BEAUTY NEWS

Il rituale della pulizia del viso

Sono stata molto fortunata, ho vissuto anni meravigliosi senza nemmeno un segno sul viso, eppure, superati i 35, tutto quello che non avevo prima è venuto fuori all’improvviso. Bisogna accettare gli anni che passano e i segni del tempo, ...

Sono stata molto fortunata, ho vissuto anni meravigliosi senza nemmeno un segno sul viso, eppure, superati i 35, tutto quello che non avevo prima è venuto fuori all’improvviso.

Bisogna accettare gli anni che passano e i segni del tempo, ma la pelle andrà sempre comunque curata e coccolata in modo adeguato all’età.

viso

photo credit pinterest-Valeria Toninelli

L’opacità e il colorito spento sono problemi che affliggono più o meno tutte noi, soprattutto se viviamo in città frenetiche e avvolte dallo smog.

Per nostra fortuna sono inconvenienti transitori che si possono eliminare con una beauty routine costante, i prodotti adatti e una buona pulizia profonda effettuata con regolarità e soprattutto da mani esperte.

Secondo la mia esperienza, i risultati migliori si ottengono con la perseveranza e, anche la bellezza, ha bisogno dei suoi tempi.

Viene in nostro aiuto la pulizia del viso,un trattamento base importantissimo, al quale non dovremmo mai rinunciare. In nessuna stagione dell’anno.

Distese su un lettino iniziamo a rilassarci mentre l’estetista esegue un “lavaggio” preventivo del viso, che può essere struccante o solo detergente.

Questo step prevede generalmente un passaggio con latte detergente e, a seguire, con una lozione tonica.

Il viso, adesso pulito e rinfrescato, è pronto per il passo successivo: un delicato peeling detossinante, in grado di levigare la pelle e assorbire energia rilassando i lineamenti.

In caso di pelli particolarmente delicate, che non sopportano il peeling meccanico, si utilizza un esfoliante enzimatico che asporta ogni impurità e cellule morte senza la presenza di microgranuli.

L’umidità e il calore del bagno di vapore, prodotto esclusivamente con acqua demineralizzata, aprono i pori della pelle e la rendono più morbida e facile da purificare attraverso la spremitura.

Quest’operazione è la più efficace per rimuovere il sebo in eccesso contenuto nei pori.

La cosa importante è avere una mano delicata e – qualora i punti neri fossero tanti – eseguire il trattamento in più sedute, così da non irritare e stressare troppo la pelle.

Infine, verrà passato di tonico astringente e purificante.

In ultimo arriva il vero e proprio relax, attraverso un massaggio di viso, collo e decolleté con una crema nutriente, magari contenente acido ialuronico e olio d’argan, una specialità che idrata a fondo, e risulta perfetta anche come base per il trucco.

Dopo questo straordinario massaggio, il rilassamento continua, magari con l’applicazione di una maschera da lasciare in posa per qualche minuto.

L’ultimo step consisterà in un breve massaggio con crema idratante.

Il viso apparirà subito schiarito, disteso e vellutato, pronto per farci affrontare più belle e rilassate l’Autunno e i suoi ritmi frenetici.

Francesca

L'articolo Il rituale della pulizia del viso sembra essere il primo su Glamour.it.


+

privacy policy