BEAUTY NEWS

Il pigiama party più glamour è quello di Sofía Sanchez de Betak (conosciuta come Chufy)

Sul letto king size, tra i cuscini rivestiti di velluto acquamarina, câè un vassoio con quel che resta di appetitosi mini hamburger. Di fianco, fragoline di bosco e flûte di champagne macchiati di rossetto. Accanto alla parete, un ...

home_pigiama4 Sul letto king size, tra i cuscini rivestiti di velluto acquamarina, câè un vassoio con quel che resta di appetitosi mini hamburger. Di fianco, fragoline di bosco e flûte di champagne macchiati di rossetto. Accanto alla parete, un rail pieno di capi dalle stampe multicolor contrastano con la carta da parati blu petrolio.

Se questa suite dellâHôtel de Berri di Parigi potesse parlare, racconterebbe di un cocktail glamour tra donne molto chic. «Ieri sera ci siamo divertite parecchio durante lo shooting della collezione che ho disegnato per The Luxury Collection», racconta Sofía Sanchez de Betak, detta âChufyâ (nella foto sopra). Art director e fashion consultant, nonché candidata ai Glamour Awards 2018, ha appena creato una linea prêt-à-porter per il famoso brand di lusso di cui è ambassador, che comprende abbigliamento da camera e accessori da notte. «Ho pensato che sarebbe stato carino invitare un poâ di amiche (Margherita Missoni, Elisabeth von Thurn und Taxis, Laure Heriard Dubreuil, Alexia Niedelski, Bianca Manley, Yaz Bukey, Peggy Frey e Caroline de Maigret, ndr) e organizzare un pigiama party. Non câera modo migliore per raccontarla», sottolinea. Sofía è così. Un vulcano di idee che ti trascina nel suo vortice di entusiasmo latino e ti ammalia con il fascino inconsapevole di una musa di stile âper casoâ, amatissima dallo street style internazionale.

home_pigiama3Sofía Sanchez de Betak con l’amica Yaz Bukey.

Nata a Buenos Aires, vive e lavora a New York, ma è una giramondo, divisa tra la sua Argentina e le capitali della moda. I fashion insider la ricordano con il suo cognome da nubile (Barranechea), oggi è de Betak (il marito, Alexandre, è un noto organizzatore di eventi), ma il resto del mondo la conosce con il soprannome (e nickname su Instagram) Chufy. «Quando sono andata a vivere a Manhattan, sette anni fa, câera una mia omonima: Sofía Sanchez Mongiello, fotografa di moda molto famosa che con il compagno Mauro faceva un sacco di editoriali per riviste come Numéro, Vogue, The New York Times», racconta. «A un certo punto iniziavano ad arrivarmi via posta inviti e lettere intestate a lei. Câera confusione. Così ho deciso di usare il mio nomignolo di quando ero bambina: un gioco cacofonico che ha trasformato Sofía in Sofi, Chofy in Chufy».

Dal vivo, ha charme da vendere. Occhi smisuratamente grandi e penetranti, zigomi alti e simmetrie del volto affilate e perfette. La silhouette è invidiabile nonostante la piccola Sakura sia arrivata solo lo scorso dicembre.

home_pigiama2Sofìa con l’amica Peggy Frey.

Toglimi una curiosità: perché tua figlia si chiama così? «Ho preso il nome da un cartone jap che va di moda tra gli under 20, è molto popolare. Senza contare che è anche un fiore bellissimo e ho una passione smisurata per il Giappone. Sakura è nata a Maiorca, ma è stata concepita proprio lì (sorride, nrd)».

>>>>>>> LEGGI TUTTA L’INTERVISTA A PAGINA 170 DI GLAMOUR DI OTTOBRE, ORA IN EDICOLA.  

 

L'articolo Il pigiama party più glamour è quello di Sofía Sanchez de Betak (conosciuta come Chufy) sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy