.
CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Il matrimonio di Eva Grimaldi e Imma Battaglia è stato l'evento più seguito degli ultimi tempi ma di recente a essere finito al centro del mirino degli utenti del web è stato l'abito da sposa dell'attivista. E' stata criticata per aver indossato un completo convenzionalmente considerato da uomo ma ha reagito alle polemiche così.Continua a leggere

Continua a leggere

L'attrice Margot Robbie presente al Festival di Cannes 2019 con il film di Quentin Tarantino nella sua carriera ha dato prova della sua intelligenza, del suo talento e versatilità, adatta a tanti ruoli diversi. E' la dimostrazione che oltre ad essere una donna di classe e di rara bellezza ha anche un carattere da vendere.Continua a leggere

Continua a leggere

Il red carpet di Cannes ci ha lasciato a bocca aperta in tutti i sensi: se da un lato sono stati tantissimi i beauty look meravigliosi indossati dalle star, dall'altro ci sono state delle scelte che ci hanno fatto storgere i naso, tra parrucche extra finte e velette. Ecco i look più belli della Croisette, quelli che ci hanno lasciato perplessi e quelli che non avremmo mai voluto vedere.Continua a leggere

Continua a leggere

margotrobbie

L’attrice australiana Margot Robbie, al photocall del suo ultimo film Once upon a time in Hollywood, in concorso al Festival di Cannes 2019, ha optato per un look hippie-chic. L’abito, di Chanel, è bianco e impreziosito da ricami e pizzi. Ma è l’acconciatura a incuriosire: doppie treccine che incorniciano il viso e che non sono fermate con elastici o forcine. Le indossava così, alla fine degli anni Sessanta, la stessa Sharon Tate, ovvero l’attrice che la Robbie interpreta sul grande schermo nel nuovo film di Quentin Tarantino. A realizzarle è l’hairstylist Bryce Scarlett, che deve aver fissato le lunghezze con una generosa dose di lacca per non far sciogliere queste wild & free braids. Voi provatele, lavorando piccole ciocche di capelli, e lasciatele sciogliere naturalmente durante la serata. Sarete boho come Margot.

L'articolo Un’acconciatura alternativa? Provate le treccine wild&free di Margot Robbie sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Jeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarloJeans bianchi: 5 regole di stile per indossarlo

Casual e chic, i jeans bianchi sono il passepartout della primavera estate 2019 da avere nel guardaroba. Su Glamour di giugno a pag. 58 li trovate come protagonisti della pagina Focus on, qui invece altri consigli di stile per essere impeccabili sempre con il vostro white denim.

5 REGOLE E TIPS PER INDOSSARE I JEANS BIANCHI

- Evitate il total look monocromo, a meno che non si tratti di pantaloni + t-shirt, in quel caso funziona sempre.

- No a strappi o decorazioni. Sì al modello che più vi dona, il fit straight è una certezza per molte.

- Di giorno rendeteli sportivi con un paio di sneakers, la sera con sandali stiletto diventeranno eleganti. Aggiungete un accessorio sparkling e il gioco è fatto.

- Combo perfetta #1: camicia azzurra oversize e sandali cuoio: estremamente chic.

- Combo perfetta #2: blusa maculata e ballerine nere. Very glam.

 Foto Getty e Gorunway

L'articolo Jeans bianchi: 5 regole di stile per indossarli sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Elle Fanning come Grace KellyElle FanningGrace KellyElle FanningElle FanningGrace KellyElle FanningElle FanningElle FanningGrace KellyElle FanningElle FanningGrace KellyGrace KellyElle FanningGrace KellyElle FanningGrace KellyLéa SeydouxGrace KellyLéa SeydouxGrace KellyBella HadidGrace KellyGrace KellyGrace KellyPenélope CruzGrace KellyElle FanningGrace KellyGrace KellyKarolina KurkovaCaroline DaurChloe SevignyElle FanningGrace KellyElle FanningElle Fanning

Elle Fanning innanzitutto, ma anche Bella Hadid, Pénelope Cruz, Léa Seydoux, Karolina Kurkova… tutte accomunate da uno stile beauty che richiama quello di Grace Kelly al Festival di Cannes, diva emblema della vecchia Hollywood, icona di bellezza e di uno stile bon ton ma con un lato sexy che traspare in certi atteggiamenti e pose. E che portò il regista che fece di lei il suo feticcio, Alfred Hitchcock, a definirla “ghiaccio bollente”. Da decenni, ormai, molte star si misurano con la sua bellezza, cercando di assomigliarle in qualche modo, ma senza risultati duraturi. Insomma, non c’è ancora all’orizzonte la nuova Grace Kelly.

GettyImages-1149099900

Nemmeno le figlie o nipoti hanno sfiorato il mito, forse un po’ Pauline figlia di Stephanie e, ancor più, Beatrice Borromeo, pronipote acquisita e moglie di Pierre Casiraghi. Al Festival di Cannes, però, quest’anno molte celebrities e ospiti ci stanno provando, con più o meno successo. Tra le più assidue, Elle Fanning, che nei tre look sfoggiati fino ad ora ha colto lo stile. Soprattutto l’ultimo in ordine di tempo, ovvero la mise con faux bob molto simile a quello iconico di Grace, ampio cappello, camicetta in organza e gonna ampia.

GettyImages-1151005673

Uno stile, certo, che rievoca il new look di Christian Dior, ma che ricorda anche Grace Kelly nei due film cult: Caccia al Ladro e Alta Società. La prima serata, invece, la Fanning ha sfoggiato un raccolto con bun sulla nuca, mentre nella seconda uscita ha optato per un raccolto con treccia che cingeva la testa. Certo, la somiglianza tra le due attrici è notevole…

GettyImages-1150752134

Anche Léa Seydoux ci ha provato, con il nuovo bob pettinato per il red carpet con onde sulla parte bassa, leggermente più voluminosa. Un’acconciatura praticamente uguale a quella che sfoggiava di solito Grace e che l’ha resa iconica. Bella Hadid e Penélope Cruz, invece ci hanno provato con due raccolti: il primo, discreto, con chignon alto sulla testa e la seconda con un bun voluminoso. Infine, Karolina Kurkova e Chloe Sevigny hanno riproposto un raccolto molto minimale impreziosito da uno chignon effetto knot, basso sulla nuca.

Chi vincerà la palma di nuova Grace?

L'articolo Da Elle Fanning a Léa Seydoux, lo stile Grace Kelly vince al Festival di Cannes sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Piastre: tutte le novità Piastre: tutte le novità Piastre: tutte le novità Piastre: tutte le novitàPiastre: tutte le novitàPiastre: tutte le novità Piastre: tutte le novità Piastre: tutte le novità Piastre: tutte le novitàPiastre: tutte le novità

Sappiamo che l’uso eccessivo potrebbe danneggiare i capelli, eppure la usiamo quasi tutti i giorni perché non ne possiamo fare a meno. Come fa la piega lei, in una passata e via, senza dover armeggiare con spazzola e phon, nessuno mai. Il tool beauty in questione è ovviamente la piastra, gioia e dolore dei nostri capelli. Liscia, crea onde e beach waves, e ci asseconda più del nostro umore. Come sceglierla o sapere esattamente come funziona per usarla al meglio e salvare i capelli, forse, è meno scontato. Qui la nostra guida in 5 step:

COSA SONO I SENSORI DEL CALORE Perché ci sono styler che arrivano a 230 gradi e altre che arrivano “solo” fino a 185 gradi? La risposta è tutta nei sensori. «La temperatura migliore per lavorare i capelli è 185 gradi, ovvero il punto di calore in cui avviene la modifica degli idrogeni in maniera reversibile, ovvero i capelli tornano allo stato naturale quando si lavano. Le piastre che non hanno i sensori devono aumentare la temperatura fino a 220 gradi perché quando entrano in contatto col capello, assorbono il calore e di conseguenza la temperatura scende. La temperatura non dovrebbe mai andare sotto i 170 gradi, ecco perché senza i sensori si deve partire da un calore molto più alto per assicurarsi la tenuta da radice a punta. Un capello lavorato a più di 200 gradi sicuramente rimane in piega, ma si brucia», spiega Igor Rago, direttore artistico ghd.

PERCHÉ LA PIASTRA BRUCIA I CAPELLI Verità o falso mito? La piastra brucia i capelli quando supera i 200 gradi perché il danno diventa irreversibile. «Il colore vira, si creano le doppie punte e nel tempo la piega non dura più perché la cheratina non tiene salda la struttura del capello, diventa arido e assorbe più umidità dall’esterno», spiega Igor Rago.

A COSA SERVE L’EFFETTO CALDO/FREDDO

La nuova styler ghd Oracle che con la speciale forma a U delle lamelle crea onde e ricci semplicemnte passando il tool sui capelli, così come il Dyson Air Wrap sono dotati anche di una funzione freddo per raffreddare la ciocca prima di lasciarla. «Quando si crea un riccio, se si vuole garantire la massima durata, bisognerebbe avvolgerlo tra le dita quando è ancora caldo e puntarlo. Facendo questo movimento però, e modificando la tensione, si potrebbe alterare la resa. Ecco perché il raffreddamento immediato attraverso le lamelle della piastra allunga la durata della piega».

QUANTE VOLTE RIPASSARE LA PIASTRA PER IL LISCIO PERFETTO Il consiglio è passarla lentamente sulla ciocca, senza ripassarla più volte per non alterare la struttura del capello.

PERCHÉ NON BISOGNA MAI USARE LA STYLER SUI CAPELLI BAGNATI «In quel caso il capello scoppia dall’interno perché l’acqua bolle a 185 gradi e si rovinano i legami della struttura», spiega l’esperto.

L'articolo Capelli: 5 cose che non sai sulla piastra sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Ormai accreditata beauty guru (la sua linea di cosmetici arriverà il prossimo autunno), Victoria Beckham ha un nuovo indirizzo e un nuovo prodotto di bellezza da consigliare: la settimana scorsa la stilista, 45 anni, è stata ospite della ultra lussuosa medical Spa Lanserhof Tegernsee, situata sulla vetta della Baviera e conosciuta anche come “clinica dell’intestino” perché specializzata nel detox intestinale secondo il metodo Mayr, ed è rimasta estasiata dall’acqua servita nella struttura, la Mondquelle del marchio tedesco St. Leonhards Quellen.

Già abituata a bere prima di colazione una tazza di acqua calda con il limone, come dimostrano le sue Stories targate VB Beauty, la Beckham ha condiviso dalla medical Spa una foto dell’acqua Mondquelle esaltandone i benefici. Il suo plus? Come si legge dal sito, l’acqua Mondquelle, che letteralmente significa “fonte della  luna”, è un’acqua naturale di sorgente imbottigliata ogni giorno nella città termale di Bad Leonhardspfunzen, a Stephanskirchen, che sgorga diversamente in base alle fasi lunari.

«Le prime indagini biofisiche hanno rivelato una particolare relazione tra quest’acqua e le fasi lunari. Il fisico Max Planck ha scoperto che tutto risuona in questo universo in diverse frequenze. Il pioniere della bio-risonanza Paul Schmidt ha compilato queste frequenze misurate in Hertz per il corpo umano, i suoi organi e gli stati mentali ed emotivi. Con le moderne apparecchiature di bio-risonanza, le nostre acque vengono regolarmente esaminate calibrando le loro frequenze hertz affinché diano il maggior beneficio possibile al corpo umano», si legge dal sito.

Quella delle acque di bellezza – arricchite con l’idrogeno, il collagene, l’aloe, il carbone o altri elementi antiossidanti benefici per la pelle – è una moda molta diffusa in America e in Asia, ma ancora abbastanza nuova per l’Europa e soprattutto per l’Italia. Uno dei primi grandi marchi di acqua minerale a commercializzare acque di bellezza nel nostro Paese è Sant’Anna con Sant’Anna Beauty, addizionata con collagene e zinco e declinata in tre gusti: rosa + frutti rossi, kiwi + lime + menta e pesca + pepe nero.

Comune denominatore delle tre versioni è la Sant’Anna, un’acqua minerale estremamente leggera con un residuo fisso tra i più bassi al mondo (solo 22,3 mg per litro) e solo 1,9 mg di sodio per litro. Nelle sue versioni “imbellite” all’acqua è aggiunto lo zinco, che contribuisce alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, e il collagene idrolizzato, che stimola la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico aiutando tono, consistenza ed elasticità della pelle.

Sant'Anna Beauty

Sant’Anna Beauty

L'articolo L’acqua di luna di Victoria Beckham e le altre acque di bellezza sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker) in Oscar de la RentaChloe Sevigny in Miu MiuElsa Hosk in Carmen MarchDua Lipa in Christopher KaneTilda Swinton in Schiaparelli Haute CoutureLady Gaga in Brandon MaxwellL'abito vintage di Carrie BradshawCharlize Theron in Givenchy Haute CoutureZoe Kravitz in Saint LaurentMichelle Hunziker in MoschinoEllie Bamber in ChanelLaura Love in Rodarte

Il rosa shocking altro non è che la gradazione molto intensa del magenta. Per intenderci è l’esatta punta di colore dell’abito indossato da Marilyn Monroe nel film Gli uomini preferiscono le bionde.

Dobbiamo ringraziare la stilista Elsa Schiaparelli se questo colore è però entrato nei nostri guardaroba. Nel 1936, lo rese popolare lanciando il suo profumo Shocking, con il packaging dalla silhouette ispirata all’attrice Mae West e dalla scatola in questa punta di rosa. E dobbiamo sempre ringraziare la designer per l’accostamento, all’epoca audace, che vedeva mixare perfettamente il fucsia con il nero.

Una creazione Elsa Schiaparelli per Vogue, 1951. Foto Getty Images

Una creazione Elsa Schiaparelli per Vogue, 1951. Foto Getty Images

Due parole, però, per spiegare chi ha effettivamente elevato questo mix “azzardato” di colore a icona del guardaroba: Carrie Bradshaw. Il merito va alla stylist di Sex and the city, Patricia Filed, che, nella sesta stagione della serie tv, rende la Bradshaw (Sarah Jessica Parker) indimenticabile grazie a un abito rosa shoking di Oscar de la Renta, dotato di cintura in vernice nera e abbinato a giacca total black con reverse, argentati come i sandali. Oggi il nero indossato con il fucsia torna in auge. Vedere, per esempio, alla voce Festival di Cannes 2019, dove Chloë Sevigny ed Elsa Hosk hanno incantato la Croisette con due creazioni sexy & charmant. Ma anche Charlize Theron, Dua Lipa, Tilda Swinton e altre star che abbiamo raccolto nella gallery in alto come meglio vestite in black-rosa shoking.

Una scena di Sex and the city, sesta stagione.

Una scena di Sex and the city, sesta stagione.

Leggi anche: il pin dress di Versace è tra i preferiti delle star >> Leggi anche: tutte le volte che le star si sono vestite come una principessa Disney >>

L'articolo Fucsia e nero, torna l’abbinamento amato da Carrie Bradshaw sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Towelkini

Quante volte ci è capitato di scottarci e di non voler rinunciare a stare al sole per abbronzare le altre parti del corpo non “brucciacchiate”? O ancora quante altre volte abbiamo desiderato un copricostume pratico per andare al bar a prendere un gelato o un’insalata senza dover sporcare di sabbia o salsedine gli abiti? Oggi arriva la svolta a tutti questi “problemi”. Si chiama towelkini, è una via di mezzo tra un asciugamano, un costume da bagno e un pareo. L’ideatrice è Aria McManus con il desiderio di eliminare l’ingombrante telo mare. Questo “capo”, in cotone al 100%, è disponibile nel colore rosa o giallo e lo si può acquistare sul sito specialspecial.com a un prezzo di 199 dollari. Vi dobbiamo però avvisare: i towelkini sono quasi tutti sold out!

L'articolo Il nuovo must-have dell’estate si chiama towelkini sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere


X

privacy