Encyclopedic hair website
GOSSIP & NEWS:
L´unico giornale on-line della moda-capelli aggiornato quotidianamente con notizie, informazioni e pettegolezzi del settore. Quotidiano di sicuro interesse per chi vuole saperne sempre più degli altri sulle nuove tendenze, gli stili, le offerte e l´andamento del settore ma anche sugli avvenimenti mondani e non, su quello che è successo, quello che succede e quello che succederá!
GOSSIP & NEWS:
The only on-line hair-fashion web journal updated every day with new, information and gossip about the sector. A daily web journal certain to be of interest to people that want to be kept informed not only about new trends, styles, bargains and patterns in the sector but also about fashion and other events, what has happened, what is happening and what is going to happen!
GOSSIP & NEWS:
Die einzige Online-Zeitung für Haarmode, täglich mit den letzten Nachrichten, Informationen und Gossip der Branche aufgefrischt. Ein sicherlich interessantes Tageblatt für all jene, die immer informiert sein möchten über neue Trends, Stilrichtungen, Angebote und branchenspezielle Entwicklungen, doch auch über Glamour-Ereignisse und weniger prominente Veranstaltungen, über all das, was sich schon ereignet hat, gerade passiert, oder noch kommt!
GOSSIP & NEWS:
CHRONIQUE MONDAINE: le seul journal en ligne de la haute coiffure, pour une information quotidienne, des nouvelles, des renseignements et des potins du secteur. Quotidien d´un intérêt certain si vous en savoir toujours plus que les autres sur les nouvelles tendances, les styles, les offres et l´évolution du secteur, mais aussi sur les événements mondains et moins mondains, sur ce qui s´est produit, ce qui se produit et ce qui va se produire!
GOSSIP & NEWS:
CHISME: la única publicación en línea sobre moda del cabello, actualizada a diario con noticias, informaciones y chismes del sector. Un boletín de seguro interés para los que quieren saber siempre más que los demás sobre las nuevas tendencias, los estilos, las ofertas y el comportamiento del sector, pero también sobre los eventos mundanos o menos, lo que ha sucedido, lo que sucede, ¡y lo que sucederá!

Lex Market

20 Jul 17

aziende in declino

Stanno velocemente perdendo la loro posizione di leadership alcune fra le Aziende fino a qualche tempo fa ritenute il punto di riferimento per tutto il mercato dell'hairstyling.

Colpa del management? Colpa della politica o strategia aziendale? Colpa dei prodotti? Colpa dei prezzi? Colpa della "distribuzione" ? Colpa del calo della notorietà?

Stiamo facendo una ricerca sul mercato intervistando moltissimi operatori e vi informeremo prestissimo dei risultati.

19 Jul 17

gossip

Un sondaggio ha evidenziato la superiorità per contenuti manageriali, foto artistiche, di cronaca, etc, di GOSSIP.SM: il giornale quotidiano on line della moda capelli.

I migliori manager di Aziende, i migliori hairstylists, i migliori distributori leggono spessissimo questo sito web: il massimo !

18 Jul 17

pirateria pubblicitaria

La pubblicazione gratuita da parte degli editori, o simili, di pagine pubblicitarie o articoli correlati è l'equivalente di un'azione di PIRATERIA. E' infatti un'azione da ritenersi come "concorrenza sleale" nei confronti delle aziende o dei clienti che pagano la pubblicità e che mantengono così, anche senza volerlo, i loro concorrenti che sfruttano i mezzi di comunicazione senza avere costi.

Nell'ambiente editoriale queste azioni maldestre si chiamano "MARKETTE". C'è poi da sottolineare che queste "markette" che vengono interpretate come redazionali sono fatte "senza fattura" e quindi c'è un possibile illecito anche fiscale.

19 Jul 17

cinesi

Erano 768 alla fine del 2012, in poco più di quattro anni sono diventati 1.004. La maggioranza lavora nel capoluogo, ma cresce il peso di quelli che aprono l’attività nell’hinterland. Gli imprenditori cinesi di Bologna continuano ad aumentare, contrariamente a quella che è una tendenza generale che vede una stagnazione (quando va bene). E nel primo trimestre del 2017, secondo i dati dell’Ufficio Statistica della Camera di Commercio, erano oltre mille i titolari d’impresa registrati su tutto il territorio metropolitano. Rispetto alla fine del 2012, sono aumentati del 30,7%. Molto più di quanto non sia accaduto, nello stesso periodo, nel resto dell’Emilia-Romagna o d’Italia: nell’intero Paese, nello stesso periodo, gli imprenditori di nazionalità cinese sono cresciuti del 18%, lungo la via Emilia del 15,8%. Ma c’è un altro dato che dà l’idea di quanto sia dinamica l’imprenditoria cinese a Bologna: i residenti nel capoluogo dai 15 anni in su sono 2.835. Significa che il 19% di loro è titolare di un’attività. Rimanendo sotto le Due Torri la crescita, per quanto in doppia cifra, si è fermata al 20,3%: si contavano 449 imprenditori a fine 2012, sono diventati 540.

Nei Comuni della provincia l’aumento è stato molto più forte, del 45,5%: e i titolari d’impresa, da 319 che erano, sono diventati 464. Messi insieme, rappresentano il 2,2% dei titolari d’impresa registrati in tutta la Città metropolitana. Secondo il rapporto 2016 del Ministero del Lavoro sulla presenza dei migranti nella Città metropolitana, la Cina è il primo Paese di nascita dei titolari non comunitari d’impresa. Tra chi sceglie il capoluogo e chi si rivolge all’hinterland le differenze sono molte, soprattutto nella scelta del campo in cui operare. Chi lavora all’ombra delle Due Torri punta soprattutto sui servizi: è così in oltre tre casi su quattro, per un totale di 417 imprenditori. Nel settore più numeroso, quello del commercio, i numeri sono in discesa: gli attivi sono 171, ma erano 179 appena quattro anni fa. Colpa soprattutto del declino del commercio ambulante, che conta 42 imprenditori, 22 in meno di fine 2012. Mentre si è registrato un boom di baristi: sono 90, erano 59 appena quattro anni fa. Una crescita del 52,5%, di molto superiore a quella dei ristoratori che passano da 30 a 36. L’altro grande cavallo di battaglia è costituito dalle altre attività di servizi: si contano 56 parrucchieri, erano 40 quattro anni fa. E sono quintuplicati i centri benessere, da quattro a venti.

Quando si esce dalla città, la situazione si inverte e a dominare è l’industria: 252 imprenditori, il 54,3% del totale, sono titolari di un’impresa in questo comparto. E, a differenza dei loro colleghi in città, che viaggiano sugli stessi numeri da quattro anni, sono cresciuti del 33,3%. È soprattutto la sartoria a spingere la crescita della manifattura cinese: i titolari d’impresa sono passati, in quattro anni, da 149 a 193. Anche qui, però, la crescita dei servizi sembra inarrestabile: se a fine 2012 si contavano 128 baristi, ristoratori e parrucchieri sparsi per l’hinterland, il boom del terziario cinese non è stato indifferente nemmeno qui e ha portato a 211 il numero di imprenditori del terziario. Ancora di più fanno i parrucchieri, che fuori Bologna erano appena quattro e, nel giro di poche stagioni, sono arrivati a quota quattordici, e i titolari di centri benessere, passati da tre a nove.




GLOBELIFE Group

©2017 Globelife.com All rights reserved
 
Encyclopedic hair website