BEAUTY NEWS

Harry e Meghan: tutto quello che c’è da sapere sulle nozze dell’anno

Il countdown è cominciato. Mancano una manciata di giorni al fatidico 19 maggio e a quello che è già stato definito il matrimonio dell’anno, le nozze tra Meghan Markle e il principe Harry. Lui principe ereditario, certo, ma ormai sest ...

1

Il countdown è cominciato. Mancano una manciata di giorni al fatidico 19 maggio e a quello che è già stato definito il matrimonio dell’anno, le nozze tra Meghan Markle e il principe Harry. Lui principe ereditario, certo, ma ormai sesto in linea di successione (addio trono!), secondogenito di Carlo e Diana, 33 anni ben portati. Lei, 36 anni, divorziata e attrice americana ma soprattutto “bi-razziale”, come ama definirsi, dato che nelle sue vene scorre sangue afroamericano da parte di madre. Le notizie, in questi ultimi mesi, si sono susseguite senza sosta e in prossimità dell’evento abbiamo pensato di stilare un elenco di cose da sapere per godersi al meglio lo spettacolo.

Le nozze

Si svolgeranno sabato 19 maggio in una sede unconventional e per questo scelta personalmente dagli sposi: nessuna cattedrale, bensì la cappella di St. George del castello di Windsor, fuori Londra, a circa 30 chilometri. Per la cronaca: lì si sposarono Carlo e Camilla. Il rito sarà anglicano dato che Meghan Markle, di religione protestante, a marzo scorso si è convertita come segno di rispetto nei confronti della regina. La cerimonia verrà officiata dal decano di Windsor, il reverendo David Conner ma le promesse verranno rese all’arcivescovo di Canterbury, Justin Welby, che è anche il leader spirituale delle chiesa anglicana, mentre il capo ne è la regina Elisabetta. Curiosità: il vescovo afroamericano Michael Curry terrà un sermone sull’amore.

L’annuncio delle nozze

L’annuncio delle nozze era stato dato lo scorso 15 dicembre via Twitter da Kensington Palace. La data 19 maggio, un sabato, è anche questa uno strappo al protocollo poiché i matrimoni reali non si svolgono mai di sabato, bensì nei giorni feriali. William e Kate si sposarono di venerdì e la regina Elisabetta di giovedì.

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine
La data scelta

Si vociferava che la data, 19 maggio, fosse stata scelta per dare tempo a Kate di riprendersi dal terzo parto. Coincidenza vuole che quel giorno si disputerà anche la finale FA Cup a Wembley, partita che il fratello dello sposo, William Duca di Cambridge, solitamente non si perde, anche perché in veste di Presidente della Federcalcio inglese, è lui a consegnare il trofeo. Inoltre, sposarsi di sabato significa evitare di decidere se concedere o meno il giorno festivo agli inglesi, cosa che è avvenuta per tutti i matrimoni reali. Si sa già, comunque, che l’orario di chiusura dei pub verrà prolungato fino all’1 di notte.

Il fidanzamento

Harry e Meghan hanno annunciato il loro fidanzamento il 27 novembre 2017, sempre via Twitter dall’account ufficiale di casa Windsor. Dopodiché i due sono apparsi in pubblico, lei mostrando l’anello (disegnato da Harry e composto da tre diamanti, dei quali due appartenuti a Lady Diana) e lui una forte emozione. In un’intervista alla BBC Meghan ha raccontato che la proposta le è stata fatta mentre i due cercavano di arrostire un pollo e in piena regola, ovvero con lui in ginocchio.

Gli inviti

Secondo tradizione reale, sono stati realizzati da Barnard Westwood, la tipografia che se ne occupa dal 1985, utilizzando inchiostro americano su carta inglese, in oro e nero poi brunito, per risaltare il dorato del bordo. Al centro del cartoncino campeggia lo stemma del Principe di Galles, mentre il nome dell’ospite in questione è scritto a mano.

Gli invitati

Sono stati calcolati in 600 (quelli di William e Kate erano 1900) e, tra le celebrità, pare ci saranno Victoria Beckham Serena Williams e Pryanka Chopra, amiche della sposa. Poi gli amici commilitoni di Harry ma niente politici, nemmeno quelli amici del principe come Obama, poiché essendo Harry sesto in ordine di successione, non è obbligato a farlo. Tra i cantanti, che si esibiranno, Ed Sheeran e sir Elton John. Ovviamente ci saranno i parenti, compresi gli zii materni, fratello e sorelle di Diana. Non ci saranno invece i fratellastri di Meghan e anche la presenza di suo padre non è certa al cento per cento. Dress code: abito da giorno o lounge suit per gli uomini e abito da giorno con cappello per le donne.

3

Gli invitati “commoners”

Gli sposi hanno personalmente deciso di invitare alle loro nozze anche 2.600 cittadini, che potranno godere lo spettacolo da una posizione privilegiata nel giardino del castello. 1.200 sono stati selezionati dai rappresentanti della regina in quanto hanno prestato servizio alla comunità. 530 sono membri dello staff della Royal Household e 200 fanno parte degli enti di beneficenza supportati dagli sposi. Ci saranno poi 100 bambini delle scuole pubbliche del posto e 600 cittadini del luogo. A tutti costoro è già stato raccomandato tramite una lettera, di portarsi il pranzo da casa perché il banchetto sarà riservato ai 600 ospiti ufficiali.

Il vestito

Ovviamente nulla è trapelato e si susseguono solo supposizioni, anche se gli stilisti più “indicati” sono Ralph & Russo. I tabloid inglesi suggeriscono che l’abito sia stato scelto a gennaio e che costi ben 100mila setrline, quasi 100 mila euro. Come acconciatura molto probabilmente Meghan indosserà una tiara appartenuta a Lady D. Gli altri stilisti in quota sono: Erdem e Antonio Berardi e gli americani Marchesa e Misha Nonoo.

La torta

Al limone e fiori di sambuco, ricoperta da glassa al burro e fiori freschi, realizzata da Claire Ptak della pasticceria londinese Violet Bakery specializzata in torte floreali. Pare che la stessa sposa non abbia voluto una tradizionale torta alla frutta.

I fiori e la musica

Le decorazioni saranno curate dalla flower designer Philippa Craddock e saranno composte da peonie e rose bianche, con rami di faggio, betulla e carpino. La musica, invece, sarà diretta da James Vivian, direttore della musica alla St George’s Chapel e includerà una serie di inni e opere corali.

2

Il giro in carrozza

Come da tradizione (almeno questa rispettata), la coppia farà un giro in carrozza dalla Cappella di St. George lungo le vie della città di Windsor, fino al Castello, dopo avere attraversato la Lunga Passeggiata. La sera stessa, il Principe di Galles, padre dello sposo, darà un ricevimento privato per la coppia, gli amici e i parenti stretti.

Damigelle e paggetti

I principini George e Charlotte, ma anche amiche di Meghan come damigelle d’onore. Ma su questo punto vige ancora il riserbo. Voci dicono che Meghan abbia evitato di far fare la damigella a una sua amica e collega di Suits (la serie tv nela quale lavorava) per non ripetere l’”effetto Pippa”, ovvero per far sì che non le vemga rubata la scena.

I regali

Gli sposi hanno rinunciato ai regali a favore di donazioni benefiche e in particolare sono state segnalate sette associazioni che si occupano di sport, ambiente, povertà, malati di hiv, sostegno alle donne, cambiamento climatico e orfani.

Il viaggio di nozze

Destinazione Namibia, dove pare esserci stata la proposta di matrimonio. La coppia vivrà nell’attuale residenza di Harry, Nottingham Cottage all’interno di Kensington Palace: 125 metri quadri, con due camere, due sale e cucina. Il palazzo di Kensington vede, in un’altra ala, residenti anche William e Kate.

Il titolo

Se Kate è diventata Duchessa di Cambridge, pare che a Meghan verrà attribuito il tiolo di “sua altezza reale, principessa Henry del Galles”. Guai a chiamarla “principessa Meghan”, non ha sangue blu. Al limite Meghan potrà diventare “duchessa” se la regina concederà alla coppia un ducato.

La diretta sulla Bbc

Tutto il mondo seguirà l’evento, centinaia di milioni di persone. Il matrimonio di Kate e William venne infatti seguito, solo in Gran Bretagna, da 24 milioni di persone. Un bel giro di affari che comprende anche la vendita dei souvenir, stimata introno ai 222 milioni di sterline, come fu nel 2011.

Costo totale dell’operazione

Si stima intorno ai 35 milioni di euro, secondo alcune stime fatte effettuare dai tabloid inglesi, Telegraph, ad esempio, ad alcune agenzie di wedding planning. William e Kate spesero qualcosina in meno, 10 mila euro, mentre Carlo e Diana molto di più, 100 milioni di euro (nel 1980). Tra le voci di spesa più elevate, il costo della location, Frogmore House, 350 mila euro, il catering, 320 mila euro più 155 mila solo per lo champagne e 70 mila per altre bevande, 300 mila euro per l’abito da sposa e 9 mila per quello dello sposo (l’uniforme della Royal Air Force), 17 mila per foto e video, 125 mila per l’addobbo floreale e 60 mila euro per la torta. Per le partecipazioni pare siano stati spesi 22 mila euro e per la musica 350 mila. Decorazioni di vario genere costeranno 150 mila euro. 11.550 euro per trucco e parrucco, a meno che la sposa non decida di fare da sé come si vocifera (anche Kate si truccò da sola) e infine 62 mila euro per intrattenimenti vari, compreso quello per i bimbi.

L'articolo Harry e Meghan: tutto quello che c’è da sapere sulle nozze dell’anno sembra essere il primo su Glamour.it.


+

privacy policy