BEAUTY NEWS

Emmy 2018: le nomination

Ieri sera, gli attori Samira Wiley e Ryan Eggold, hanno annunciato le nomination agli Emmy 2018. A una prima occhiata si notano due cose interessanti: la prima è la conquista di ben 22 nomination da parte di Game of Thrones. La serie, gius ...

Ieri sera, gli attori Samira Wiley e Ryan Eggold, hanno annunciato le nomination agli Emmy 2018. A una prima occhiata si notano due cose interessanti: la prima è la conquista di ben 22 nomination da parte di Game of Thrones. La serie, giusta al suo settimo anno di vita, continua a macinare i consensi di pubblico e critica, sfondando il tetto delle cento nomination totali e continuando a mantenere il titolo di serie televisiva più riconosciuta dall’Academy of Television Arts & Sciences. Il secondo dato interessante, e molto, è il primato di Netflix per quanto riguarda le nomination.

La piattaforma di streaming, in questa tornata di nomination, ha superato la veterana HBO nel numero di nomination conquistate (112 contro 108): il broadcast, per la prima volta in 18 anni, viene quindi superato dal “nuovo che avanza”. Non sono dati da sottovalutare, anche per quanto riguarda il sempre maggior peso, anche qualitativo, che hanno le produzioni targate Netflix (ma anche Amazon, per citare un altro player del mondo dell’entertainment cinematografico). I tempi cambiano, gli attori -e i protagonisti- con esso. Per quanto riguarda invece le altre nomination, non possiamo che applaudire alla presenza di The Handmaid’s Tale come miglior serie in compagnia di The Marvelous Mrs. Maisel, GLOW, Atlanta e Black-ish: produzioni che mettono al centro tematiche importanti, trattate in modo originale e, proprio per questo, in grado di veicolare messaggi sempre più necessari. Ultimo rilievo è invece quello sulla grande e rumorosa assente di questi Emmy 2018: stiamo parlando del ritorno di Will & Grace che molti davano per sicuro candidato.

A dimostrazione che forse il revival della serie, come anche rilevato dalla prima stagione, abbia bisogno di un po’ più di tempo per ritrovare il proprio focus. Ecco qui di seguito i candidati agli Emmy 2018

Miglior Serie Drammatica Stranger Things, Game of Thrones, The Crown, The Americans, The Handmaid’s Tale, Westworld, This Is Us

Miglior Comedy Atlanta, The Marvelous Mrs. Maisel, GLOW, Curb Your Enthusiasm, Black-ish, Barry, Silicon Valley, Unbreakable Kimmy Schmidt

Miglior mini-serie TV The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story, Godless, The Alienist, Genius: Picasso

Miglior Attore Protagonista in una Serie Drammatica Matthew Rhys (The Americans), Milo Ventimiglia (This Is Us), Sterling K. Brown (This Is Us), Jeffrey Wright (Westworld), Jason Bateman (OZark), Ed Harris (Westworld)

Miglior Attrice Protagonista in una Serie Drammatica Sandra Oh (Killing Eve), Evan Rachel Wood (Westworld), Elisabeth Moss (The Handmaid’s Tale), Claire Foy (The Crown), Keri Russell (The Americans), Tatiana Maslany (Orphan Black)

Miglior Attore Protagonista in una Serie Comedy Anthony Anderson (Black- ish), LArry David (Curb Your Enthusiasm), William H. Macy (Shameless), Ted Danson (The Good Place), Donald Glover (Atlanta), Bill Hader (Barry)

Miglior Attrice Protagonista in una Serie Comedy Pamela Adlon (Better Things), Allison Janney (Mom), Rachel Brosnahan (The Marvelous Mrs. Maisel), Issa Rae (Insecure), Tracee Ellis Ross (Black-ish), Lily Tomlin (Grace & Frankie)

Miglior Attore Protagonista in una Mini-serie TV o Film Benedict Cumberbatch (Patrick Melrose), John Legend (Jesus Christ Superstar), Antonio Banderas (Genius: Picasso), Darren Criss (The Assassination of Gianni Versace: American Crime Story), Jeff Daniels (The Looming Tower), Jesse Plemons (Black Mirror: USS Callistar)

Miglior Attore Protagonista in una Mini-serie TV o Film Laura Dern (The Tale), Jessica Biel (The Sinner), Michelle Dockery (Godless), Elisabeth Moss (Top of the Lake: China Girl), Edie Falco (Law & Order True Crime: The Menendez Murders), Regina King (Seven Seconds), Sarah Paulson (AHS: Cult)

L'articolo Emmy 2018: le nomination sembra essere il primo su Vogue.it.


+

privacy policy