Varie / Critiche / Ricerche

La piega dal parrucchiere “da vasca da bagno”

.

Parrucchiera a domicilio

Parrucchiere a tempo perso, “da vasca da bagno” come le chiamano gli addetti ai lavori: lavorano in nero, a domicilio (il loro o quello dei clienti) e low cost, molto low cost. In Svizzera quaranta franchi per tre ore di lavoro senza fattura. L’associazione dei parrucchieri insorge. Per Mauro Andrioletti di CoiffureSuisse «siamo di fronte a una somma di infrazioni gravi, il caso dimostra quanto diffusa sia la mancanza di rispetto nei confronti non solo della categoria, ma dell’intera comunità». L’associazione dei parrucchieri ticinesi insorge: «Abbiamo costituito una commissione paritetica, sarà attiva da settembre – spiega Andrioletti – queste figure sono in aumento e danneggiano l’intera categoria». Senza contare i parrucchieri regolari, con tanto di negozio, che sembre più spesso «si logorano a vicenda con una guerra dei prezzi che sta rovinando il mercato ticinese – continua Andrioletti – chi punta sui prezzi stracciati difficilmente rispetta i minimi salariali».

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>