BEAUTY NEWS

Il festival Babel racconta il Brasile

Un’edizione dedicata al Brasile, esplorato nei suoi aspetti meno mainstream e meno noti: il festival Babel 2018 (12-15 settembre, a Bellinzona) ci porta alla scoperta di un Brasile misterioso e di frontiera, dalle foreste dell’A ...

Un’edizione dedicata al Brasile, esplorato nei suoi aspetti meno mainstream e meno noti: il festival Babel 2018 (12-15 settembre, a Bellinzona) ci porta alla scoperta di un Brasile misterioso e di frontiera, dalle foreste dell’Amazzonia alle aride terre del sertão, fino alle favelas urbane. Brasil Babel va alla ricerca di voci ancora poco conosciute
 in Europa e poco ascoltate anche in Brasile, la cui energia e urgenza hanno una potenza espressiva che non può passare inascoltata. Il Brasile più oleografico e meno interessante, quello della vulgata culturale samba-calcio-carnevale, fa spazio alle sperimentazione letterarie di una grande autrice come Clarice Lispector, alle indagini antropologiche dello scrittore Bernardo Carvalho e all’incrocio tra samba, bossa nova del grande musicista Arto Lindsay (nella foto).

Sabato 15 settembre l’incontro delle 16 è dedicato alla scrittrice più enigmatica e adorata del Paese sudamericano, Clarice Lispector: parlano di lei Roberto Francavilla (docente di letteratura portoghese e brasiliana e traduttore della Lispector che in Italia è pubblicata da Adelphi) e lo scrittore Emanuele Trevi. Alle 18 si torna all’attualità politica: la scrittrice turca Asli Erdogan porta il suo sguardo su Rio de Janeiro e sulla situazione in Brasile, a un mese dalle elezioni e dopo l’attentato di cui è rimasto vittima il candidato di destra Jair Bolsonaro.

Il programma prosegue con molti altri appuntamenti, dall’antropologia alla musica: la guida completa sul sito di Babel

 

 

L'articolo Il festival Babel racconta il Brasile sembra essere il primo su Vogue.it.


+

X

privacy