Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Dopo i trent'anni di carriera ripercorsi con una mostra al Palais de la Porte Dorée, Christian Louboutin rende omaggio alla sua amata Parigi con una borsa, disponibile per l'estate 2020. “Parigi è la mia musa suprema. È una delle città più visitate al mondo, con alcune delle più magnifiche architetture. Volevo catturare quell'elemento fantasy di Parigi”. Ed è con queste parole che lo stilista noto per la suola rossa ha presentato la Cabaraparis.

Mostra
Christian Louboutin, la mostra dedicata alle scarpe dalla suola rossa
Tutti i dettagli della mostra Christian Louboutin: the Exhibition[ist] al museo del Palais de la Porte Dorée

Quinta nella serie delle Cabas (dopo Africaba, Mexicaba, Manilacaba e Portugaba), questo modello è il primo ad essere stato realizzato in collaborazione con un'artista, la talentuosa illustratrice francese (nonché amica) Hélène Tran. "Ho incontrato Hélène all'inizio della carriera, circa 30 anni fa, quando lavorava da Vogue. In termini creativi siamo sulla stessa onda: la collaborazione è iniziata con una discussione tra amici e poi le ho dato carta bianca. È un'artista, ma anche un artigiano, perché la tecnica è importante per il suo lavoro. Entrambi condividiamo la stessa visione di una Parigi immaginaria, una sorta di versione fantasy della città. Mi piace come sa dare vita a quei personaggi parigini senza tempo e catturare l'essenza della città in poche pennellate".

Christian Louboutin e Hélène Tran
Christian Louboutin e Hélène Tran

Disponibile in due varianti, ognuno impreziosito da cristalli, la Cabaraparis mostra i due lati della città: Parigi di giorno e Parigi di notte. Con una serie di scene segnate dalla cifra stilistica di Hélène Tran, ciascuno dei cinque pannelli in neoprene stampato rende omaggio ad alcuni dei momenti e/o monumenti più emblematici della capitale francese.

Cabaraparis Day
Cabaraparis Day

Il giorno è un folle viaggio attraverso Parigi: Le Baiser de l'Hôtel de Ville, Place Vendôme, Place de la Bastille e la Torre Eiffel, mentre qua e là spuntano scarpe stiletto e mary jane. La versione “da giorno” è completata da lettere d'amore di Christian Louboutin per Parigi, la città degli innamorati, degli artisti, degli scrittori, dei poeti e dei cantanti.

Cabaraparis Night
Cabaraparis Night

E quando il sole tramonta, brilla la borsa Cabaraparis: chimere fantasmagoriche incantano e attirano Christian, trasformandolo in una sfinge parigina, metà umana e metà leopardo. Tra Galerie Véro-Dodat, Pont Alexandre III e rue Jean Jacques Rousseau, svettano le scarpe più audaci, come le décolleté di cristallo o ricoperte da borchie, i tronchetti mesh o di raffinato pizzo francese.

La lettera d'amore di Christian Louboutin per la “sua” Parigi termina con una capsule collection di calzature: zeppe, décolleté e sneakers, tutte con l'iconica suola rossa.



Continua a leggere

Il nuovo baule zaino da viaggio di Louis Vuitton è l'accessorio must dell'estate 2020

Presentati per la prima volta durante la sfilata Louis Vuitton uomo autunno inverno 2020, i bauli Monogram Cloud e Monogram Mirror rappresentano la perfetta combinazione di tradizione e innovazione. Pensati per l'elegante esploratore contemporaneo questi innovativi bauli possono contenere al proprio interno una tenda da campeggio per due persone realizzata in tessuto idrorepellente e decorata esternamente con l'iconico motivo monogram del marchio.

Questi meravigliosi zaini da collezione, che celebrano l’artigianalità e la passione per il viaggio che contraddistingue da sempre Louis Vuitton, sono caratterizzati dalla tipica forma rettangolare del baule, ma si differenziano per il colore: la versione in tela blu sfumata, Monogram Cloud, presenta un tonalità azzurro acceso, mentre la variante a specchio, Monogram Mirror, cattura la luce del sole, riflettendola e dando vita a un’atmosfera nostalgica e onirica.

Fashion News
Il gioco del poker firmato Louis Vuitton
La maison allarga l'offerta per l'intrattenimento domestico di lusso

Creati ad Asnières, il primo e storico atelier di Louis Vuitton in Francia, i bauli incarnano il tradizionale savoir-faire della maison e ne racchiudono tutte le firme distintive, dalle losange in pelle blu o bianca alle emblematiche serrature, fino agli interni rivestiti in pelle di vitello che vantano scomparti discreti e le classiche cinghie di contone che, nella versione Monogram Mirror, sono immerse nell’azzurro su cui campeggia una nuvola a forma di LV.



Continua a leggere

La Cucina Italiana - dal 1929 il mensile di cucina più autorevole e di lunga tradizione in Italia e nel resto del mondo - con il numero di luglio lancia un nuovo e ambizioso progetto di comunicazione volto a sostenere il valore universale della cultura gastronomica italiana: una grande iniziativa corale per candidare all’Unesco la "cucina italiana" quale patrimonio immateriale dell'umanità.

Ogni numero del magazine, da luglio a dicembre, sarà firmato da un grande cuoco italiano che diventerà, insieme al brand di Condé Nast, ambasciatore della nostra cucina italiana nel mondo. Ogni numero sarà come un dossier di candidatura nel quale lo Chef racconterà la sua cultura del cibo, il suo territorio e la filiera interagendo con le rubriche e i contenuti della storica rivista. Tanta eccellenza italiana, ricette declinate in versione domestica, racconti di donne e uomini che fanno grande l’Italia e contribuiscono a rendere i piatti dei cuochi sempre più decisivi nel raccontare la nostra identità, il tutto animato dal desiderio di unirci finalmente una volta per tutte e allearci per raggiungere un grande e importante obiettivo: la candidatura della cucina italiana a Parigi in quel palazzo dell’Unesco non a caso progettato anche dall’italiano Pierluigi Nervi.

“Credo che sia in ogni caso un dovere, ma oggi in particolar modo, per un brand leader, quale è La Cucina Italiana, in Italia e all'estero, assumersi una responsabilità più ampia e farsi carico attraverso un percorso, che non è solo formale; di convogliare le eccellenze e le migliori energie del settore per rafforzare il made in italy. Sono certo che lungo il percorso numerosi nuovi compagni di viaggio si uniranno a noi. Questa è una chiamata aperta per tutti coloro che hanno a cuore il nostro paese e le sue immense ricchezze. La cucina è senza dubbio una delle principali" commenta Fedele Usai, Ceo Condé Nast Italia.

Il primo dei sei numeri da collezione, in edicola dal 2 luglio, è diretto da Massimo Bottura: lo Chef di fama mondiale che conta tre stelle Michelin con l’Osteria Francescana di Modena, primo  italiano a partecipare al celebre documentario Chef’s table (Netflix) e a trionfare due volte come numero 1 al mondo nella classifica World’s 50 Best Restaurants, viene ritratto in copertina da JR, artista di fama mondiale e di nazionalità francese, a dimostrazione del fatto che la tradizione culinaria italiana già oggi è abbracciata da tutto il mondo. In queste 164 pagine Bottura apre le porte della sua casa e della sua cucina, racconta la sua storia, svela cosa mangia la sua brigata con ricette memorabili. Nel numero ci sono tutti, i contadini, i produttori, ma anche storiche interviste come quella di Luca Dini ai due grandi del caffè italiano, Andrea Illy e Giuseppe Lavazza, insieme per la prima volta a parlare di un obiettivo comune. Tra i tanti contributor di prestigio compaiono anche Malcom Pagani, Andrea Grignaffini, Patrizia Re Rebaudengo, Camilla Baresani e Paolo Marchi mentre le immagini sono scattate dai maestri della fotografia come Massimo Vitali, contributor di testate prestigiose (New York Times e Le Monde), autore, in questo primo numero, di uno straordinario “Viaggio In Italia”. Tra gli artisti, oltre a JR autore della copertina, ci sarà Mimmo Paladino a parlare di cucina e pittura dal suo atelier in Campania.

«Siamo partiti per una grande avventura: mettere insieme l’Italia e raggiungere un grande riconoscimento internazionale» dice Maddalena Fossati Dondero, direttore della testata. «È una grande occasione per aggregare le nostre forze intorno a un unico obiettivo e allo stesso tempo scoprire gli universi dei grandi maestri della nostra cucina che vuol dire identità e cultura ma anche tutta la loro filiera, in una parola territorio».

«Da Nord a Sud, la nostra è una penisola ricca di cultura, storia, innovazione. È importante unire le forze» sottolinea Massimo Bottura. «Vorrei che in questo Paese non si dicesse più Modena “o” Bologna, ma Modena “e” Bologna. Uniti possiamo fare tutto. Sogno il riconoscimento della cucina italiana come bene immateriale dell’Unesco».

A giugno il sito della testata ha visto 3.76 MIO di utenti unici e lato social La Cucina Italiana ha raggiunto una fan follower base di 1.8 MIO +16% YOY.



Continua a leggere

Elodie ha cambiato per l'ennesima volta look, lo ha fatto per il nuovo video della hit estiva "Ciclone". Con indosso un minidress a fiori molto trendy, si è trasformata nella protagonista dell'iconico film degli anni '90, dicendo addio alle treccine afro e portando i capelli lunghi e scuri legati in una coda di cavallo bassa.Continua a leggere

Continua a leggere

Dsquared2 annuncia il lancio della prima App del brand. Una piattaforma per avere le felpe e i jeans Dsquared2 a portata di mobile, e molto, molto di più.

La prima Dsquared2 App, disponibile per il download su iTunes, permetterà agli utenti di immergersi in un feed interattivo che alterna gli ultimi arrivi con collezioni e progetti speciali, nonché contenuti esclusivi che prendono vita attraverso video dedicati.

L'applicazione del brand, che ha recentemente collaborato con Cher per la campagna ICON 2020 e che proprio quest'anno festeggia il suo 25esimo anniversario, offre un'esperienza d'acquisto intuitiva e guidata attraverso una struttura fluida che permette di navigare facilmente tra prodotti e collezioni.

Cher è il volto della campagna Dsquared2 ICON 2020
La superstar di Here We Go Again è stata fotografata da Mert & Marcus

Felpe, jeans e tutto il ready to wear Dsquared2, ma anche sneakers, occhiali da sole, costumi e underwear, fino alle collezioni Kids, ogni prodotto è presentato in pagine immersive a tutto schermo con dettagli e visioni da diversi punti di vista.

Tutti i prodotti sulla Dsquared2 App sono corredati da suggerimenti di abbinamento o alternative di stile con proposte di oggetti simili e sono inoltre condivisibili sui social direttamente dall'applicazione grazie a una funzione dedicata integrata.

Attraverso il profilo personale, la lista dei desideri e la shopping bag sono aggiornate in tempo reale tra sito web e App. Con la funzione boutique, sarà possibile collegarsi anche con selezionati store per prenotare e ritirare i propri acquisti in negozio.



Continua a leggere

Tutti attenti a dove mette la borsa la Regina Elisabetta

Cosa c’è nelle borse delle donne? A volte, la casa intera, altre, è un vero mistero. Ma in questo caso, più che il contenuto, quello che sembra interessante è la borsa in sé, usata, oltre che per la sua funzione principale, per scopi insospettabili. Osservate la Regina Elisabetta II, che non fa un passo senza la sua borsa, sempre impeccabilmente coordinata alle sue eleganti mise: è per comunicare con il suo staff.

Sembra infatti che la Regina Elisabetta utilizzi la sua borsa come segnale: di stanchezza, di impazienza, di disagio, insomma per comunicare in modo discreto come si sente in situazioni particolari, nelle sue apparizioni ufficiali nel Regno Unito o nei suoi viaggi intorno al mondo. Ad esempio, se di solito per comodità porta la borsetta a sinistra, quando cambia braccio può voler dire che desidera terminare in modo gentile la conversazione in cui è impegnata (e qualcuno del suo staff accorrerà a interromperla con tatto). E se nel corso di un pranzo ufficiale la appoggia sul tavolo, spostandola dal gancio posto sotto di esso, pare voglia comunicare che si sente stanca, e che desidera lasciare la sala entro pochi minuti. Ma se la deposita a terra, significa che è molto annoiata. Insomma, il suo staff non deve mai perdere di vista spostamenti ed evoluzioni della royal bag.

Queen Elizabeth II sheds a tear during the Field of Remembrance Service at Westminster Abbey, London.   (Photo by PA Images via Getty Images)
Quando la Regina piange
Anche la Regina (e i Duchi e le Duchesse) piangono. Ecco le volte che i Royals si sono commossi in pubblico

E quando viaggia? La Regina si sposta con molti bagagli e non vuole correre il rischio di perdere nessuna delle sue valigie, borse e borsette. Per questo, lei che ci ha sempre deliziato con magnifiche mise dalle nuance sgargianti e con borse e cappellini en pendant, usa lo stesso sistema di etichette colorate preferito da altri membri della Casa Reale: il Principe William e il Principe Carlo contrassegnano il bagaglio in rosso, la Duchessa di Cambridge in giallo. Anche Elisabetta ha scelto etichette di colore giallo, ma sulle sue c’è scritto, semplicemente, The Queen.



Continua a leggere

Accusate di oltraggio e incitamento alla prostituzione, sempre più ragazze egiziane vengono incarcerate dopo aver pubblicato video su TikTok o Instagram. Nell'autoritario Egitto di Al Sisi, il sogno di autodeterminazione delle donne che era al centro della Primavera Araba del 2011 è definitivamente naufragato. Ma il Governo deve fare i conti con i social network, che non si fermano.Continua a leggere

Continua a leggere

Le fedi nuziali sono il simbolo dell'amore eterno, grazie a quel cerchio che non ha inizio e nemmeno fine. La scelta è quindi molto importante, perché sono un gioiello che verrà sfoggiato al dito per tutta la vita (o almeno è quello che si spera con quel fatidico “sì, lo voglio”). 

Gioielli reali
Kate Middleton, perché porta tre anelli all'anulare?
Oltre all'anello di fidanzamento e alla fede, sul dito c'è un terzo anello…
  • La fede classica: è un anello mediamente sottile e arrotondato o appena smussato sui lati. Per lo più viene realizzato in oro giallo, bianco (nella sua versione più moderna), rosa o platino. Può presentare una fascia di diamanti che corre sulla fascia (vedi le fedi Pomellato per Chiara Ferragni e Fedez). 

  • La fede francesina: un giro d'oro sottile, non necessariamente bombato. È il modello più discreto che si può trovare.

  • La fede unica: ha la fattezza di quella classica ma presenta un punto luce, un minuscolo diamante incastonatovi la cui preziosità può essere valutata in base al taglio, in base al colore ed in base alla chiarezza.

  • La fede mantovana: è la proposta più importante in termini di forma, perché ha una silhouette bold, cioè una fascia piuttosto larga, appiattita e ad arco ribassato.

  • La fede squadrata: un altro modello contemporaneo che sembra scolpito nel metallo, perché caratterizzato dalla presenza di piccole facce che conferiscono alla fascia una forma quasi ottagonale.

  • La fede a tre ori: questo anello è caratterizzato solitamente da tre anelli dei rispettivi tre ori che si intrecciano l’uno nell’altro. Alcune varianti più minimali propongo anche la versione con tre fascette parallele.

  • La fede di design: gioca sulla forma della struttura, con un cerchio dal perimetro sinuoso, a zig-zag, puntinato da diamanti o altre gemme preziose.

Damiani
Damiani
Tiffany & Co.
Tiffany & Co.
Cartier
Cartier
Bulgari
Bulgari
Leonori
Leonori


Continua a leggere

Tra reale e virtuale, Kendall Jenner è il volto della nuova campagna Burberry. La top model è trasformata in avatar nel video della collezione TB Summer Monogram diretto da Nick Knight.

La campagna TB Summer Monogram è un viaggio dalla realtà alla fantasia, fondendo la naturalezza dello scatto reale con la tecnologia CGI delle immagini 3D generate al computer. Il video della campagna è ambientato in un mondo metafisico ispirato a skatepark e piscine e incarna lo spirito libero e ottimista dell'estate. All'interno di questo spazio digitale Kendall Jenner, in versione avatar, indossa i capi femminili e maschili della nuova capsule Burberry TB Summer Monogram, dando vita a quattro personaggi immaginari. Al video della campagna si affiancano una serie di autoritratti naturali, scattati da Kendall Jenner a casa propria, che amplificano la campagna sul piano reale.

La collezione TB Summer Monogram è caratterizzata dal motivo delle iniziali intrecciate TB, create da Riccardo Tisci e Peter Saville nel 2018 come omaggio al fondatore del brand Thomas Burberry. Per l'estate 2020 la fantasia è rivisitata con una tavolozza di colori tra cui il beige scuro, il blu azzurro, il grafite e il blu cobalto con accenti arancioni. 

La nuova collezione TB Summer Monogram è disponibile in selezionate boutique Burberry e online dall'1 luglio e su farfetch.com a partire dall'8 luglio. 

Burberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_003.jpgCourtesy of Burberry / KendallBurberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_004.jpgCourtesy of Burberry / KendallBurberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_002.jpgCourtesy of Burberry / KendallBurberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_001.jpgCourtesy of Burberry / KendallBurberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_005.jpgCourtesy of Burberry / KendallBurberry introduces its new TB Summer Monogram collection c Courtesy of Burberry _ Kendall_004.jpgCourtesy of Burberry / Kendall


Continua a leggere


X

privacy