BEAUTY NEWS

I super cibi da mangiare quando hai l’influenza

  Freddo e virus ti hanno messo a tappeto? Per spazzare via i malanni stagionali alla comparsa dei primi sintomi e aiutare l’organismo a rispondere meglio all’attacco degli agenti patogeni responsabili di influenza, tosse, mal di ...

 

Schermata 2018-01-12 alle 17.38.32

Freddo e virus ti hanno messo a tappeto? Per spazzare via i malanni stagionali alla comparsa dei primi sintomi e aiutare l’organismo a rispondere meglio all’attacco degli agenti patogeni responsabili di influenza, tosse, mal di gola, raffreddore prediligere i cibi giusti può essere d’aiuto per stimolare la guarigione.

L’organismo per rispondere meglio all’influenza e agli altri malanni stagionali suggerisce la nutrizionista Mariarosa Di Lella,  dietista presso l’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive “L. Spallanzani” di  Roma  «ha bisogno di vitamina C. Ne sono un’ottima fonte arance, kiwi, mandarini e altri frutti e verdure di stagione. Si tratta – spiega l’esperta- di una molecola che non può assolutamente mancare a tavola in quanto è  indispensabile per le difese del sistema immunitario e quindi per l’omeostasi dei leucociti sia in via preventiva sia  quando l’influenza è già in corso. Molto utile è anche la vitamina D. Questa sostanza ci difende dai virus e dai batteri responsabili dell’influenza attivando la reazione delle cellule T come difesa del sistema immunitario. E ancora di carotenoidi, precursori della vitamina A preziosi in tutte le situazioni in cui le difese immunitarie sono basse per cui  vi è un maggior rischio di incorrere in malanni di stagione. A tavola  non bisogna far  mancare poi la vitamina E, necessaria per la produzione di linfociti B, anticorpi che ci difendono e stimolano le difese. E ancora i minerali, tra questi lo zinco, micronutriente che supporta il sistema immunitario ed è in grado di bloccare la replicazione virale attenuando i sintomi e la progressione della malattia».

I cibi da evitare

«Bisogna invece tenersi alla larga da tutti i cibi che indeboliscono il sistema immunitario, causano disidratazione e aumentano il rischio di problemi alle vie respiratorie: quelli pro-infiammatori come gli snack dolci e salati e i cibi precotti, confezionati e fritti, salumi e formaggi stagionati, dolciumi e cibi con farine raffinate e  un consumo eccessivo di carne rossa. Questi affaticano l’organismo e rallentano la guarigione» spiega l’esperta.

Brodo sì o no?

«Brodo sì, ma preferibilmente vegetale  per l’alta concentrazione di vitamine e sali minerali. Meglio però mangiarlo caldo per sfruttare il suo effetto decongestionante, benefico per le vie respiratorie irritate» suggerisce la nutrizionista.

Bevi tanta acqua

«Durante l’influenza consente di evitare la disidratazione determinata da un temporaneo aumento della temperatura corporea in risposta a un’infezione e aiuta a eliminare il virus dell’influenza e proteggersi da eventuali contagi» spiega l’esperta.

I cibi da preferire

Kiwi

«Ti assicura tanta vitamina C. 100 grammi ne contengono circa 93 mg, una quantità in grado di soddisfare il fabbisogno giornaliero» dice la nutrizionista Mariarosa Di Lella.

Arancia

«Oltre a contenere in 100 grammi circa 60 mg di vitamina C, è una ottima fonte di betacarotene e di acqua, indispensabili per affrontare l’influenza e stare meglio» suggerisce la nutrizionista.

 Cavolfiori & Co

«Le brassicacee (cavolfiori, broccoli, verza, cavoli, ecc.) sono ricche di vitamina C  e di principi attivi con azione antinfiammatoria e antiossidante» spiega la nutrizionista.

Peperoncino rosso

«Ha un alto contenuto di vitamina C e di vitamina A, che svolgono un’azione protettiva contro virus e batteri  e rafforzano le mucose delle vie respiratorie» dice l’esperta.

 Spinaci & Co

«Le verdure a foglia verde sono un concentrato di acqua, vitamine e sali minerali, sostanze che supportano il sistema immunitario rafforzandolo» precisa Di Lella.

Cipolle

«Hanno proprietà antisettiche che aiutano a liberare le mucose dal catarro» spiega l’esperta.

 Semi di girasole

 «Sono un concentrato di Omega 3, vitamina E e zinco, sostanze che  svolgono un’azione  antinfiammatoria e antistress e aiutano a prevenire le infiammazioni articolari correlate all’influenza» suggerisce la nutrizionista.  

Salmone

«Ti ricarica di vitamina D, una sostanza che è in grado di attivare il nostro sistema immunitario e di contrastare le malattie respiratorie» spiega la dottoressa Di Lella.

Aglio

«Grazie al suo principio attivo chiamato allicina, è dotato di proprietà antisettiche e antibiotiche. Basta uno spicchio al giorno tagliato finemente o schiacciato e lasciato riposare per 10 minuti ricoperto da olio di oliva prima di condire gli alimenti per contribuire a rendere più forte il sistema immunitario» conclude la nutrizionista Mariarosa Di Lella.

 

 

L'articolo I super cibi da mangiare quando hai l’influenza sembra essere il primo su Glamour.it.


+