BEAUTY NEWS

Come diventare modella? I consigli degli esperti

Vittoria Ceretti sulla Cover Vogue Italia, settembre 2018 by Inez & VinoodhVittoria Ceretti by Inez & Vinoodh, Vogue Italia, Settembre 2018Vittoria Ceretti sulla Cover Vogue Italia, settembre 2018 by Mert & MarcusVittoria Ceretti by Mert & ...

Vittoria Ceretti sulla Cover Vogue Italia, settembre 2018 by Inez & VinoodhVittoria Ceretti by Inez & Vinoodh, Vogue Italia, Settembre 2018Vittoria Ceretti sulla Cover Vogue Italia, settembre 2018 by Mert & MarcusVittoria Ceretti by Mert & Marcus, Vogue Italia, Settembre 2018Vittoria Ceretti by Mert & Marcus, Vogue Italia, Settembre 2018Vittoria Ceretti by Inez & Vinoodh, Vogue Italia, Settembre 2018Vittoria Ceretti by Inez & Vinoodh, Vogue Italia, Settembre 2018Adwoa Aboah. Dior Couture, AW 2018-19, backstageBackstage Chanel Couture 2018-19Backstage Givenchy Couture AW 18-19 Dior Couture AW 2018-19, backstageDior Couture AW 2018-19, backstageBackstage Chanel Couture 2018-19Backstage Chanel Couture 2018-19

Negli anni 90 bastavano gambe lunghissime e molta determinazione. Nei Duemila era meglio avere un fisico esile, l’aria smarrita e un atteggiamento misterioso. E oggi: dal momento che il confine fra modella, influencer e attivista del web non è più così netto, che cosa serve davvero per diventare una professionista delle passerelle? Viviamo in un’epoca in cui modelle e modelli, al di là del loro aspetto fisico, hanno tutti gli strumenti per far conoscere le proprie passioni e la propria personalità, e di battersi per quello in cui credono. Qualche esempio? La modella americana Cameron Russell ha preso posizione contro le molestie sessuali con il suo hashtag #MyJobShouldNotIncludeAbuse, mentre la modella britannica Adwoa Aboah con il sito Gurls Talk offre alle ragazze un luogo sicuro dove confrontarsi su tematiche come salute mentale e sessualità.

Certo, ma loro sono già professioniste affermate. In realta come si muovono i primi passi in questo mondo complicato? Vogue ha parlato con Elena Mansueto, a capo della Divisione Donne di Elite Model Management Milano, con Hannah Jowitt dell’agenzia Models 1 che festeggia quest’anno il 50° anniversario, e con la star emergente Alexina Graham per scoprire le nuove regole della professione.

I primi passi per avviare la carriera. Elena Mansueto «Una delle strade più semplici è quella di partecipare a un casting internazionale come Elite Model Look. Ci si iscrive online tutto l’anno e le prime selezioni sono di solito verso giugno. Una modella come Vittoria Ceretti, sulla cover di Vogue Italia a Settembre, è proprio passata da lì. Un’altra possibilità? Ci si presenta direttamente in agenzia con appuntamento o senza, visto che di solito le migliori hanno anche un servizio cosidetto ‘walk-in’: si entra e si parla con un booker. Qui ci vuole la fortuna di incontrare la persona giusta che sappia vedere oltre, che sappia capire il potenziale della persona che ha davanti. Non sempre quando una modella entra in agenzia è già pronta per lavorare. A volte serve un accurato percorso di preparazione. Ogni agenzia ha un’atmosfera diversa, quindi meglio visitarne più d’una cercando di individuare quella più adatta al proprio profilo. Per conoscere l’impostazione di ognuna, basta consultare i siti e gli account social, Instagram in modo particolare. Attenzione, però, alle agenzie che vi vogliono far pagare una commissione. Quelle serie non prevedono mai una quota di iscrizione o del denaro per il portfolio».

Cosa cercano le agenzie in una modella oggi? Hannah Jowitt «I requisiti che cercano sono quelli ovvi per una modella riguardo taglia e tipologia fisica, ma essere snelli e slanciati e di bell’aspetto a volte non basta. Una modella deve essere solerte, flessibile, avere una personalità gradevole e socievole e deve essere pronta a rispondere a una chiamata su due piedi. Una modella non può avere una giornata ‘libera’ se è stata presa per uno shooting!»

Quali sono le opportunità di lavoro per una modella oggi? H.J. «Internet e i social hanno inaugurato una nuova generazione di modelle. Oggi per esempio abbiamo ragazze più basse di un tempo, non era mai successo, lavorano nel settore beauty, per l’ e-commerce e nel retail in genere. Se gli ingaggi per l’ e-commerce hanno introdotto nuovi standard di riferimento, anche quelli per l’editoria si stanno diversificando, pur in modo molto più lento. Per le sfilate non c’è stato un cambiamento enorme per quanto riguarda le taglie e le tipologie fisiche delle modelle, anche se gli stilisti oggi arrivano a scegliere anche ragazze leggermente più curvy e non giovanissime. L’ ascesa degli influencer, inoltre, ha dato alle modelle un’altra freccia al loro arco: se una modella ha un bellissimo profilo Instagram e molti follower, sicuramente questo influisce sulla scelta finale del cliente».

Quanto può guadagnare una modella? Alexina Graham Se è vero che una modella può guadagnare molto, la famosa frase di Linda Evangelista, che nel 1990 aveva detto, “Non ci alziamo dal letto per meno di 10mila dollari” non corrisponde alla realtà di tutti. Ho iniziato che avevo 18 anni, e per i primi 5 anni ho guadagnato poco. Solo dal sesto anno, le cose sono finalmente cambiate».

Quali sono state le ragioni del suo successo, secondo lei? A.G. «Lavorare sodo, crederci, e non mollare mai, ma anche avere un’agenzia che crede in me: sono questi i motivi per cui sono arrivata fin qui.”

Qualche consiglio per avere una chance in più? H.J. «Comprendere in fondo il settore è assolutamente essenziale: guardate i servizi fotografici, guardate il lavoro dei fotografi e dei creativi e anche delle altre modelle: come si muovono, come si comportano, come camminano. Poi è fondamentale avere sempre un aspetto curato e adottare uno stile di vita sano. Non è un mestiere facile, ci vuole molta costanza. Una modella di successo deve essere in ogni momento la versione migliore di sé, proprio come una ballerina o un’atleta. Fare la modella non è un’alterativa più semplice, come a volte può sembrare. E può dare, tra l’altro, grandi soddisfazioni: si lavora con persone di straordinario talento, si vedono posti meravigliosi e si guadagna piuttosto bene. Ogni giorno è diverso. Ci possono essere momenti duri, ma quando le cose vanno bene è una scelta professionale davvero fantastica!».

Testo di Roberta Lister A cura di Nicoletta Spolini

L'articolo Come diventare modella? I consigli degli esperti sembra essere il primo su Vogue.it.


+

X

privacy