BEAUTY NEWS

“Tattoo” ed effetti 3D per i nuovi mobili firmati Marcel Wanders

In un viaggio che sa più di “ritorno e andata”, Natuzzi Italia presenta a New York per NYCxDesign, l’appuntamento annuale con il design, una limited edition della collezione Agronomist disegnata da Marcel Wanders. Dopo l ...

In un viaggio che sa più di “ritorno e andata”, Natuzzi Italia presenta a New York per NYCxDesign, l’appuntamento annuale con il design, una limited edition della collezione Agronomist disegnata da Marcel Wanders. Dopo l’esordio al Salone del Mobile di Milano 2018, la collezione lascia l’ispirazione ai solari paesaggi e alla natura della Puglia, per appropriarsi di certe atmosfere dark e decisamente metropolitane del paesaggio urbano di New York. La collezione, che ha debuttato il 17 maggio durante l’evento Agronomist Goes To New York, sarà esposta nel Flagship store Natuzzi in Madison Avenue 105 fino al 24 maggio. Così il divano Furrow lascia la pelle vintage e si riveste di pelle Heritage, conciata appositamente in nero, e tatuata con cuciture simili a cicatrici sul profilo dei braccioli e dei cuscini di seduta e schienale. Ogni tatuaggio è realizzato con una particolare tecnica di ricamo su pelle, unica per la densità di impunture e per il processo che ha forato la pelle senza bucarla o strapparla.

Il coffee table Barrow viene presentato in legno di faggio scuro, rivestito in pelle Heritage nera sia sulle maniglie sia sulle ruote.

Il mobile contenitore Crate, con la struttura in massello di faggio colore nero, mantiene il pannello dell’anta con il motivo della foglia d’ulivo (simbolo del territorio pugliese) ricamata con effetto 3D dell’originale collezione Agronomist, realizzata questa volta su pelle HERITAGE con filo tone-on-tone.

Il tappeto Peacock completa la New York Edition di Agronomist con il suo pattern specchiato in bianco e nero, ispirato al piumaggio della coda del pavone (simbolo di resurrezione e rinascita).

L'articolo “Tattoo” ed effetti 3D per i nuovi mobili firmati Marcel Wanders sembra essere il primo su Vogue.it.


+

privacy policy