CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Negli ultimi anni, l’uso di mascara colorati è tra le tendenze make-up più diffuse e amate soprattutto tra le ragazze. Molte donne, però, si chiedono come scegliere il mascara giusto e qual è il tipo di make-up da abbinare a ciglia così vistose.

62BEB293-7B55-4225-A8DF-98740FFD773C

Photo Credit Pinterest by Beauty411

I mascara colorati si possono utilizzare in tanti modi, a seconda del make-up che si vuole creare e, ovviamente, dall’occasione.

La prima possibilità è di utilizzare il mascara colorato da solo, vale a dire senza utilizzo di altri trucchi per gli occhi…in questo modo si crea un effetto quasi naturale in quanto, a differenza dei mascara tradizionali, non allungano né voluminizzano le ciglia ma si limitano semplicemente a colorarle. Questo tipo di utilizzo è consigliato soprattutto alle più giovani come trucco da giorno; il mascara colorato però può essere applicato anche sopra il mascara nero, in questo modo il risultato finale che si ottiene è decisamente più intenso. In questo caso bisogna creare una buona base, utilizzando un mascara nero volumizzante o incurvante da stendere su tutta la lunghezza delle ciglia, mentre il mascara colorato va steso solo sulla punta al fine di creare un effetto più elegante. Se, invece, volete creare un effetto più magnetico, allora potete stendere anche il mascara colorato su tutta la lunghezza delle ciglia.

Un ultimo tip da seguire per applicare il mascara colorato, è quello di stenderlo solo sulle ciglia inferiori; in questo modo potete sottolineare lo sguardo e creare un effetto molto sofisticato.

Per quanto concerne il colore, quello del mascara va ovviamente scelto tenendo conto anche delle tinte dell’ombretto e del trucco che si intende realizzare.

Cosigli utili: -Si sceglie in base al colore degli occhi. -Mascara blu e viola: il mascara blu intenso si addice agli occhi nocciola, neri e azzurri, mentre le sfumature blu elettrico e viola sono perfette per gli occhi castani. -Mascara marrone: Il mascara marrone è invece perfetto per gli occhi verdi in quanto contribuisce a creare un make-up leggero specialmente se abbinato a un trucco naturale. -Mascara arancio: Il mascara arancio è abbastanza difficile da utilizzare e si addice soprattutto ai make-up estivi; attenzione però potete utilizzarlo solo se avete gli occhi verdi o tendenti all’azzurro. -Mascara corallo: Questo tipo di mascara sta bene agli occhi verdi e azzurri; il suo effetto si amplifica se utilizzato in combinazione con toni di ombretto molto caldi. -Mascara fucsia: Si tratta di un colore di tendenza che mette particolarmente in risalto gli occhi verdi, marroni e neri. -Mascara verde: questa tinta di mascara, va usata in combinazione con ombretti marroni o dorati; se avete gli occhi verdi, applicato da solo,  portatelo solo di giorno, mentre abbinato con il mascara nero può essere indossato anche di sera. -Mascara giallo: Anche questa non è una tinta facile da utilizzare; per questo è bene sfruttarlo solo in date occasioni e sempre in combinazione con l’eyeliner nero o di colore scuro.

L'articolo Mascara colorato: ecco quale scegliere e come utilizzarlo al meglio sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

HermesIsabel MarantMax MaraAnonyme Designers MARELLAPelle NeraMARELLAAtticoMASSIMO DUTTI MorfosisClaudie Pierlot ParisSILVIAN HEACHSfizio PrimarkPelle NeraOttod'AmeVersaceWOLFORDLiu Jo Bella Hadid
autunno inverno 2018 2019

Foto Christian Oita. Fashion editor Valentina Di Pinto.

 

Non c’è autunno inverno che tenga senza un giubbotto imbottito o un trench di pelle nera. Eppure, non ci sono soltanto giacche: questa stagione la voglia di black leather minimal e anni Novanta conquista dalla testa ai piedi.

I LOOK GIUSTI  I pantaloni second skin si sfoggiano con il top in nappa e il coat oversize da pantera; il tubino da guerriera funziona anche con un paio di fuseaux graffianti; l’abito lungo (sì alle zip) si nasconde sotto un doppiopetto architettonicamente perfetto; i pantaloni-palazzo XXL a vita alta con il piccolo bomber imbottito e scarpe basse, perfette le sneakers.

GLI ACCESSORI Sedurre con stile con pezzi chiave, gotici al punto giusto: anfibi, tacchi stiletto, cuissardes (anche sopra i leggings), tracolline, guanti lunghi che regalano il fascino da diva d’altri tempi e occhiali da sole sottili e da gatta alla Matrix.

IL CONSIGLIO Dite sì alle scollature e alle maniche importanti, ai maxi revers dei cappottini sciancrati e alle asimmetrie grintose. Per una volta bandite le mezze misure e vestitevi come un’eroina Marvel. Se proprio non ve la sentite di osare, “spezzate” il pantalone di pelle con un maglione crema, il trench con il denim oppure continuate con il nero su nero ma mixate tessuti diversi.

LE IDEE PIU’ GLAMOUR  Sfogliate la gallery sotto per conoscere i pezzi chiave da avere subito nell’armadio. Leggete Glamour di dicembre-gennaio: a pagina 164 c’è un servizio di moda che vi suggerisce come abbinare la pelle. Lo styling è della nostra fashion editor Valentina Di Pinto. E adesso: sbizzarritevi!

L'articolo Pelle nera: un classico dell’inverno da sfoggiare in total look sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Ragazze oggi parliamo di un tema molto caro a tutte le donne, ma al tempo stesso molto difficile.

Si tratta della depilazioneVi dice qualcosa?

Ora che si avvicina la stagione fredda ammettiamo tutte che siamo sempre più pronte a nascondere le nostre gambe e le nostre parti intime… Vero? Dovremmo invece essere costanti, in modo da eliminare i peli ogni mese!

Vediamo nel dettaglio quali sono le opinioni sulla depilazione e le zone del corpo più delicate da depilare

A prescindere dal metodo che si voglia scegliere, la più sofferta ceretta a caldo, il classico rasoio, la depilazione laser o anche la crema depilatoria, ognuna si impegna per essere più liscia possibile. Ma in tema di depilazione intima, non abbiamo tutte le stesse idee ed esigenze. C’è chi preferisce la depilazione totale, per la sensazione di pulizia e setosità che regala, chi la meno invasiva brasiliana e chi un pube nature fregandosene di ogni tipo di schema sociale che ci vuole lisce.

Ma è vero che la depilazione inguine totale è più igienica?

Numerosissimi studi hanno evidenziato come, la depilazione inguine totale, contribuisca ad accelerare la proliferazione dei batteri a causa della combo “letale” tra mancanza di protezione, e calore e umidità dell’area genitale. Dovete sapere che noi donne siamo solite depilare completamente pube inguine, ma non tutte sappiamo che sono le zone più predisposte a contrarre herpes genitali e papilloma virus rispetto ad altre. Ci sono infatti delle microferite e microtraumi causati dalla depilazione, che espongono maggiormente la zona genitale all’azione di questi virus.

 

Foto di Angelica Alberti

Photo Credit: @AngelicaAlberti

 

La ceretta è sicuramente la modalità più indicata, se fatta qualche giorno prima di andare al mare: altrimenti la salsedine e la sabbia potrebbero irritare la vostra zona intima, facendo comparire qualche “brufolino”. Sta di fatto che con la ceretta inguinale, il bulbo pilifero viene strappato assieme al pelo, lasciando la pelle liscia per circa 3 settimane e ciò ci tranquillizza molto!

Io vado ogni tre settimane dall’estetista, ma il tempo di ricrescita del pelo è molto variabile

Ovviamente durante i mesi estivi la depilazione più gettonata e scelta è quella totale: in questo modo, non dovrete avere il timore che qualcosa possa scappare al vostro controllo intravedendosi dal costume.

E in Inverno? Ognuna a modo suo!

 

L'articolo Depilazione si o depilazione no? sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Sognate anche voi come me di avere un corpo tonico, bello e sano?

Immagine tratta da Pixabay

Photo Cfredit: Pixabay

Tonificare il corpo va oltre al dimagrimento: è molto più semplice dimagrire che rendere tonico il proprio corpo. Quando il vostro corpo è tonico avrete più energia, una mente più brillante, e sentirete aumentare la fiducia, sapendo di aver fatto del vostro meglio per ottenere quella forma fisica invidiabile.

1.Iniziamo dall’alimentazione.

La prima cosa da evitare è la disidratazione: il muscolo è fatto in gran parte di acqua, e se non si beve abbastanza l’organismo attingerà da questa riserva, riducendo così la massa muscolare.

Quindi, il primo consiglio per tonificare i muscoli è bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Poi evitate sodio e farinacei due fenomeni che si accompagnano alla riduzione della massa muscolare. Azzardate poco con il sale, niente cibi precotti o da fast food, niente insaccati, pochi formaggi (possibilmente freschi) e poco pane.

Qui un piccolo esempio di alimentazione giornaliera che vi consiglio:

-colazione: fette biscottate, marmellata, 2 frutti di stagione -metà mattina: 1 frutto di stagione, una manciata di frutta secca -pranzo: verdure miste, uova o pesce, patate o pane integrale -metà pomeriggio: 1 frutto di stagione, una manciata di frutta secca -cena: verdure miste, carne o pesce o formaggi freschi

E come allenamenti?

-Allenarsi intensamente ma con moderazione: bastano 2-3 allenamenti settimanali, purché siano abbastanza intensi da stimolare il metabolismo e provocare degli adattamenti. -Allenarsi prima in sala pesi, poi passare al lavoro aerobico: la tipologia di sforzo richiesta in sala pesi è di tipo “anaerobico”, intensa e di breve durata. Per sfruttare al meglio le riserve glucidiche, il lavoro in sala pesi deve precedere quello aerobico. -Selezionare sempre esercizi che consentano di impiegare più gruppi muscolari contemporaneamente: per cui via libera a movimenti “globali” che costringono il nostro corpo ad un dispendio calorico più elevato e inoltre incrementano la forza, la coordinazione e l’equilibrio maggiormente rispetto ai movimenti isolati. -Attività aerobica ma con discrezione: non serve correre per ore sul tapis roulant, bastano dai 10 ai 20 minuti dopo l’allenamento. -Evitare il sovrallenamento: come detto sopra, allenarsi troppo provoca in molti casi perdita di tono muscolare. Questo è solo uno dei segnali del sovrallenamento.

Cosa ne pensate?

Tonificherete il vostro corpo come me durante questa stagione?

L'articolo Come tonificare il corpo: piccoli consigli utili sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Mismatched nail art invernale: vi svelo tutto ciò che c’è da sapere su questo trend.

colori unghie

Pinterest – NailAddict via @alicecerea

L’inverno è alle porte e, dopo un cambio armadio dettato dai trend della moda 2018/2019 (clicca qui per scoprirli tutti) eccoci a parlare di beauty. Oggi scopriremo insieme quali saranno i colori unghie più cool e le manicure da non perdere assolutamente.

In vetta a tutte le classifiche la Desert Manicure, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa, con i suoi colori tenui e le micropitture.

Per le amanti dei colori, dello stile pop e del mix and match ecco avvicinarsi un altro trend unghie di cui parleremo a lungo: la Mismatched Nail art. Si tratta di una manicure che prevede le unghie colorate in modo disordinato mixando i colori a seconda dei propri gusti.

Oggi vedremo insieme una serie di colori perfetti da abbinare per realizzare una Mismatched nail art invernale a regola d’arte.

colori unghie

Pinterest – NailAddict via @alicecerea

 

Chi ha detto che i colori tenui non possono essere “disordinati”? Ecco una variante di colori tenui per chi vuole sperimentare senza eccedere. I toni del sabbia e del cipria saranno i vostri migliori amici e qui trovate una gallery con tutti i trend unghie invernali ultra-femminili.

colori unghie

Pinterest – NailAddict via @alicecerea

 

I colori caldi, quelli delle foglie secche e della cioccolata calda: dal senape al cioccolato, passando per sfumature di oro, panna e colori intensi con qualche micro-pittura. Qui trovate una gallery di unghie invernali che vi farà innamorare.

colori unghie

Pinterest – NailAddict via @alicecerea

 

Black&Gold: ecco una variante perfetta per l’inverno e per le feste. I colori unghie nero e oro tornano a risplendere e si intersecano perfettamente tra di loro creando linee rette e giochi geometrici. Ecco una gallery di unghie nere e oro che vi farà impazzire.

Che ne dite? Avete trovato il colore unghie invernale perfetto per la vostra manicure disordinata? Se amate l’inverno non perdete le unghie natalizie più cool del momento e questa guida alle unghie inverno 2019.

L’appuntamento è sul canale youtube, su Alice Cerea e nelle Stories di Instagram con tantissimi tips beauty e non solo, alla prossima!

L'articolo Pronte? Arriva la Mismatched Nail Art invernale sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Si sà, con l’arrivo del freddo polare, ecco che anche le nostre mani ne risentono diventando secche e screpolate. Ma come ovviare il problema? Vediamo qui di seguito ben 5 efficaci rimedi della nonna davvero utili!

photo credits @greenme.it

photo credits @greenme.it

Cominciamo così:

1) Non lavare le mani con detergenti troppo aggressivi e nemmeno asciugarle male altrimenti, uscendo fuori le mani umide sono molto più sensibili e con questo freddo e ne risentirebbero molto!

2) Prima di uscire di casa per proteggere le nostre mani dalle basse temperature dobbiamo ricorrere all’applicazione di una buona crema protettiva e nutriente.

3) Se non si ha una crema idratante si possono provare oli e burri vegetali. I migliori? Per esempio c’è il burro di karitè in quanto gode di molteplici proprietà emollienti, nutrienti e antiossidanti. Anche l’olio di cocco è un buon idratante e lenitivo così come anche l’olio di mandorle dolci. Per usarli al meglio, si consiglia di applicare uno di questi oli dopo aver lavato le mani ed averle tamponate delicatamente con l’asciugamano.

photo credits @donnaclick.it

photo credits @donnaclick.it

4) Come per il viso, e i capelli, fare una maschera nutriente per le nostre hands screpolate sarà un valido alleato che le aiuterà molto. Per realizzarne una con pochi ingredienti e in casa, vi basterà usare: miele e alcune gocce di un olio a piacere. Applicate la miscela sulle mani e tenetela in posa per circa venti minuti e poi risciacquate.

5) Se notate che sulla  pelle delle mani oltre alla secchezza ci sono tagli o ferite, mettetele a mollo nell’acqua tiepida con olio essenziale di lavanda. Massaggiate per bene le dita al fine di fare assorbire meglio il prodotto. Dopodiché mettete un po di gel d’aloe vera specie su cuticole ma anche sulle ferite così che si possano rimarginare più in fretta!

 

L'articolo Cinque rimedi infallibili per le mani screpolate sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

doccia

Le idee più creative nascono sotto la doccia. «È un ambiente rilassante, solitario, al di fuori di ogni giudizio e che invoglia la mente a vagare liberamente, e le persone ad essere più aperte al loro flusso interiore di coscienza, sognando ad occhi aperti», ha spiegato, il dottor Scott Barry Kaufman, co-autore del libro Wired to create, e autore di uno studio da cui emerge che il 72% delle persone sono attive intellettualmente sotto la doccia.

Per rilassare mente e corpo, soprattutto dopo una grigia giornata invernale, una doccia calda crea l’ambiente in cui far proliferare idee geniali. Da non sottovalutare, però, sono anche tutti i pro di concedersi una doccia fredda. Un gesto che mette in forma la pelle come un vero e proprio trattamento beauty. Come accade nella medicina estetica, sul corpo e in particolare su cuscinetti adiposi e cellulite si agisce in modo efficace sia sfruttando l’azione del caldo, come radiofrequenza o laser, sia quella del freddo, è il caso del coolsculpting per esempio. E così, anche sotto la doccia, a seconda dell’obiettivo da raggiungere, il tipo di getto ha la sua importanza.

 

I BENEFICI DELLA DOCCIA FREDDA

Ha un effetto tightening sulla pelle. Ovvero la rende più compatta e con un effetto lifting naturale.

Il freddo agisce anche sul metabolismo. Sfruttando l’idea della crioterapia, anche la doccia fredda mette in moto il metabolismo, perché il corpo risponde alzando la temperatura interna che richiede un uso maggiore di energia.

Aiuta ad ammalarsi di meno perché stimola il sistema immunitario. Serve un po’ di coraggio, ma una doccia fredda alla mattina vi sveglia, e diminuisce le probabilità di prendervi un raffreddore durante l’inverno. Per fortificare l’organismo e stimolare i tessuti cutanei, potete anche alternare i getti d’acqua, l’importante è che la frequenza non superi i due minuti.

L’acqua fredda migliora la circolazione perché aumenta l’ossigenazione nei tessuti. Insistete soprattutto su caviglie e gambe.

Un getto di acqua fredda prima di uscire dalla doccia, fa bene anche ai capelli. Chiude le squame e li rende più lucidi.

Un getto d’acqua fredda ogni mattina aiuta a rendere meno pigri e volubili, perché dopo aver resistito a uno shock termico tutto sembrerà più facile.

I BENEFICI DELLA DOCCIA CALDA

Riduce le tensioni muscolari dovuti a contratture, a posizioni sbagliate, o dolori cervicali che nascono dal collo e dalla testa.

Ricarica le batterie. Dopo una doccia calda ci si sente ritemprati e con una nuova carica di energia.

Il vapore generato dal calore, fa bene per il raffreddore perché riduce la congestione nasale.

Purifica la pelle, apre i pori farendo l’eliminazione delle impurità e allo stesso tempo rende la cute più ricettiva ad assorbire gli attivi delle cosmetici.

Una doccia calda che ci si può godere con più calma di quella fredda (con un buon impatto psicologico, ma cattivo dal punto di vista ambientale) aiuta a combattere la depressione perché rinforza e sincronizza i ritmi circadiani e perché migliora la qualità del sonno.

L'articolo Doccia fredda vs doccia calda sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Chi sia Hugo resta un mistero. Sta di fatto che il signore in questione si è inventato un gran buon drink! Vogliamo immaginarlo affascinante, cosmopolita, elegante… un tombeur des femmes che ha dato vita a quest’incantevole mix di fiori di sambuco proprio per conquistare la sua prediletta! Per prepararlo, procurati: 6 foglie di menta, ¼ di lime tagliato a spicchi, 25 ml di liquore di sambuco, Prosecco freddo, q.b. e una spruzzata di seltz. Procedi, quindi, così: metti 4 foglie di menta e gli spicchi di lime in un bicchiere da Brandy (Baloon) e scgiacciali leggermente con il pestello. Aggiungi il liquore di sambuco, una manciata di cubetti di ghiaccio e riempi fino a metà con il Prosecco. Mescola delicatamente. Completa con il Prosecco e una spruzzata di seltz e guarnisci con le restanti foglie di menta. Servi con una cannuccia.

Questa e altre 39 ricette per drink leggeri e gustosi sono contenute nel nuovo manuale Prosecco, 40 idee per ogni occasione con il re delle bollicine, edito da Nomos (9,90 euro).

Prosecco-ok

L'articolo Hugo, la ricetta del gustoso cocktail al Prosecco che seduce le donne sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Come nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioielloCome nasce un gioiello

Tutti usiamo il computer, ma pochi ne conoscono i meccanismi interni. Tutte (o molte di noi) amano la moda, ma una minima percentuale di fashion victim ha anche competenze sartoriali. Lo stesso vale per i gioielli: chi non  ha mai sfoggiato un paio di orecchini o un braccialetto? Ma quante sono in grado di raccontare come vengono prodotti? Per saziare questa curiosità, ci siamo imbucate nella fabbrica di una delle aziende leader in Italia, Giovanni Raspini. E, camminando per i corridoi, tra gli artigiani in tuta bianca e i forni per la fusione dei metalli, abbiamo scoperto queste dieci chicche.

1. Anche l’argento è una lega. Il 925 detto sterling è composto al 92,5% d’argento puro e al 7,5% di rame. L’argento 800, invece, contiene il 20% di rame. 2. L’argento fonde circa a 900 gradi. Molto meno del ferro, per il quale occorre superare i 1500. 3. Il 95% dei prodotti Raspini è realizzato a mano da un gruppo di circa 20 artigiani. 4. L’intera produzione avviene in Italia, più precisamente a Pieve al Toppo, nel cuore della Val di Chiana, Toscana. 5. L’ideazione di ogni singolo gioiello prevede l’interazione di un team di creativi, dai disegnatori agli scultori agli artigiani. Tutti supervisionati dal patron Giovanni Raspini, che dice: «Da noi collaborano artisti di ogni età, da Enrico, un ragazzo 18enne che parla pochissimo e disegna come un dio, a Giancarlo Fulgenzi, designer iconico degli anni ’60, che oggi di anni ne ha 89». 6. La tecnica con cui vengono realizzati i gioielli si chiama “fusione a cera persa”. Consiste nel creare un modello in cera e utilizzarlo per farne uno stampo in gomma o caucciù. Se l’accessorio è particolarmente complesso, lo stampo viene sfruttato per la riproduzione di circa 100 pezzi. Dopodiché va sostituito. 7. Perché il modellino in cera sia di qualità, occorre riscaldare una punta di ferro e ricavare le sfumature calando gocce di cera calda sul modellino stesso. In questo modo si può dare espressività a un volto o arricchire di dettagli una natura morta. 8. Dal disegno alla lucidatura finale, passando per la fusione del metallo, si contano circa 12 passaggi necessari per ottenere il gioiello che acquistiamo in negozio. 9. Più articolato, invece, è il making of dei pezzi unici. Come il premio che Giovanni Raspini ha creato appositamente per omaggiare il regista Mario Martone nel corso della serata Giovanni Raspini Cine Award. Il gioielliere ha realizzato una tartaruga sormontata da un obelisco composto da pellicole cinematografiche. 10. In questo momento gli sforzi creativi dell’azienda sono diretti verso un’esibizione di pezzi unici che andranno in mostra il prossimo marzo a Palazzo Visconti di Milano. Il tema? Nautilus: i gioielli sono ispirati al capolavoro di Jules Verne Ventimila leghe sotto i mari. Incuriositi? Stay tuned!

L'articolo Siete mai state in una fabbrica di gioielli? sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Sono trascorsi più di due secoli e mezzo ma la regina Maria Antonietta non smette di far parlare di sé. Oggi probabilmente sarebbe una star del web, al pari di Meghan Markle e Kate Middleton, poiché il suo mito resta ancora intatto. E i suoi gioielli pure, tanto che a un’asta di Sotheby’s svoltasi a Ginevra un suo pendente con perla e diamanti è stato venduto per ben 36 milioni di euro. Gioiello che fa parte di una collezione di 10 pezzi appartenuti alla regina di Francia e che lei stessa riuscì a mettere in salvo inviandoli in tempo alla sua famiglia, fuori dal regno, custoditi per tutto questo tempo dagli eredi della famiglia Borbone-Parma.

GettyImages-1052518842

L'articolo I gioielli della regina sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Si avvicina Vanity Fair Stories, il primo grande evento organizzato da Vanity Fair Italia e patrocinato dal Comune di Milano. L’appuntamento è a Milano il 24 e 25 novembre all’Anteo Palazzo del Cinema in via Milazzo 9 per una due giorni aperta ai propri lettori ricca di ospiti nazionali e internazionali, di proiezioni e di prime visioni.

Vanity Fair Italia continua a essere per il nostro paese – nella sua versione cartacea e nelle sue piattaforme digitali dai numeri record – il luogo dove si raccontano storie di vita di uomini e donne straordinari. I suoi valori e la sua qualità lo hanno reso un’eccellenza nel panorama internazionale, un’eccellenza che adesso prenderà la forma di un grande evento aperto al pubblico.

Vanity Fair Stories combina la vocazione al racconto che è anima del brand e la sua attenzione per i nuovi linguaggi che lo storytelling continuamente abbraccia: Stories infatti prende proprio ispirazione dal format di Instagram che ha riscosso un incredibile successo negli ultimi tempi. Sul palco del VFS si alterneranno cantanti, attori, registi, sceneggiatori, scrittori nazionali e internazionali che si racconteranno e racconteranno con la propria voce storie personali ed eccezionali.

Tanti gli ospiti presenti: l’attore Alessandro Borghi, l’attrice e regista Valeria Bruni Tedeschi, lo scrittore Peter Cameron, l’attrice Cristiana Capotondi, il regista e sceneggiatore Saverio Costanzo, l’attore e il regista Marco D’Amore, il rapper Fedez, lo showman Rosario Fiorello, il regista, sceneggiatore e scrittore Paolo Genovese, l’attore Marco Giallini, il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Terry Gilliam, la regista e attrice Valeria Golino, il regista, sceneggiatore e produttore cinematografico Luca Guadagnino, l’attrice Miriam Leone, lo scrittore e sceneggiatore Francesco Piccolo, l’attrice Alba Rohrwacher, il regista e attore Kim Rossi Stuart, il regista Stefano Sollima, lo scrittore e regista premio Oscar Paolo Sorrentino, gli youtuber The Jackal, la regista e sceneggiatrice Maria Sole Tognazzi, il regista, attore e sceneggiatore Carlo Verdone, lo sceneggiatore e regista Giovanni Veronesi, il conduttore, scrittore e sceneggiatore Fabio Volo.

A cui si aggiungono anche l’attrice Euridice Axen, la giornalista, conduttrice televisiva e scrittrice Daria Bignardi, la top model Maria Carla Boscono, l’attore Fortunato Cerlino, la comica, conduttrice televisiva e attrice Geppi Cucciari, l’attrice Matilda De Angelis, l’ Amministratore Delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco, l’ex calciatore Alessandro Del Piero, lo youtuber Favij, l’attrice Isabella Ferrari, l’attrice e conduttrice televisiva Chiara Francini, il giornalista, scrittore e conduttore televisivo Massimo Gramellini, l’amministratore delegato di Medusa Film Giampaolo Letta, l’executive vp area programming di Sky Nicola Maccanico, gli youtubers Matt & Bise, la talent agent Moira Mazzantini, l’ attore, regista e sceneggiatore Rocco Papaleo, l’ex calciatore Andrea Pirlo, l’attore Alessandro Roja, l’attrice Greta Scarano, l’attrice Sara Serraiocco, l’autrice Ester Viola.

Tanto anche lo spazio dedicato alla musica grazie alla presenza di artisti che scandiranno con il loro talk il palinsesto degli incontri: Malika Ayane, Dark Polo Gang, Fedez, Levante, Motta, la star internazionale Mika…con una prestigiosa apertura musicale sabato 24 mattina alle ore 10:00 con Elisa.

La sera del 24 novembre si terrà un evento nell’evento: Vanity Fair Stories – The Awards. presentati da Alessandro Cattelan. Durante la serata, in diretta streaming sul profilo Facebook e sul sito di Vanity Fair, saranno premiati grandi artisti del mondo del cinema, della moda, della musica e della televisione, tra cui il regista e sceneggiatore Paolo Sorrentino.

Vanity Fair Stories si concluderà con una grande serata musicale in acustico domenica 25 Novembre dalle ore 21:00 con una lineup di assoluto prestigio: Carl Brave reduce dal successo estivo della hit “Fotografia”, Luca Carboni che dopo l’uscita del nuovo album Sputnik ha appena  concluso, con grande successo, la prima parte di live nei club, Tommaso Paradiso dopo il nuovo album e nel pieno del tour Love con i Thegiornalisti che sta segnando soldout in tutta Italia, e a chiudere l’evento la straordinaria partecipazione dei Negramaro per la prima volta su un palco, dopo alcuni mesi di assenza in cui la band si è stretta attorno a Lele Spedicato, e pronti a ripartire in tour nei più importanti palasport italiani dal 14 febbraio.

Tre sale dedicate: una agli incontri, una alle proiezioni e una ai workshop. Sabato 24 e domenica 25 novembre dalle 10:00 alle 24:00.

Approfondimenti, notizie, aggiornamenti e programma su  http://vanitystories.vanityfair.it/ sulla pagina evento di Facebook https://www.facebook.com/events/1925673001062956/ e sul profilo Instagram di Vanity Fair Italia.

Hashtag ufficiale #vanityfairstories

LE PROIEZIONI

Ampio il palinsesto di anteprime di serieTV e proiezioni esclusive di film alla presenza di cast e registi. Di seguito il programma:

SABATO 24 NOVEMBRE

Titolo: “Vanity Fair – La fiera delle vanità” Regista: James Strong Prodotto da: Amazon e ITV Distribuito da: ITV Studios Global Entertainment In onda su: laF (canale 135 di Sky) e disponibile su Sky On Demand Cast: Olivia Cooke, Claudia Jessie, Tom Bateman, Johnny Flynn, Charlie Rowe, Frances de la Tour, Martin Clunes, Michael Palin, Simon Russell Beale, Suranne Jones Episodio 1, “Rebecca al cospetto del nemico”; episodio 2, “La signorina Sharp inizia a farsi degli amici” Durata: 120’ Episodio/puntata: Episodi 1 e 2 Orario: 10.00 Sala: Astra Trama: Inghilterra, inizio 1800: Becky Sharp, orfana e priva di mezzi, si dimostra un’arrivista spregiudicata capace di conquistarsi con ogni mezzo un posto nell’aristocrazia, arrivando fino alla corte di Giorgio IV.

ANTEPRIMA Titolo: Romantic Road Regista: Oliver McGarvey Prodotto da: Unknown Pictures Ltd Distribuito da: ADR Distribution In onda su: Sky Arte, 11 gennaio Durata: 77′ Orario: 11.30 Sala: Astra Trama: il film di Oliver McGarvey è la prova che non tutti i pensionati britannici sognano di ritirarsi a vita tranquilla. Rupert e Jan Grey sono una coppia di inglesi che ha deciso di attraversare l’India a bordo di una Rolls-Royce del 1963. Romantic Road è al tempo stesso un racconto politico, un road movie e un film biografico. Una storia vera, il ritratto appassionato di un matrimonio che dura da 35 anni.

ANTEPRIMA Titolo: Jane Fonda In Five Acts Regista: Susan Lacy Prodotto da: HBO In onda su: Sky Cinema e Sky Arte il 25 novembre, sarà disponibile su Sky On Demand Durata: 128′ Orario: 14.00 Sala: Astra Trama: il film di Oliver McGarvey è la prova che non tutti i pensionati britannici sognano di ritirarsi a vita tranquilla. Rupert e Jan Grey sono una coppia di inglesi che ha deciso di attraversare l’India a bordo di una Rolls-Royce del 1963. Romantic Road è al tempo stesso un racconto politico, un road movie e un film biografico. Una storia vera, il ritratto appassionato di un matrimonio che dura da 35 anni.

ANTEPRIMA Titolo: A Very English Scandal Regista: Stephen Frears In onda su: In prima visione assoluta su FoxCrime (116, Sky) dal 23 novembre, il venerdì alle 21:55 Cast: Hugh Grant, Ben Whishaw Durata: 120’ Episodio/puntata: Episodi 2 e 3 (sarà mostrato anche un recap del primo episidio). Orario: 17.00 Sala: Astra Trama: A VERY ENGLISH SCANDAL è la miniserie britannica sul caso Thorpe degli anni ’70. L’ex leader del Partito Liberale, Jeremy Thorpe, interpretato da Hugh Grant, fu processato per aver cercato di uccidere il suo presunto ex amante, Norman Scott ANTEPRIMA Titolo: Roma Regista: Alfonso Cuarón Prodotto da: Esperanto Filmoj e Participant Media Distribuito da: Netflix Online su: Netflix il 14 dicembre in tutti i Paesi in cui il servizio è attivo Cast: Marina de Tavira, Yalitza Aparicio, Daniela Demesa, Latin Lover, Nancy García García, Jorge Antonio Guerrero, Marco Graf, Andy Cortés, Nicolás Peréz Taylor Félix, Clementina Guadarrama Durata: 135’ Orario: 22.00 Sala: Astra Trama: Le vicende di Cleo, domestica che vive nel quartiere di Roma a Città del Messico. Cuarón attinge alla propria infanzia per creare un emozionante ritratto di conflitto domestico e gerarchia sociale.

DOMENICA 25 NOVEMBRE

ANTEPRIMA Titolo: Bene ma non benissimo Regista: Francesco Mandelli Prodotto da: Pier Paolo Piastra per Viva Productions, e realizzato con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte e la collaborazione di FIP Film Investimenti Piemonte. in co-produzione con Fabio Troiano, Vincenzo Terracciano e Riccardo Neri per Lupin Film. Cast: Francesca Giordano, Euridice Axen, Rosario Terranova, Yan Shevchenko, Ugo Conti, Maria Di Biase, Gioele Dix, Giordano De Plano, Gisella Donadoni, Shade. Durata: 90’ Orario: 11.00 Sala: Astoria Trama: Candida è un’adolescente paffutella e orfana di madre, che vive con il padre Salvo in un piccolo paese del sud. Ama ballare al ritmo delle canzoni di Shade, un famoso rapper di cui è innamorata. Costretta a trasferirsi a Torino con il padre, Candida dovrà affrontare la sfida di una nuova vita. Titolo: My dinner with Hervé Regista: Sacha Gervasi Prodotto da: HBO In onda su: Sky Cinema il 21 novembre (e Sky On Demand) Cast: Peter Dinklage e Jamie Dornan Durata: 110′ Orario: 14.00 Sala: Astra Trama: La vita di un uomo folle e vulnerabile, quella del “nano più famoso del mondo”, riassunta in una notte vissuta pericolosamente tra le strade di Los Angeles e in compagnia di un giovane cronista, che avrebbe cambiato per sempre le vite di entrambi e che è rimasta segreta per più 25 anni. Torna sotto i riflettori la vita di Hervé Villechaize, grazie al film HBO scritto e diretto da Sacha Gervasi, che con Villechaize visse in prima persona quel folle e indimenticabile incontro raccontato nel film. Nel cast, Peter Dinklage e Jamie Dornan. Titolo: Arthur Miller: Writer Regista: Rebecca Miller Prodotto da: HBO In onda su: Sky Arte, 12 novembre. Disponibile su Sky On Demand Durata: 96′ Orario: 16.30 Sala: Astra Trama: Il ritratto dello scrittore e drammaturgo Arthur Miller raccontato dalla prospettiva unica della figlia, l’attrice e sceneggiatrice Rebecca Miller, regista di questo documentario, ritratto illuminante sull’intera esistenza del drammaturgo, che combina materiale intimo e inedito (tratto dagli archivi personali di Rebecca) e numerose interviste.

ANTEPRIMA Titolo: L’Amica Geniale Regista: Saverio Costanzo Prodotto da: Lorenzo Mieli e Mario Gianani per Wildside e da Domenico Procacci per Fandango, in collaborazione con Rai Fiction, TIMVISION e HBO Entertainment, in co-produzione con Umedia Distribuito da: Fremantle in collaborazione con Rai Com In onda su: dal 18 novembre su HBO, dal 27 Novembre su Rai1 e TIMVISION Cast: Elisa del Genio, Ludovica Nasti Durata: 50’ Episodio/puntata: Primo episodio Orario: 19.00 Sala: Astra Trama: Quando l’amica più importante della sua vita sembra essere scomparsa senza lasciar traccia, Elena Greco accende il computer e inizia a scrivere la storia sua e di Lila, la storia di un’amicizia nata sui banchi di scuola negli anni 50.

I PARTNER

L’evento è reso possibile grazie al contributo di alcuni partner.

Main Partner

ŠKODA, brand automobilistico da sempre vicino al Cliente con soluzioni sorprendenti e attenzione alla quotidianità, ha trovato naturale essere presente a Vanity Fair Stories, condividendone i valori di innovazione e coinvolgimento del pubblico. ŠKODA presenterà il nuovo SUV sportivo KODIAQ RS in prima assoluta per l’Italia e metterà a disposizione una flotta di  KODIAQ per gli spostamenti degli ospiti di Vanity Fair Stories. Partner Banco BPM affianca il Festival di Vanity Fair, confermando il proprio sostegno a manifestazioni che si aprono alla città e che stimolano l’interesse culturale dei cittadini, coinvolgendoli e rendendo l’arte condivisibile in maniera immediata e collettiva Edison, che da oltre 130 anni accompagna l’evoluzione degli stili di vita e stimola il dibattito culturale e la partecipazione, sostiene VFS insieme ai migliori pensatori, filosofi e scrittori, per partecipare al racconto della trasformazione del modo di vivere e di fruire l’energia nella vita quotidiana. Radio Partner RTL 102.5 – la radio più ascoltata d’Italia – è partner di Vanity Fair Stories. Inviata sarà Federica Gentile che seguirà la due giorni con collegamenti, interviste, pillole social e racconterà gli incontri con i personaggi che interverranno. RTL 102.5 si ascolta in FM e in DAB, è in Radiovisione sul canale 36 del DTT e sul 750 di Sky HD. Iniziative speciali Guerlain, che da 190 anni con tradizione, ricerca e innovazione si dedica alla bellezza della donna sua vera fonte d’ispirazione, è partner dell’evento Vanity Fair Stories regalando un Make-up personalizzato a tutte coloro che vorranno esaltare il proprio fascino.  Un’esperienza esclusiva di savoir-faire e professionalità per scoprire icone quali Terracotta, Rouge G, Lingerie de Peau, Meteorites prodotti diventati indispensabili per la beauty routine di ogni donna. Guerlain, nel nome della bellezza. Per valorizzare la bellezza unica di ogni viso e la sua storia irripetibile, Laboratoires Filorga Paris, il primo laboratorio francese di medicina estetica fondato nel 1978, offre agli ospiti di Vanity Fair Stories un trattamento personalizzato con i cosmetici Time-Filler® a base di NCEF®, un cocktail rivitalizzante esclusivo composto da oltre 50 principi attivi e acido ialuronico. Matilda De Angelis, inviata speciale di Vanity Fair e ospite di uno dei talk in cui racconterà la propria storia, sarà anche protagonista di una delle iniziative speciali firmata Liu Jo. Martina Pinto e Giulio Scarano saranno “reporter d’eccezione” per Zalando al Festival di Vanity Fair.  Avranno accesso ai talk, alle proiezioni, ai workshop e al backstage degli eventi più esclusivi. Intervisteranno i talent, commenteranno le attività in corso e parteciperanno alla premiazione per mostrare attraverso la lente Zalando i momenti più belli del primo festival di Vanity Fair. I contenuti prodotti avranno visibilità sulle piattaforme digital di Zalando, Vanity Fair e dei protagonisti. Content Partner Vanity Fair Stories si inserisce nell’ambito della MILANO MUSIC WEEK, la seconda edizione della settimana dedicata alla musica pop curata da Luca De Gennaro a Milano dal 19 al 25 novembre 2018, un progetto ideato e promosso da Comune di Milano, SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori), FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), Assomusica (Associazione Italiana Organizzatori e Produttori Spettacoli di Musica dal Vivo) e NUOVOIMAIE (Nuovo Istituto Mutualistico Artisti Interpreti o Esecutori).

Thanks to Berlucchi, l’azienda fondatrice del Franciacorta, è felice ed onorata di affiancare Vanity Fair in questa bella celebrazione, suggellando così – con i suoi Franciacorta – i 15 anni di successo di questo iconico magazine e confermando il ruolo del territorio franciacortino quale “giardino vitato” alle porte di Milano. Campari, l’iconico aperitivo simbolo della Red Passion, sarà partner della prima edizione di Vanity Fair Stories. Proponendo l’aperitivo in perfetto stile italiano, Campari allieterà con i propri inconfondibili cocktail Americano, Negroni e Campari Spritz i momenti più esclusivi che accompagneranno proiezioni, incontri ed eventi. Lavazza sarà presente all’evento Vanity Fair Stories in qualità di caffè ufficiale portando una coffee experience unica e personalizzata durante i due giorni di Festival. Grazie a Idola, la nuova macchina di design del sistema A Modo Mio di Lavazza, tutti i partecipanti potranno gustare per la prima volta un caffè su misura scegliendo la lunghezza che si desidera tra le 4 differenti preparazioni. Sky Italia partecipa a Vanity Fair Stories con quattro contenuti: due tv-movie HBO in onda su Sky Cinema (My dinner with Hervé e Jane Fonda in five acts), il documentario HBO Arthur Miller:Writer in onda su Sky Arte e il documentario Romantic Road prodotto da Sharon Stone, in onda a gennaio su Sky Arte.

Si ringraziano per i contenuti anche:

01 Distribution Adelphi Banco BPM Einaudi Fandango Fox Networks Group Freemantle HBO LaF Lucky Red Medusa Netflix Rai Cinema Rai Fiction Sky Tim Vision TNA Vision Distribution Wildside Woolcan

L'articolo Vanity Fair Stories: il programma completo sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Musica per salvare delle vite. Con l’arrivo del Natale torna anche l’annuale serata musicale benefica organizzata dall’UNHCR (l’Agenzia ONU per i Rifugiati) a favore della popolazione siriana. Un grande evento in note al Teatro Franco Parenti, che vedrà il 28 novembre esibirsi l’Orchestra Milano Classica e il Damascus String Quintet, quintetto d’archi composto da musicisti siriani rifugiati in diversi paesi europei, tra cui l’Italia, insieme a musicisti internazionali. A guidare l’orchestra sarà la giovane Beatrice Venezi che sarà accompagnata, nel ruolo di co-direttore, dal compositore e direttore d’orchestra siriano Nahel Al Halabi.

Il ricavato della vendita dei biglietti della serata benefica, organizzata grazie alla direzione artistica di Negri Firman PR & Communication, la main partnership di Pupa, la collaborazione di Emma for Peace e Gruppo Barilla, e il supporto del Teatro Franco Parenti ed il Patrocinio del Comune di Milano, sarà interamente devoluto a UNHCR che lo utilizzerà per assicurare assistenza umanitaria a sfollati e rifugiati siriani che, da otto anni a questa parte, vivono quotidianamente il dramma della guerra. Un’occasione anche per tenere viva l’attenzione su una delle crisi umanitarie più vaste del mondo e mandare un messaggio di accoglienza per chi fugge dai conflitti. A questo link  si possono trovare tutte le istruzioni per acquistare i biglietti per la serata.

 

photo © Getty Images

L'articolo Christmas Lights: Concerto Per La Siria sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Porsche Italia ha dato oggi il via alla Milano Music Week con linaugurazione del Macan Music Wall. Alla presenza dell’Assessore alla Cultura del Comune, Filippo Del Corno, è stata svelata stamattina l’opera d’arte pubblica dedicata alla musica, commissionata da Porsche Italia come regalo alla città di Milano. Un imponente progetto di wall art che si estende su 400 metri quadri rivestendo la facciata dell’edificio di via Conchetta, angolo via Troilo, realizzato dal collettivo di artisti urbani Orticanoodles, con la partecipazione creativa dell’agenzia Leagas Delaney, e intitolato “Music is a never ending journey”.

Prendendo spunto dalla nuova Porsche Macan, l’opera raffigura un gigantesco cuore pulsante posto al centro di un cosmo musicale. Intorno al cuore ruotano, come in una mappa stellare, pianeti e intere costellazioni ispirati ai diversi generi e strumenti musicali. L’utilizzo di speciali vernici fluorescenti rende inoltre l’opera visibile anche al buio, illuminando la notte come un magico cielo stellato. Un’esperienza coinvolgente che vivrà anche attraverso una playlist dedicata sul canale Spotify di Porsche Italia, sempre dal titolo: “Music is a never ending journey”.

L'articolo Il Macan Music Wall dà il via alla Milano Music Week sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Un guardaroba di tutto rispetto. Dopo la collaborazione con Moschino, Tempo veste Diesel. Il celebre marchio di fazzoletti presenta infatti, per il secondo anno consecutivo, un progetto legato a una casa di moda fra le più influenti. Nascono quindi tre box iconici e originali: Denim, Milatare e Rock, ovvero le tre correnti che da sempre carratterizzano il DNA Diesel. Il risultato? Tre oggetti da collezionare perfetti per decorare la casa come l’ufficio.

Un’idea cool, dall’anima buona. La capsule “Tempo by Diesel” ha infatti la finalità di sostenere Only the Brave Foundation, la onlus del gruppo OTB, che ha realizzato la ricostruzione della scuola media di Sarnano – piccolo centro vicino a Macerata – fortemente danneggiata dal sisma che ha colpito il centro Italia nel 2016. Dallo scorso maggio, oltre 100 ragazzi possono usufruire di una struttura sicura, funzionale, ecosostenibile e all’avanguardia.

Scoprite qui le immagini del party per celebrare questa collaborazione

photographed by Courtesy press office

L'articolo Tempo e Diesel: i box in edizione limitata creati dal celebre marchio di fazzoletti e il brand lifestyle internazionale sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Francesco Russo ha realizzato le scarpe indossate da Chloë Grace Moretz, Mia Goth, Dakota Johnson e Tilda Swinton per il remake cinematografico di Suspiria diretto da Luca Guadagnino.

Il créateur de chaussures italiano, che vive e lavora a Parigi, ci ha raccontato della sua amicizia con Luca Guadagnino (quando a fine anni ’90 vivevano entrambi a Milano), del suo amore per le dive degli anni Settanta e dell’inesauribile fonte di ispirazione che trova nel mondo del cinema horror e non solo.

Come è nata la collaborazione con Luca Guadagnino? Conosco Luca e Giulia Piersanti, la costumista del film, da oltre vent’anni. Ci siamo incontrati a Milano, dove vivevamo tutti, alla fine degli anni ’90. Luca ha lavorato e pensato a Suspiria per quasi 10 anni da quando ha comprato i diritti per il remake. Quando la tua passione coincide col tuo lavoro, ovviamente condividi i tuoi pensieri con i tuoi amici più stretti, quindi la collaborazione nel realizzare le scarpe per il film è nata in modo spontaneo e naturale.

Hai mai preso ispirazione dal cinema per le tue collezioni? Guardo un sacco di film e, come mente creativa, spesso ne assorbo gli elementi più interessanti che poi applico ai miei progetti. Per citare alcuni film che hanno ispirato il mio lavoro: Barbarella, per gli stivali in lattice che ho disegnato per Dior; 2001: Odissea nello spazio per una sneaker minimalista e moderna che ho progettato molto tempo fa; Ultimo tango a Parigi, a cui penso spesso quando mi avvicino agli stili anni ’70 come le zeppe e le platform.

Suspiria è ambientato negli anni Settanta, hai qualche icona femminile di quel periodo? Gli anni Settanta sono sempre stati, in termini di stile, uno dei miei decenni preferiti e ci sono così tante icone femminile che mi piaciono di quel periodo e dalle quali traggo ispirazione, che sarebbe troppo riduttivo menzionarne solo alcune.

Chi è la tua preferita tra Chloë Grace Moretz, Mia Goth, Dakota Johnson e Tilda Swinton? E perché? Difficile da dire. Sono tutte tremendamente brave come attrici… Guardando il film mi ha coinvolto molto il personaggio di Sarah (Mia Goth), una ragazza angelica con un potere tremendo in lei.

Oltre a Suspiria, quali sono i tuoi film horror preferiti? Due tra i miei preferiti sono “Carrie”, di Brian de Palma, e “L’esorcista” di William Friedkin.

Guardate la gallery con i bozzetti e alcune immagini inedite delle scarpe realizzate da Francesco Russo per Suspiria di Luca Guadagnino.

L'articolo Francesco Russo, le scarpe per Suspiria di Luca Guadagnino sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Il programma incredibile del 2018 – oltre 300 appuntamenti in 8 giorni – lo ha reso uno dei più importanti eventi cinematografici italiani. Parliamo del Bif&st-Bari International Film Festival, l’evento posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, è promosso dalla Regione Puglia- Assessorato all’Industria Turistica e Culturale, con la collaborazione del Comune di Bari, ed è prodotto dalla Fondazione Apulia Film Commission.

Sede principale della manifestazione è uno fra i teatri più belli del mondo, il Teatro Petruzzelli. Senza dimenticarsi che nel 2019 il Bif&st potrà avvalersi in pieno anche del bellissimo e appena restaurato Teatro Margherita, amichevolmente concesso al festival dal sindaco di Bari Antonio Decaro, delle sette sale del Multicinema Galleria, nonché del Teatro Van Westerhout e del Castello Angioino messi a disposizione del festival dal sindaco di Mola di Bari Giuseppe Colonna.

Presidente del Festival Margarethe von Trotta, mentre il regista Ettore Scola, che per molti anni lo ha presieduto, è oggi il presidente onorario. Ideatore e direttore è Felice Laudadio, presidente del Centro Sperimentale di Cinematografia, ex direttore della Mostra del Cinema di Venezia e della Casa del Cinema di Roma e già presidente di Cinecittà Holding.

Tra gli ospiti ai quali nel corso degli anni è stato conferito il Federico Fellini Award for Cinematic Excellence, per aver illuminato il mondo del cinema con il loro contributo artistico, si segnalano: Antonio Albanese, Dario Argento, Pupi Avati, Marco Bellocchio, Bernardo Bertolucci, Andrea Camilleri, Claudia Cardinale, Sergio Castellitto, Liliana Cavani, Cristina Comencini, Pierfrancesco Favino, Sabrina Ferilli, Dante Ferretti, Giancarlo Giannini, Laura Morante, Nanni Moretti, Ennio Morricone, Ornella Muti, Carlo Verdone, Paolo Virzì.

Oltre a film fuori concorso, eventi speciali, laboratori e incontri con gli autori, il Bif&st presenta due concorsi riservati ai film italiani: il primo dedicato ai migliori film di lungometraggio distribuiti in sala o passati nei festival nell’ultimo anno, e un altro alle migliori Opere prime e seconde più recenti.

Il Bif&st organizza inoltre ogni anno importanti Retrospettive tra le più ampie mai dedicate a maestri e personalità del cinema quali Carmelo Bene, Franco Cristaldi, Vittorio Gassman, Federico Fellini, Marco Ferreri, Fritz Lang, Marcello Mastroianni, Ennio Morricone, Dino Risi, Francesco Rosi, Ettore Scola, Alberto Sordi, Giuseppe Tornatore, Gian Maria Volonté.

L'articolo Bif&st-Bari International Film Festival: dal 27 Aprile al 4 Maggio sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Fiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 CollezioneFiat 500 Collezione

Fiat presenta la nuova 500 Collezione, una rinnovata versione della più celebre delle vetture Fiat declinata secondo i trend stagionali come fanno le grandi firme del fashion.

La 500 Collezione parla di stile con gli esclusivi abbinamenti di colori e materiali ideati per l’autunno, ma non passa mai di moda grazie al design unico e inconfondibile.

I nuovi dettagli di stagione come il bicolore “Brunello”, gli eleganti sedili in tessuto gessato con inserti in vinile e i cerchi con finitura color rame, caratterizzano entrambe le versioni cabrio con soft top e berlina con tetto in vetro di serie. L’esclusiva linea di bellezza ramata percorre gli interni e gli esterni dell’auto come un raffinato ricamo di haute couture. Sul portellone posteriore spicca il logo “Collezione” cromato in corsivo a siglare la vettura alla maniera degli stilisti più acclamati.

L’ultima serie 500 Collezione allarga gli orizzonti stilistici di Fiat e conferma la versatilità unica del design di 500 che da sempre ha ispirato la fantasia di creativi del mondo dell’arte e della moda dando vita a memorabili edizioni speciali.

Il nuovo spot styled by L’Uomo Vogue celebra la leadership di 500 in fatto di stile, eleganza e cura per i dettagli, emblema del made in Italy in tutto il mondo.

Richiede la App Android Auto su Google Play e uno smartphone compatibile con Android con sistema operativo Android ™  5.0 Lollipop o successivo. Android e Android Auto sono un marchio di Google LLC. L’integrazione di Apple CarPlay richiede l’utilizzo di iPhone compatibile. Apple CarPlay è un marchio di Apple Inc. Consumo di carburante (ciclo combinato, l / 100 km): 7,1 – 4,7; emissione di CO2 (g / km): 130 – 108. Il valore di CO2 e il consumo di carburante sono determinati sulla base del metodo di misurazione / correlazione riferita al ciclo NEDC di cui al regolamento (UE) 2017 / 1152-1153. I valori di CO2 e consumo di carburante indicati sono riferiti al 12 ottobre 2018; i valori aggiornati saranno disponibili presso selezionati rivenditori ufficiale Fiat. I valori di CO2 e consumo di carburante indicati sono a fini comparativi; i valori omologati potrebbero non riflettere i valori effettivi.

L'articolo Fiat 500 Collezione: stile per ogni stagione sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere


X

privacy