BEAUTY NEWS

Cattivo odore della pelle, 10 cibi da evitare

In estate per via del caldo e della sudorazione eccessiva, il cattivo odore è un problema comune a molte persone. Oltre che da un’errata igiene personale, può dipendere anche da ciò che si mangia. «La pelle svolge divers ...

In estate per via del caldo e della sudorazione eccessiva, il cattivo odore è un problema comune a molte persone. Oltre che da un’errata igiene personale, può dipendere anche da ciò che si mangia. «La pelle svolge diverse funzioni. È una barriera nei confronti degli agenti fisici, chimici e microbici e svolge un’azione di termoregolazione. Inoltre, permette l’eliminazione di sostanze di rifiuto. Attraverso la sudorazione, così come avviene attraverso le urine e le feci, viene eliminato tutto ciò che per l’organismo è tossico e di rifiuto. Alcuni cibi, per via delle sostanze che contengono, sono in grado di modificarne in negativo l’odore» spiega Valentina Schirò, biologa nutrizionista e specialista in scienza dell’alimentazione. Ma quali sono? Ecco 10 cibi da limitare per non correre il rischio di sviluppare cattivo odore.

Carne rossa «Il sudore secreto dalle ghiandole apocrine come quelle ascellari, è inodore. Il consumo di carne rossa contribuisce al cambiamento dell’odore corporeo per via dall’elevata quantità di grassi di cui è ricca e che determina l’escrezione, attraverso le ghiandole, di acidi grassi convertiti dalla microflora ascellare in acidi alifatici a catena corta», dice l’esperta.

Insaccati «Gli insaccati, in particolare quelli ricchi di grassi come la mortadella, la porchetta o il salame, contribuiscono al cattivo odore. Gli acidi grassi derivanti dal metabolismo dei cibi assunti sono in parte rilasciati anche attraverso la pelle e convertiti in acidi alifatici a catena corta da parte della microflora presente a livello ascellare» spiega.

Aglio «È ricco di allicina, una sostanza contenente zolfo, che viene eliminata sia attraverso l’alito che attraverso il sudore», precisa Schirò.

Cipolla, porro e scalogno «Sono ricchi di sostanze caratterizzate da zolfo, come i solfossidi, che vengono eliminati attraverso l’alito e la traspirazione della pelle», aggiunge.

Broccoli & Co «Anche broccoli, cavoli, cavolfiori e le crucifere in generale influenzano negativamente l’odore della pelle. Possiedono sostanze contenenti zolfo come i glucosinolati» dice l’esperta.

Asparagi «Contengono l’asparagina, un amminoacido che favorisce il cattivo odore», chiarisce la nutrizionista.

Uova «Sono ricche di colina che nell’organismo viene convertita in trimetilammina, sostanza che si contraddistingue per un odore simile a quello del pesce, specialmente nei soggetti geneticamente predisposti» dice l’esperta.

Ravanelli «Sono ricchi di sostanze solforate volatili maggiormente concentrate nella buccia, che possono essere rilasciate anche attraverso la cute, rendendo più intenso e poco gradevole l’odore» spiega la nutrizionista.

Pesce marinato «Anche il pesce marinato è ricco di colina, una sostanza che favorisce il cattivo odore».

Bevande alcoliche «L’acido acetico prodotto dall’organismo in seguito all’assunzione di alcol viene eliminato non solo attraverso l’alito, ma anche attraverso la pelle influenzando negativamente l’odore», conclude la nutrizionista Valentina Schirò.

L'articolo Cattivo odore della pelle, 10 cibi da evitare sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy