BEAUTY NEWS

Rivestirsi di simboli: la nuova moda è il gioiello portafortuna

Alexander McQueenNove25Nove25Alexander McQueenAlexander McQueenAlexander McQueenGucciSwarovski Swarovski Swarovski Alice + Oliva Alice + Oliva AltuzarraAltuzarraDodoMELISSA JOY MANNINGAnna SuiBulgariGucciCHAN LUUAndreas Kronthaler for Vivie ...

Alexander McQueenNove25Nove25Alexander McQueenAlexander McQueenAlexander McQueenGucciSwarovski Swarovski Swarovski Alice + Oliva Alice + Oliva AltuzarraAltuzarraDodoMELISSA JOY MANNINGAnna SuiBulgariGucciCHAN LUUAndreas Kronthaler for Vivienne WestwoodAndreas Kronthaler for Vivienne WestwoodAndreas Kronthaler for Vivienne WestwoodDe Grisogono KidultKidultKidultDior Dior Dior CartierCartierFausto PuglisiPomellatoSwarovski GucciGucciTiffany & CoPandoraLanvinLanvinBia Tambelli PLVPLVMaison MargielaOscar de la rentaCAROLINA BUCCIAcne StudiosPasquale Bruni

Dalla notte dei tempi, si attribuisce al gioiello un valore che va ben oltre quello materiale. Saranno la preziosità dell’oro o la magia ancestrale legata alle gemme, fatto sta che il gioiello è stato sovente considerato un amuleto, volto a tenere lontano energie negative ed essere invece accessorio di buon auspicio.

Nella storia e tra le varie culture vi sono numerosi simboli portafortuna: basti pensare all’occhio di Horo simbolo di chiaroveggenza, alla mano di Fatima data in dono alle bambine musulmane, alla croce e al rosario segni di speranza e salvezza, ai corni napoletani oggetto scaramantico “scaccia guai” e al ferro di cavallo segnale di buon auspicio.

Immediatamente riconoscibili, anche se il loro significato originario a volte è andato perso nel tempo, questi segni portafortuna fanno oggi capolino tra i gioielli. Con piacevole sorpresa scopriamo quanti amino vestirsi di simboli di fatto promuovendo nuove tendenze.

Nelle collezioni Autunno Inverno 2018 2019 vediamo comparire gioielli-amuleto con animali portafortuna. Alexander McQueen sceglie maxi e multi anelli con farfalle e scarabei, collane-amuleto come quella con farfalla su rubino rosso, a ricordare gli insetti catturati nell’ambra da tempi più antichi, o quella con ragno, animale di buon augurio. Anche Swarovski lancia il gioiello-talismano e propone anelli e collane a forma di gufo o di scarabeo, orecchini con l’occhio di Horo, simbolo nella religione egizia di prosperità, potere regale e buona salute. Altuzarra sfoggia bracciali con maxi cavallucci marini e grandi orecchini a forma di corallo. Proprio per la sua particolarità metamorfica e la sua relativa rarità il corallo è stato fin dall’antichità utilizzato come amuleto. Altuzarra lo disegna a creare un effetto dark-punk unico e magnetico. Ritroviamo lo stesso gusto dark-romance nelle collane Alice + Oliva, le cui forme squadrate ricordano i gioielli tribali con figure umane stilizzate per allontanare le energie negative o il malocchio. Gucci sceglie l’elefantino con la proboscide eretta, contrassegno portafortuna poiché, secondo la tradizione, atterrisce il nemico occulto.

L’elefante è amuleto prediletto anche per Andreas Kronthaler. Per la collezione autunno inverno il designer sceglie accessori particolarmente simbolici: la higa brasiliana, un pugno chiuso con il pollice che spunta tra l’indice e il medio, molto apprezzato tra le popolazioni dell’America del Sud che lo utilizzavano come potente amuleto protettore; moschettoni, lucchetti e chiavi abbinati a un make up e a un dress code “dirompenti e provocatori”. Un po’ come la celebre linea “Juste un clou” di Cartier il cui chiodo, concepito negli anni Settanta a New York, diventa il riflesso di un’epoca festosa e libera.

Kidult attinge alle filosofie orientali e inserisce nei suoi bracciali il quarto chakra, simbolo di amore e di capacità di perdono, il volto di Budda quale auspicio per un buon karma e la mano di Fatima, segno universale di protezione.

E cosa dire di Bulgari che con la collana Peperoncino Collezione Festa Bvlgari Alta Gioielleria in platino con pietre semipreziose e pavé di diamanti racchiude nell’alta gioielleria un simbolo scaramantico? D’altronde le origini del corno come segno di buon auspicio vanno ricercate in un passato lontano, quando l’uomo primitivo associava la potenza fisica degli animali alla grandezza delle loro corna. E il grande merito di stilisti, gioiellieri e designer in questa reinterpretazione del gioiello-amuleto è stato proprio quello di saper coniugare la magia di questi antichi simboli popolari con il gusto versatile, originale e spiritoso con cui affrontare oggi la contemporaneità.

L'articolo Rivestirsi di simboli: la nuova moda è il gioiello portafortuna sembra essere il primo su Vogue.it.


+

X

privacy