BEAUTY NEWS

Capelli, i look per le invitate a nozze

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine ...

Sfoglia gallery {{imageCount}} immaginiimmagine

Non pensate che le invitate a un matrimonio abbiano meno stress della sposa. Anche le amiche hanno il loro bel da fare nella scelta del look. Pensare all’outfit non basta, sono i capelli e l’acconciatura giusta in base allo stile e allo scollo dell’abito a fare in modo che vi distinguiate dalle altre.

Styling versatili per la cerimonia e il party, perché come ci ha insegnato il royal wedding tra Meghan Markle e il principe Harry, il meglio e l’effetto sorpresa si sfoggia alla festa.

GettyImages-960169230

Abbiamo chiesto ad Alessia Solidani, hairstylist Kemon ed esperta di acconciature da cerimonia, quali sono le tendenze per i matrimoni del 2018 e le regole da seguire.

Qual è il trend di quest’anno per le acconciature delle invitate al matrimonio? «La parola d’ordine è sobrietà, perché è essenziale non gareggiare con la sposa. Il mio consiglio è di otare per chignon bassi, capelli sciolti ma parzialmente raccolti per scoprire il viso, o la classica banana che è sempre chic. La quarta opzione molto interessante, potrebbe essere una pony tail magari più elaborata, visto che la sposa non sceglierebbe mai questo tipo di acconciatura mentre per un’invitata potrebbe essere un’opzione vincente, sia nella versione alta sia in quella bassa».

Come si può rendere un’acconciatura versatile per adattarla dalla cerimonia alla festa? «Il mio stile è quello di realizzare acconciature strutturate ma naturali, che possono passare da cerimonia a sera con grande facilità liberando qualche ciocca frontale o cambiando semplicemente l’accessorio che per me è fondamentale. Per la sposa se ne usano di floreali o che diano luce al viso, mentre per la sera si possono utilizzare anche dei veri e propri gioielli, magari reinventando una spilla che viene trasformata in un fermaglio o delle fascette per raccogliere le ciocche».

Le regole da seguire in base allo scollo dell’abito «Lo scollo profondo sulla schiena è una buona occasione per lasciare i capelli sciolti, ma se si ha una bella schiena è anche molto elegante valorizzarla con uno chignon basso. Su un abito accollato, invece, il capello deve staccare dal collo: si può per esempio fare un raccolto morbido che però non scenda sulla schiena. Può essere una simil coda o un’acconciatura alla Brigitte Bardot, con volume sulla sommità del capo e movimento, non necessariamente statica o tirata, ma che in ogni caso non si appoggi all’abito».

Cosa si può fare per non essere abbandonate dai capelli a metà della festa? «Un vero errore è quello di aggiungere molta lacca o prodotti per reggere l’acconciatura: è inutile mettere prodotti se non si fa una buona cotonatura di sostegno e non si applicano le mollette nel giusto modo. Mettere le mollette sembra infatti un’attività banale ma non lo è: c’è una tecnica anche per questo ed è alla base dell’expertise del parrucchiere, perché è quello che permette all’acconciatura di durare più a lungo possibile. La professionalità è infatti imprescindibile e fatta di tanto studio e pratica: non ci si improvvisa in questo lavoro».

Nella gallery tutti gli hair look a cui ispirarsi della collezione Couture di Kemon.

L'articolo Capelli, i look per le invitate a nozze sembra essere il primo su Glamour.it.


+

privacy policy