BEAUTY NEWS

Abiti da sera haute couture firmati Shahar Avnet

È di origini israeliane il brand Shahar Avnet con i suoi abiti da sera haute couture, confezionati con tessuti di altissima qualità e grande maestria artigianale, texture preziose e materiali unici, ricami fatti a mano e applicazioni Swar ...

È di origini israeliane il brand Shahar Avnet con i suoi abiti da sera haute couture, confezionati con tessuti di altissima qualità e grande maestria artigianale, texture preziose e materiali unici, ricami fatti a mano e applicazioni Swarovski. Shahar potrebbe essere definita come una designer che si muove su quella linea sottile che separa l’arte e la moda, ma non è comunque una descrizione accurata. La sua arte è un mix complesso di proporzioni diverse combinate per creare un tutto unico dove rientrano la  moda, il disegno, il collage e il ricamo. Il brand Shahar Avnet presenta modelli unici arricchiti di decori complessi che fondono una  silhouette  femminile e dettagli inusuali.

Istruzione ed esperienze nel mondo della moda Shahar ha studiato fashion design allo Shenkar College of Engineering, Design and Art e si è laureata con lode nel  2016. “Dopo aver completato gli  studi e aver  presentato il mio progetto finale sono stata scelta in  rappresentanza dello  Shenkar College per la sfilata internazionale nel corso della GFW a Londra. Ho subito attirato l’interesse della stampa e molti stylist e celeb internazionali mi hanno proposto diverse collaborazioni, mi sono ritrovata a realizzare i miei sogni prima di quanto potessi immaginare. Ho quindi creato il brand Shahar Avnet e ho iniziato a lavorare fin da subito. Lo scorso ottobre ho presentato la collezione  PE18 nell’ambito della Fashion Week di Parigi e ho in programma di andare a Parigi anche il prossimo marzo. Lo scorso luglio Zendaya ​è apparsa in un servizio fotografico su W-Magazine con uno dei mie abiti e in questo momento sto lavorando ad alcuni importanti progetti che sono ancora top secret. Dovrebbero venire pubblicati nei prossimi mesi insieme alla mia nuova collezione  AI18 a marzo, non vedo l’ora!”

Come sei entrata nel mondo della moda?                                                     Mi sono innamorata della moda a 15 anni, mia nonna mi ha insegnato a lavorare a maglia. Dopo aver finito la mia prima sciarpa (di un bordeaux intenso, con un tocco metal dorato!), ho capito all’improvviso che potevo trasformare la mia immaginazione in realtà. Affascinata dall’idea, ho deciso che sarei diventata una stilista.

Come descriveresti il tuo brand  e chi vorresti vedere indossare i tuoi capi? Il mio brand è un mix fra alta moda e pret-à-porter, fra arte e moda. I capi sono quindi artistici e d’avanguardia, ma sono anche abiti  portabili che offrono un’alternativa giovane, fresca e moderna per quanto riguarda gli abiti da sera. I miei abiti sono creati per donne sicure di sé, coraggiose, intelligenti e chic, donne che non temono di stare al centro dell’attenzione e di dire come la pensano.

I tuoi materiali e tecniche preferiti?                                              Il mio materiale preferito in questo momento è il tulle, ma credo che cambierà con il tempo. Oltre a questo sono totalmente ‘addicted’ a svariate tecniche artigianali, soprattutto il ricamo a mano con i cristalli Swarovski, e poi perline, metalli, vetro, slogan e altri dettagli sorprendenti.

Parliamo dei disegni che inserisci nelle tue creazioni. Vedo che trasmettono emozioni forti. Mentre studiavo sono venuta a contatto con moda e arte nello stesso  momento  e quindi ho iniziato a creare muovendomi sulla linea sottile che le separa. E presto ho capito che le mie ispirazioni venivano dai miei processi mentali. Quindi ogni collezione che creavo era accompagnata da dipinti che trasmettevano le mie emozioni  e i miei pensieri che alla fine facevo vedere attraverso i miei vestiti, come si può vedere nei ricami a mano e nelle stampe.

Il lato negativo del mestiere dello stilista ? Quando si crea si lavora giorno e notte. Sono sempre incalzata da idee e ispirazioni. E se questo non bastasse…è un lavoro che genera dipendenza! Ma per fortuna è un lavoro che amo.

Come riesci a bilanciare creatività e business?                                                   Lo dico con orgoglio, mi piacciono molto entrambe le cose. Il mio metodo è gestirle in modo equo, in fin dei conti sono come due miei figli che hanno bisogno della stessa attenzione e affetto, ma soprattutto non devono litigare fra loro!

Hai una musa?   Ne ho tante e al contempo nessuna. La bellezza è ovunque.

La tua giornata tipo?                                                      Non so com’è una mia giornata tipo, di sicuro è piena di cose come disegnare, cucire, ricamare e anche con qualche bella risata.

A cosa stai lavorando? In questo momento sto lavorando alla collezione AI 18 per la  Fashion Week di Parigi e per la sfilata della TLV Fashion Week. Al tempo stesso, continuo a cercare nuovi modi per esprimere la mia  arte, vestendo le donne, esplorando nuovi territori creativi, insomma,  ci saranno cose nuove in futuro.

Il miglior consiglio che tu abbia mai ricevuto? I Beatles mi hanno insegnato che “all you need is love”… Tutti i miei capi hanno un’etichetta con  scritto “love yourself” come motto nella moda e per la vita.

Profili Social: @shahar.avnet Facebook:​ ​Shahar Avnet www.shahar-avnet.com www.shahar-avnet-art.com

L'articolo Abiti da sera haute couture firmati Shahar Avnet sembra essere il primo su Vogue.it.


+