BEAUTY NEWS

Tinta capelli: quando andare dal parrucchiere e come mantenerla più a lungo

Per necessità o per vezzo, quello della tinta è un rituale comune nella vita di innumerevoli donne. La sensazione di ‘sentirci in ordine’ dopo una seduta dal parrucchiere che copre la ricrescita o rinnova il colore, ci porta a uno ...

tinta-okPer necessità o per vezzo, quello della tinta è un rituale comune nella vita di innumerevoli donne. La sensazione di ‘sentirci in ordine’ dopo una seduta dal parrucchiere che copre la ricrescita o rinnova il colore, ci porta a uno stato di tranquillità interiore che ci permette di affrontare meglio le giornate. Sapete, però, che le tinte non possono essere ripetute a distanza ravvicinata e che esistono alcune tattiche per camuffare la ricrescita e far durare il colore più a lungo? Curiose?

Tinta capelli: ogni quanto va fatta Come già accennato, tra una tinta e l’altra deve intercorrere un periodo di tempo minimo per non rischiare danni alla chioma. Decolorazioni troppo aggressive, infatti, hanno l’effetto di ‘bruciare’ i capelli, mentre colorazioni frequenti la rendono opaca e priva di vitalità. Cercate di non presentarvi in salone per un intervallo di tempo di almeno venticinque giorni ogni volta che fate il colore e, anche in questo caso, fate in modo di tingere solo la ricrescita e non le lunghezze.

Tinta capelli: come capire se è il momento di farla Esistono due parametri da tenere sotto controllo per capire se sia o meno il momento di fare la tinta. Innanzitutto, la ricrescita: i capelli crescono più o meno tra gli 1,5 e i due cm ogni mese, motivo per cui la ricrescita è riconoscibile già dopo poco più di una settimana. Se avete solo qualche capello bianco qua e là, aspettare ancora un po’ di tempo non deve essere un problema e potete permettervi di fare la tinta una volta tanto. Se, però, i capelli bianchi sono un numero consistente, è consigliabile presentarsi dal parrucchiere non appena scade il ‘periodo di riposo’ che deve intercorrere tra un colore e l’altro come descritto in precedenza, specialmente se avete i capelli scuri. Il secondo fattore da tenere sotto controllo è il colore sulle lunghezze. Fortunatamente, quello dura per mesi; vi accorgerete che è il momento di rifare una tinta completa quando la vostra chioma inizia ad avere delle sfumature giallastre o arancioni e il suo aspetto diventa opaco.

Tinta capelli: come far durare il colore più a lungo Dato che, come già accennato, non è il caso di ricorrere continuamente alla colorazione. Per mantenere la tinta il più a lungo possibile è importante utilizzare shampoo e balsamo (e in generale tutti i prodotti per chiome) specifici per capelli tinti. In questo modo allungherete la vita al colore e potrete rimandare in maniera significativa l’appuntamento col parrucchiere. Anche per quel che riguarda la ricrescita potete stare tranquille, ci sono ‘trucchetti’ per camuffarla, ovvero dei correttori di ricrescita in formato spray o polvere. Non si tratta di soluzioni a lungo termine, ma possono essere più che utili per sopravvivere fino al prossimo colore, specialmente se intercorrono importanti eventi di mezzo.

L'articolo Tinta capelli: quando andare dal parrucchiere e come mantenerla più a lungo sembra essere il primo su Glamour.it.


+

privacy policy