BEAUTY NEWS

La mostra di Fila in Triennale

  Ormai lo hanno capito anche i non addetti ai lavori: lo sportswear e gli anni Ottanta sono di tornati di gran moda. Dal passato riemergono così con un grande slancio vitale quei marchi che indossavano i nostri genitori, e chi in qu ...

 

Ormai lo hanno capito anche i non addetti ai lavori: lo sportswear e gli anni Ottanta sono di tornati di gran moda. Dal passato riemergono così con un grande slancio vitale quei marchi che indossavano i nostri genitori, e chi in quegli anni era un ragazzino. Lo stesso sta succedendo a Fila una tra le aziende leader a livello mondiale con un fatturato di 893 miliardi nel 1998, fondata a Biella nel ’26 dapprima come produttrice di maglieria intima, e a partire dagli Settanta indosso ai grandi campioni dello sport. Dal tennis allo sci, all’atletica leggera, vestiva Fila: Adriano Panatta, Bjorn Borg, Guillermo Vilas, ma anche Alberto Tomba, Fiona May, Boris Becker, Monica Seles solo per citarne alcuni.

Oggi l’azienda, di proprietà di Fila Korea, con sede a Seul, ha deciso non solo di sfilare durante la settimana di Milano Moda Donna, il prossimo 23 settembre, ma di farsi conoscere alle nuove generazioni attraverso una bella retrospettiva alla Triennale di Milano. Un percorso emozionale costruito a 360 gradi che accompagna il visitatore in un viaggio con un percorso suddiviso in quattro momenti visivi, temporali e sensoriali per farlo immergere nel mondo FILA attraverso capi di abbigliamento, immagini d’archivio, video. Una  mostra che celebra le radici per raccontare il presente e il futuro di uno dei brand più iconici di sempre. Che a partire da quel primo stabilimento a Biella, dove la capacità imprenditoriale e lo spirito di innovazione sono state l’energia propulsiva di sogni e intuizioni che hanno dato vita a una storia unica e irripetibile, gettando le basi per un successo internazionale. Tutti in Fila Dal 18 al 23 settembre Triennale di Milano Viale Alemagna Ingresso Libero


+

X

privacy