BEAUTY NEWS

Mesoterapia: quante tipologie ci sono

La mesoterapia è uno dei trattamenti anticellulite più conosciuti. Possiamo definirlo un classico della cellulite, che promette e mantiene risultati visibili prima della prova costume. Ma non agendo sulla distruzione definitiva delle cel ...

cellulite-mesoterapia

La mesoterapia è uno dei trattamenti anticellulite più conosciuti. Possiamo definirlo un classico della cellulite, che promette e mantiene risultati visibili prima della prova costume. Ma non agendo sulla distruzione definitiva delle cellule adipose, va ripetuta ogni anno.

La mesoterapia, infatti, drena il liquido che ristagna tra le cellule di grasso, migliorando quindi la microcircolazione. L’edema che si forma provoca, infatti, uno stato infiammatorio cronico che indurisce il tessuto connettivo sotto la pelle e crea l’effetto buccia d’arancia.

Ma partiamo dalle basi: durante il trattamento di mesoterapia, il medico estetico inietta nel mesoderma (lo strato intermedio del derma) delle sostanze anticellulite. «Ci sono due tipi di mesoterapia, una farmacologica e una fitoterapica – spiega il dottor Erminio Mastroluca, chirurgo plastico – la prima prevede l’uso di farmaci diuretici e lipolitici, mentre la seconda di attivi naturali come la centella, la caffeina e l’ippocastano che hanno la proprietà di sgonfiare la cellula adiposa e migliorare la microcircolazione».

Il mix di sostanze utilizzato viene valutato in base al tipo e allo stadio della cellulite di ogni singola persona. «Solitamente si usano la fosfatidilcolina e l’acido desossicolico che provocano la fuoriscita del grasso dalle cellule adipose attivandone il metabolismo, successivamente smaltito in modo naturale dall’organismo», dice Mastroluca. Ecco perché il gonfiore, che è uno degli effetti collaterali che si possono verificare dopo la seduta, si attenua a mano a mano che il corpo smaltisce le scorie in eccesso.

Prima di vedere una riduzione del binomio cuscinetti + cellulite, servono almeno sei sedute più qualche richiamo di mantenimento per evitare che il grasso si riformi. Ma il beneficio delle sostanze iniettate raggiunge il suo apice fino a quattro/cinque giorni dopo il trattamento. «La mesoterapia è l’alternativa non invasiva alla liposuzione – aggiunge Mastroluca – ma non ha un effetto completamente definitivo.

 

 

L'articolo Mesoterapia: quante tipologie ci sono sembra essere il primo su Glamour.it.


+

privacy policy