BEAUTY NEWS

Art Stands with Refugees at Art Basel

L’arte è uno degli strumenti con cui l’uomo, da sempre, ha avuto modo di mostrare le sue qualità più straordinarie. Un amplificatore di talento, non solo “creativo”, ma anche emotivo, che porta all’esterno, ...

L’arte è uno degli strumenti con cui l’uomo, da sempre, ha avuto modo di mostrare le sue qualità più straordinarie. Un amplificatore di talento, non solo “creativo”, ma anche emotivo, che porta all’esterno, mettendolo in luce, elementi che solitamente rimangono relegati alla sfera dell’interiorità.

Spesso cambiando completamente la nostra prospettiva non solo sul singolo artista, ma sull’intera umanità. Ed è proprio l’arte come scoperta della “meraviglia umana”, quella che sarà protagonista dell’evento Art Stands with Refugees che si è tenuto il 13 giugno durante Art Basel, una delle più importanti fiere d’arte del mondo.

Realizzato dall’UNHCR con il patrocinio del Presidente della Confederazione Elvetica Alain Berset, l’evento Art Stands with Refugees ha portato alla luce non solo il tema dei migranti e dei rifugiati, importante, cruciale e attuale più che mai, ma anche della loro incredibile capacità di ritrovare, nonostante la loro condizione drammatica, la forza della creatività. Alla serata hanno preso parte l’ambasciatrice onoraria dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati,  Barbara HendricksKelly T. Clements (l’alto commissario aggiunto delle Nazioni Unite per i rifugiati), Marc Spiegler (global director di Art Basel)  e Yves Fischer, direttore aggiunto dell’Ufficio Federale della cultura svizzero.

L'articolo Art Stands with Refugees at Art Basel sembra essere il primo su Vogue.it.


+

X

privacy