aparece el color definitivo que se debería parecer al tono de la piel.

read more Micropigmentación capilar, el efecto más natural Gossip & News.




Achara significa “Destino” en la milenaria cultura asiática. La colección “Achara” es un reflejo de mí misma, inmersa en una intensa búsqueda de mi propio destino. Es, sin duda, la colección con la que siento más conexión con mi misión e identidad. En Achara recreo mi particular visión de la peluquería de vanguardia actual. He trabajado diferentes tipos de trenzados sobre colores, la mayoría de ellos naturales, creando formas y volúmenes que aportan una imagen de vanguardia, sin excesos, aunque minuciosamente elaborada. Achara es una colección que muestra a la mujer que forja su propia ventura, llevando las riendas de su vida con determinación y sabiduría. Una mujer que está mucho más cerca de saber quién es y lo que quiere, levantándose y aprendiendo en cada batalla, disfrutando del viaje y de los destellos del destino.

Hair: Mayte Garrote & Different Estilistas – España
Collection: Achara
Ph: David Arnal
Make-up: Alex Alva
Stylist: Eunnis Mesa

hair-collections

read more Mayte Garrote & Different Estilistas – España, Achara Collection ( 4 Photos) Gossip & News.




Hair: Mikhail Avdalov – Georgia
Ph: Kakhaber Shartava
Make-up: Mikhail Avdalov
Model: Elene Abuladze @ Style Masters show 2017

hair-collections

 

read more Mikhail Avdalov – Georgia, Hair Collection ( 3 Photos) Gossip & News.



53035
Beauty news
May 30, 2017

globelife

Per un hairstylist è difficilissimo raggiungere la notorietà e mantenerla senza l’appoggio di GLOBElife.

Con i suoi 25.000 visitatori al giorno questo portale specializzato nella moda capelli internazionale, è considerato il numero 1 in tutto il mondo. Le migliori collezioni, gli show, i meeting, gli eventi sono trasmessi a milioni di persone creando attenzione e aumentando la notorietà degli stilisti.

Se vuoi pianificare la tua carriera nel mondo dell’hairstyling contattaci e ti affiancheremo nella realizzazione dei tuoi progetti !

read more GLOBElife sta cercando proprio te ! Gossip & News.




"Truly the definition of an icon" ✨


By: Carolina Nicolao

Continue reading...

Il nuovo ‘coccodrillo’ è Novak Djokovic. Per cinque anni il campione serbo indosserà Lacoste durante i tornei. Lo storico marchio francese accompagnerà le avventure di Nole a partire dalle due settimane sulla terra rossa del Roland Garros. Lì, in Francia, dove tutto è iniziato nel 1933. Fu allora che René Lacoste mise in commercio la prima Polo concepita alcuni anni prima, quando tagliò le maniche della sua camicia per avere maggiore libertà di movimento durante le partite. Nacque così la Polo, destinata a rivoluzionare il mondo dello sportswear e divenuta di decennio in decennio un’icona per giocatori e amanti dell’eleganza senza tempo.

Dopo le esperienze con Adidas, Sergio Tacchini e Uniqlo, Djokovic diventa quindi ambasciatore del coccodrillo, simbolo della Lacoste per via del soprannome del suo inventore, più volte vincitore di Roland Garros, Wimbledon e Us Open. A cavallo degli anni Venti e Trenta, Lacoste pensò e commercializzò la L.12.12 in petit piqué di cotone, ora Nole avrà una linea di capi che porta il suo nome e lo accompagnerà per cinque stagioni nei tornei del Grande Slam.

Le Polo di Djokovic hanno la sua firma stampata sulla manica sinistra, mentre grafiche blu, bianche e rosse ispirate alle linee dei campi da tennis caratterizzano le tinte monocromo dello sfondo. I materiali sono pensati per garantire qualità, performance e comfort, grazie a cuciture ergonomiche che evitano gli sfregamenti e aumentano la comodità di movimento. Funzionalità e stile restano le parole d’ordine di Lacoste sin dai tempi della Polo L.12.12 che ruppe i codici d’abbigliamento del tennis e oggi aggiunge la classe di Djokovic al parco di campioni che ha vestito negli ultimi ottant’anni.

Sono giorni importanti per il serbo, che ieri ha annunciato Andre Agassi come nuovo allenatore e oggi compie 30 anni. Contemporaneamente uscirà la nuova campagna per celebrare il matrimonio con Lacoste. Il n. 2 del ranking mondiale, pronto a difendere il titolo conquistato a Parigi nel 2016, ha posato per Jacob Sutton in una serie di scatti che verranno associati alle foto in bianco e nero del tennista-inventore per testimoniare l’eleganza senza tempo del marchio.



Il suo stile è la sua musica: Benjamin Biolay è uno dei migliori contemporanei chansonnier di Francia. Anche per questo è sul palco della serata inaugurale della settantesima edizione del festival di Cannes.

Canta con la giovane Louane ma il duetto che si apre alla vista è un altro. Mentre esce il suo nuovo album, Volver, pieno di passione e, per certi versi, verità, nonché parecchio ‘cinematografico’, sembra aver subito una mezza trasformazione.

All’inizio lo chiamavano “il nuovo Gainsbourg” – e un fondo di vero doveva esserci, sentendo le presenze femminili di questo nuovo lavoro -, ma oggi in molti lo vedranno come il nuovo Alain Delon.
Perché così è sembrato con un nuovo taglio di capelli, gli occhiali giusti e uno smoking ‘regola’ sulla prima Montée de Marches del festival (ma anche nei primi videoclip associati al nuovo progetto: Hypertranquille e Roma).

Curioso, perché è un paragone al contrario che lui per primo ha usato, in passato, per fugare domande sul fascino esercitato sulle donne. “Non sono bello, non lo sono mai stato, nemmeno quando da giovane facevo sport” commentava, per poi dare la colpa di tutto alle sue ‘palpebre pesanti’ (quelle, alla Benicio del Toro) e concludere “Trovo che Delon sia bello e lei vede fino a che punto o non gli assomigli”.



53031
Beauty news
May 30, 2017

Is your closet full of designer pieces? (Clue: it is.) We salute the man responsible, Cristóbal Balenciaga, who’s given us some of fashion’s strongest looks


By: Laura Antonia Jordan

Continue reading...

53030
Beauty news
May 30, 2017

We've all been there...


By: Viv Groskop

Continue reading...

53029
Beauty news
May 30, 2017

Want to be icy blonde? You need to read this...


By: Leanne Bayley

Continue reading...


Yes, really...


By: Sagal Mohammed

Continue reading...


Not all bosses are created equal, but there are some that make walking into work feel more like passing through the gates of hell...


By: Lisa Harvey

Continue reading...


Wonderstruck is a must-see drama...


By: Hollie Brotherton

Continue reading...


Everything you need to know ahead of the A-list arrivals at the French Riviera 🌴


By: Carolina Nicolao

Continue reading...


And the reason sounds pretty legit...


By: Glamour

Continue reading...


Beach, please! There's no denying anymore, this Baywatch couple are going to be an item 🌴💛


By: Carolina Nicolao

Continue reading...

LINKS © GLOBELIFE.COM CONTACT US