BEAUTY NEWS

Louise Pedersen è tornata. Sulla copertina di Glamour settembre

Foto Signe Vilstrup La prima volta su Glamour è stata tre anni fa, in copertina con il cucciolo di jack russell Isa. Louise Pedersen, 37 a novembre, top danese con gli occhi da gatto selvatico, ci aveva raccontato quattro delle sue sette ...

Foto Signe Vilstrup

Foto Signe Vilstrup

La prima volta su Glamour è stata tre anni fa, in copertina con il cucciolo di jack russell Isa. Louise Pedersen, 37 a novembre, top danese con gli occhi da gatto selvatico, ci aveva raccontato quattro delle sue sette vite. Quella di aspirante allevatrice; quella di cameriera in un hotel che, sul treno per andare al lavoro, viene notata dallâamico di un agente e da lì inizia un nuovo capitolo: la moda delle passerelle da sogno, dei marchi più prestigiosi (Prada, Gucci, Chanel, Givenchy), dei fotografi di serie A (uno per tutti, Peter Lindbergh). E poi, la nascita di Maya nel 2007, il ruolo di mamma di campagna, in un ranch a unâora dalla capitale. Adesso che la quinta vita di Louise Pedersen ha preso il volo e sembra renderla felice come nessuna delle precedenti, lei è tornata. Sempre accompagnata dal suo cagnolino, con cui si presenta allâintervista. Lâappuntamento è per una colazione sul tardi in un locale molto âhygge styleâ di Copenhagen: The Union Kitchen, nel centro storico. Peccato sia pieno. La modella, allora, propone una passeggiata fino alle sponde di Ofelia Plads, dove si trovano chioschi deliziosi, container trasformati in paradisi dello street food, sdraio colorate e tavolini che si affacciano sul canale del teatro dellâOpera. La guardi camminare e la diresti in bilico: si muove come unâequilibrista a piedi nudi sul filo. Invece indossa un paio di comode sneakers bianche, abbinate a una minigonna a righe bianche e azzurre, una T-shirt basica e una minitracolla nera di Chanel. Ha i capelli sciolti, il viso struccato, le unghie laccate di bordeaux e un pacchetto di sigarette a portata di mano. «Dâestate, allâaperto, fumo di più», si giustifica e passa ad altro. «Dallo scorso dicembre io e mia figlia abitiamo in quellâappartamento lassù», indica mentre attraversiamo il quartiere Indre By. E addio campagna? «Ci concediamo lì due weekend al mese, così Maya può vedere suo padre (lâex marito di Louise, il fotografo americano Arthur Meehan, ndr)». Alt. Ma il tuo habitat naturale non era tra i boschi, i cavalli e i ritmi lenti del bel mondo agreste? «Che cosa non si fa per amore!». Et voilà la vita numero cinque della top: love and the city. «Sono innamorata pazza, come mai prima dâora! E vorrei sposarmi presto». Davanti a un caffè, a una fetta di torta di carote e a una vista mozzafiato, la Pedersen si prende del tempo per condividere la sua felicità spudorata, spiegare gli eventi che cambiano la sorte, mostrare il potere delle piccole grandi svolte. Lui chi è? «Uno sviluppatore di videogiochi, 35 anni nonostante ne dimostri meno. Ci ha presentati un amico comune una vita fa. E conservo ancora la foto di quel momento: guarda, siamo noi, a un festival qui a Copenhagen, la sua città (apre la galleria immagini dellâiPhone e zooma con orgoglio un vecchio scatto, ndr). Ci siamo rivisti per caso nellâestate del 2017 e non ci siamo più lasciati». Lâamore è questo, una prima persona plurale? «Questo amore è la cosa migliore che potesse capitarci». E allora: nozze? «Sogno una festa che duri almeno una settimana, in un posto esotico, la Costa Rica per esempio». Non sarebbe il tuo primo âsì, lo voglioâ⦠«Sono tornata a credere nel per sempre, con i suoi annessi e connessi». Tra gli annessi e i connessi câè un bambino? «Non desidero affrontare una seconda maternità. Quando aspettavo Maya, ho contratto la preeclampsia (una delle più gravi malattie che possono sopraggiungere in gravidanza, ndr): ho preso 25 chili e assomigliavo a un gavettone; sono quasi morta, ho dovuto affrontare un cesareo dâurgenza, aspettare nove mesi dopo il parto prima di tornare in forma e al lavoro. Insomma, unâesperienza che non voglio ripetere. E comunque, il mio compagno ha già una figlia, di quattro anni. Insieme alla mia, di 11, fanno due». >>> LâINTERVISTA COMPLETA à A PAG. 101 DEL NUOVO GLAMOUR SETTEMBRE.

Foto Signe Vilstrup

Foto Signe Vilstrup

 

L'articolo Louise Pedersen è tornata. Sulla copertina di Glamour settembre sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy