CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

L’estate 2018 porta con se tante novità in campo make-up: colori accesi, glitter ed eye-liner che attirano tutta l’attenzione. Ricche di dettagli e decisamente intense, le proposte che arrivano dalle passerelle non hanno mezzi termini.

Insomma, la parola d’ordine è sicuramente “esagerare”!

Blu

Il colore più di tendenza è il blu e tutte le sue sfumature: lo vediamo su ombretti, eye-liner, matite e glitter. Con il colore blu, quindi, non sbaglierete di sicuro!

dd14ea4488c99b27b08d4954a363b812

Photo credit Pinterest

Eye-Liner

Una delle novità per questa stagione è l’eye-liner che si presenta in una chiave totalmente nuova: tondeggiante. Le più scettiche probabilmente torceranno il naso, eppure è una delle tendenze più gettonate. Per il colore, potete scegliere il classico nero oppure tentare una tinta pastello, tanto amata in questa stagione.

E se proprio volete esagerare, copiate il trend dai make-up artist più famosi al mondo ed aggiungeteci i glitter. Otterrete un risultato pazzesco!

tom-ford-emn-s18-007-1528882844

Photo credit Pinterest

Glitter, glitter, glitter

Qualcuno forse ha detto glitter? Ebbene si, il trucco si riempie di glitter sopratutto sugli occhi: scegliete il colore che più vi piace e riempite le vostre palpebre.

fdeb6863f7bb5df50ea4cfc9f1cc8a57

Photo credit Pinterest

Abbinamenti

Forse avete già capito che questa stagione farà vedere abbinamenti decisamente strong e tutt’altro che sobri; perciò, osate anche con i colori. Optate per un ombretto ed un rossetto forti, anche se tra di loro non centrano nulla.

875ec743a6ab0c393ae9ee2f26e7d574

Photo credit Pinterest

Labbra

Per le labbra, invece, il trend continua seguendo la scia della stagione invernale: labbra metallizzate in silver, gold e qualsiasi altra nuance purchè dal finish metallico.

7cfe9c95dd17be5febbd1cfdd21659be

Photo credit Pinterest

Sopracciglia

Se fino all’inverno scorso le sopracciglia venivano portate in maniera perfetta e super curata, adesso viene privilegiato una forma ed un look più naturale: lasciatele sbarazzine, quasi “selvagge”.

43f050350b5e81acb5a734ba87fe875a

Photo credit Pinterest

Se siete curiose di scoprire di più, vi invito a leggere l’ultimo articolo in cui vi svelo come preparare 5 maschere anti rughe; Qui, invece, troverete le acconciature più belle per l’estate.

Venite a trovarmi sul mio Blog e su Instagram e Facebook!

L'articolo Tendenze make-up per l’estate 2018 – le idee più belle sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

I capelli sfibrati sono un problema col quale combattono molte donne: oltre a non essere belli, i capelli sfibrati e rovinati possono portare a diversi problemi come la perdita di capelli e l’aumento della forfora.

Ma facciamo un passo indietro: a cosa bisogna prestare attenzione per non far rovinare i capelli e quali sono le maggiori cause di un capello sfibrato e spento?

Sicuramente l’uso delle piastre e la troppa esposizione ai raggi UV, come le troppe tinture e sostanze chimiche applicate sui capelli sono tra la maggiori cause; ma possono contribuire anche malattie, farmaci, alimentazione scorretta, troppi lavaggi ai capelli e l’utilizzo di prodotti con sostanze dannose.

Vediamo ora, però, alcuni rimedi infallibili che si possono fare comodamente a casa!

4eb294c5938b4fc97cedb6d98144411c

Photo credit Pinterest

1. Olio d’oliva

In una ciotola aggiungete dell’olio d’oliva sufficiente per coprire le vostre lunghezze; riscaldatelo appena per qualche secondo nel microonde o sul fornello (attenzione! L’olio deve essere tiepido, non caldo!) e con un pennello incominciate ad applicarlo sulla cute fino a scendere nelle lunghezze. Massaggiatelo per bene e avvolgete i capelli in un asciugamano caldo, lasciando in posa tutta la notte o almeno per 60 minuti.

Ripetete per una/due volte a settimana.

2. Maionese

Si, avete letto bene: la maionese. D’altronde la maionese non è altro che l’unione di uova, succo di limone e olio d’oliva, quindi un trio perfetto per nutrire in profondità il capello. I passaggi sono uguali a quelli descritti prima: applicate a partire dalla cute massaggiando fino nelle lunghezze. Lasciate riposare per tutta la notte o almeno 60 minuti.

Ripetete una volta a settimana.

3. Impacco pre-shampoo

Questa volta utilizzeremo 4 prodotti facilmente reperibili: olio d’oliva, miele, yogurt e gocce aromatiche alla cannella.

Il procedimento è facilissimo: mescolate 2 cucchiai di olio d’oliva con 10 gocce di olio aromatico alla cannella. A parte, miscelate un vasetto di yogurt naturale insieme a 2 cucchiai di miele. Unite tutti gli ingredienti e amalgamate il tutto con una frusta da cucina.

Applicate il prodotto a partire dalla cute fino a scendere nelle lunghezze, massaggiando continuamente. Lasciate in posa per almeno 30 minuti e lavate abbondantemente e accuratamente con shampoo.

Ripetete una volta a settimana.

Se siete curiose di scoprire di più, vi invito a leggere l’ultimo articolo in cui vi svelo come preparare 5 maschere anti rughe; Qui, invece, troverete le acconciature più belle per l’estate.

Venite a trovarmi sul mio Blog e su Instagram e Facebook!

L'articolo 3 rimedi infallibili contro capelli sfibrati e rovinati sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Quante di voi sognano di riuscire a ricreare a casa le onde e i boccoli perfetti che realizzano i parrucchieri? Io decisamente si, quindi mi sono messa alla ricerca dei 4 metodi per realizzare boccoli e ricci in maniera semplice e veloce (magari impiegando un pò meno tempo rispetto al parrucchiere! :D).

bf57f117f3bddde87fab8c56e53742c2

Photo credits Pinterest

L’ideale sarebbe avere il ferro arricciacapelli, ma se non è in vostro possesso, non preoccupatevi: sarà sufficiente anche la classica piastra. Va bene qualsiasi modello, ma se è curvo è l’ideale perchè studiato appositamente per ricreare i boccoli.

Stirare le trecce

Uno dei metodi più semplici in assoluto sono le trecce: lavate e asciugate i capelli lasciandoli appena umidi e fate delle trecce. Se volete ottenere un effetto più morbido, vi consiglio di fare 2/3 trecce. Più trecce realizzate e più intenso sarà l’effetto del boccolo. Dormiteci su tutta la notte e al mattino avrete delle onde stupende!

Se il tempo che avete a disposizione non è molto, invece di dormirci su, passate la piastra sulle trecce: passate più volte in modo da far prendere bene la piega e lasciateli raffreddare prima di scioglierle.

Boccoli con le dita

A differenza del primo metodo, questo è quello che richiede più tempo, ma l’effetto sarà pazzesco perchè crea dei boccoli perfetti.

Prendete ogni ciocca e avvolgete i capelli per formare dei piccoli “anellini”. Passate la piastra per qualche secondo e fissate ogni anellino alla testa con una forcina in modo da consentire al capello di prendere forma. Fissate il tutto con un pò di lacca per far mantenere la piega più a lungo.

521

Photo credit Pinterest

Metodo Flick

Probabilmente il metodo più conosciuto e che permette ai boccoli di mantenere più a lungo è il metodo “Flick”. Consiste nel dividere la chioma in piccole ciocche ed avvolgere ogni ciocca una alla volta intorno alla piastra, chiuderla e girarla lentamente verso il basso facendole fare un giro completo.

Metodo Torchon

Anche questo super veloce e semplicissimo: il metodo torchon consiste nel dividere la chioma in tante piccole ciocche ed avvolgere ogni ciocca su se stessa il più possibile. Passate poi la piastra su tutta la lunghezza, soffermandovi per qualche secondo. Fissate tutto con la lacca per far durare l’effetto più a lungo.

9efafb6ed5f73824cb2c591ef2b04c06

Photo credit Pinterest

Se siete curiose di scoprire di più, vi invito a leggere l’ultimo articolo in cui vi svelo come preparare 5 maschere anti rughe; Qui, invece, troverete le acconciature più belle per l’estate.

Venite a trovarmi sul mio Blog e su Instagram e Facebook!

L'articolo Boccoli e ricci con piastra: 4 metodi veloci e semplici per realizzarli sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Come abbronzarsi velocemente? Una delle domande che tanti di voi si pongono in questo periodo. Prima di tutto spezziamo una lancia a favore della crema protettiva: a differenza di come si pensa, ci si abbronza anche con una protezione solare. Usate anche un SPF da 20 e state tranquille che otterrete il risultato desiderato, ma senza ustionarvi e, sopratutto, proteggendovi dai raggi UVB e UVA che sono dannosissimi per la pelle!

bda0cd8e454d664633bc5cc9460b77db

Photo credit Pinterest

Quindi, una volta messa la protezione solare, ecco alcune strategie che potete seguire:

1. Mangiare carote

Preparate il corpo a fare il pieno di tintarella: mangiando carote, infatti, assimilate BETA CAROTENE che è una delle sostanze fondamentali per ottenere il colore. Più ne è presente nel nostro corpo e più ci abbronziamo. Che siano crude, cotte o sotto forma di succo, l’importante è mangiarne quante più possibili.

2. Scrub prima di esporsi al sole

Applicate uno scrub la sera e massaggiatelo bene; in questo modo aiutate a rimuovere le cellule morte della pelle. Basterà uno scrub a settimana.

3. Idratazione

E’ fondamentale bere quanta più acqua possibile. Oltre a ricavarne tantissimi altri benefici, mantiene la vostra pelle idratata, che è importante per non creare rughe o screpolature da disidratazione sotto al sole.

4. Alimentazione

Oltre alle carote, che abbiamo già visto essere alla base per una buona abbronzatura, è consigliabile scegliere un’alimentazione ricca di cibi che aiutano a stimolare la melatonina.

Alcuni cibi che la favoriscono sono: agrumi – in primis arance – frutta rossa (ciliegie e lamponi), frutta arancione (albicocche, carote, melone e zucca), broccolo cavolo, cavolfiore, spinaci.

5. Prendere il sole vicino all’acqua

Strano ma vero, abbronzarsi in riva al mare o a bordo piscina accelera l’abbronzatura. Questo perchè i raggi solari, riflettendo sullo specchio dell’acqua, raddoppiano la propria intensità.

Pronte a fare il carico di tintarella?

Se siete curiose di scoprire di più, vi invito a leggere l’ultimo articolo in cui vi svelo come preparare 5 maschere anti rughe; Qui, invece, troverete le acconciature più belle per l’estate.

Venite a trovarmi sul mio Blog e su Instagram e Facebook!

L'articolo Abbronzarsi velocemente senza danneggiare la pelle sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Build Presents The Cast Of

Sale la temperatura e anche il trucco deve stare al passo: fondotinta coprenti e polveri pigmentate lasciano il posto a texture trasparenti, impalpabili e dalla resa ipernaturale. Il blush non è da meno e diventa essenziale per regalare un tocco di colore appena accennato, che sembra il risultato di una passeggiata in riva al mare. Che siate appena tornate dalle vacanze o abbiate in programma di passare l’estate in città poco importa perchè sul mercato esistono prodotti in grado di simulare l’effetto di un week-end in Costa Azzurra.

Fin qui nulla di nuovo, il fard per le guance esiste da sempre (persino Cleopatra lo indossava) ma la vera novità è il ritorno di texture in crema che regalano un effetto naturale e non necessitano di tecniche complicate nè dell’esperienza di un truccatore per l’applicazione. Basta prelevare un po’ di prodotto, picchiettare delicatamente e sfumare. Non servono nemmeno i pennelli, basta usare le mani. Se state pensando ‘più facile a dirsi che a farsi’ ecco una miniguida che permetterà anche a chi è alle prime armi con il trucco di scongiurare l’effetto clown.

1 – Come sempre, l’importante è la base: che utilizziate fondotinta, bb cream o meno assicuratevi che la vostra ‘tela’ sia impeccabile. Stendete una crema idratante o un siero e procedete (oppure no, se non lo desiderate) il fondotinta sfumandolo accuratamente.

2 – In commercio esistono vari tipi di formule, da quella in crema che al tatto diventa setosa (più adatta a chi ha la pelle grassa) a quella più emolliente passando per i gel effetto acquerello per arrivare al cushion. Scegliete sempre la texture più adatta alla vostra pelle per evitare effetti indesiderati nel corso della giornata.

3 – A questo punto dovete decidere come applicare il prodotto: le meno esperte si possono affidare a un pennello con setole sintetiche, più adatto ai prodotti in crema, che permette di dosare meglio il prodotto. Se invece siete più esperte potete picchiettare il blush direttamente con le dita in modo da ottenere un delicato effetto acquerello.

4 – Cipria sì o no? Dipende da voi. Se avete la pelle grassa stendete un velo di cipria traslucida per fissare il colore ed evitare che sbiadisca nel corso della giornata. Diversamente l’effetto cremoso del blush vi regalerà un aspetto idratato e sunkissed che non ha bisogno di ulteriori step.

L'articolo Blush in crema, istruzioni per l’uso sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Torna di moda il tatuaggio tribale nelle declinazioni maori, maya, polinesiano o atzeco, molto in voga sia tra le donne che tra gli uomini. Per chi invece ama il colore unito ad un pizzico di stravaganza l’ideale è il tatuaggio destrutturato, che reinterpreta oggetti della vita quotidiana scomponendone forme e cromie. Sempre più di tendenza il Blackwork, il nero assoluto che non passa mai di moda, che prende vita in forme e modalità anche molto differenti tra loro ma sempre con l’all black come denominatore comune e inalienabile. E ancora… tatuaggi di coppia per i più romantici, Dotwork – i tattoo a puntini -, 3D, e Water Color (in stile acquerello) per i creativi e gli estrosi, tatuaggi realistici con immagini di cuccioli, mamme, nonni e figli per chi non teme l’oversize, anche in fatto di sentimenti. Questi i trend tattoos emersi dalla Torino Tattoo Convention. La prossima edizione si svolgerà dal 14 al 16 settembre.

L'articolo I tattoos più trendy sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Natalia Vodianova in occasione della chiusura dei Mondiali 2018 ha sfoggiato un abito Louis Vuitton abbinato a un paio di orecchini in oro bianco con smeraldi e diamanti, un bracciale di platino con diamanti taglio Ashoka, entrambi della Collezione Alta Gioielleria, e un orologio della Collezione Imperiale. Questa precisa scelta ha solo rafforzato il legame tra la modella-filantropa con Chopard.

Infatti, è stato confermato l’impegno della Casa di Alta Gioielleria per Naked Heart Foundation, l’associazione che aiuta i bambini russi in difficoltà.

È stata realizzata un’edizione speciale della collezione Happy Hearts caratterizzata da cuori in madreperla rosa, colore simbolo delle emozioni e della tenerezza; parte dei ricavi delle vendite sarà così destinata alla fondazione creata nel 2004.

Caroline Scheufele e Natalia Vodianova, rispettivamente rappresentanti della Maison Chopard e della Naked Heart Foundation, sono due donne accomunate da un grande cuore, hanno annunciato l’avvio della loro collaborazione durante un “ladies’ lunch” sul Chopard Rooftop di Cannes.

L'articolo Chopard sostiene la fondazione di Natalia Vodianova sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Si sta avvicinando sempre di più la data delle nozze che unirà la nota influencer a Fedez. Instagram è pieno di stories e post dedicati alla vacanza a Ibiza, un week-end di festeggiamenti dedicati all’addio al nubilato di Chiara Ferragni.

Non mancano commenti e note in merito al look sfoggiato dalla futura sposina. Spicca, infatti, la collana bride to be di Rue Des Mille, della collezione Stardust Alphabet. Chiara Ferragni ha indossato sempre questo girocollo, come se fosse un portafortuna, mentre ne ha donato un altro alle sue amiche, personalizzato con i rispettivi nomi.

Ma non è l’unico accessorio a tema: si aggiunge il costume Calzedonia bianco (anch’esso con la scritta Bride to Be e #ChiaraTakesIbiza) e il giubbotto di paillettes. E se alcuni dettagli sono passati inosservati, il nuovo hair styling è stato oggetto di discussione: per l’occasione la sua iconica chioma color biondo è diventata rosa.

In attesa di scoprire l’abito da sposa di Chiara Ferragni e tutti i suoi accessori (inclusi i gioielli), in gallery potete guardare i look dell’addio al nubilato.

Leggete anche: In occasione del royal wedding, la sposa Meghan Markle regala alle sue amiche e a Kate Middleton un braccialetto d’oro di Zofia Day

L'articolo Addio al nubilato Chiara Ferragni: la collana bride to be sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Che sia un uomo soddisfatto lo si vede dal sorriso. Il dottor Vranjes, “naso” discreto quanto scrupoloso, racconta dei 35 anni della sua azienda produttrice di profumi per la casa e, recentemente, anche cosmetici, con la fierezza tranquilla di chi ha raggiunto un traguardo e ne affronta col sorriso un altro. L’headquarter del marchio Dr. Vranjes, in una discreta palazzina in mattoni rossi nei pressi di Bagno a Ripoli, alle porte sud di Firenze, racconta di una rassicurante serietà organizzativa e di ricerca. La sua scrivania ha l’ordine di chi è abituato al controllo per il risultato migliore, e ha alle spalle una serie ordinatissima di flaconi con tutte le essenze possibili, molte sconosciute perché rare, altre più riconoscibili ancorché preziose.

Paolo Vranjes, “il dottore” per tutti quelli che lavorano con lui, si racconta in modo preciso, quasi accademico, forse perché in fondo riservatezza e precisione sono parte integrante del suo ruolo e del suo DNA. “Insieme a mia moglie Anna Maria, abbiamo fondato nel 1983 l’Antica Officina del Farmacista: a Firenze, nostra città d’elezione alla quale dobbiamo molto, umanamente e professionalmente”. Non è un caso quindi che la sua bottiglia-icona in vetro colato, nata nel 2010, ricordi la base ottagonale della cupola del Brunelleschi, o che la nuova fragranza nata per festeggiare i 35 anni dall’azienda sia “Giglio di Firenze”, omaggio al fiore-simbolo di Florentia dal XI secolo. “Ma il giglio, o giaggiolo come dicono i Toscani, è legato a Firenze fin da epoca romana: basti pensare ai Floralia, i riti di festeggiamento della dea Flora e dell’arrivo della primavera, quando la città ne era invasa”, precisa rivelando con attenti dettagli anche una personale passione per la storia.

“Firenze vanta un’antichissima tradizione nella lavorazione delle essenza e dei profumi”, aggiunge, “ed è sulla linea artigiana di alta qualità che abbiamo voluto basare il nostro lavoro”. La Dr. Vranjes, Firenze, marchio nato nel 2010 e rafforzato nel 2017 con l’arrivo del fondo BluGem, conta oggi su un bouquet di 44 profumazioni d’ambiente personalizzate, peculiari quanto riconoscibili, cui si affianca una serie di complementi d’arredo, dalle candele alle Lampade Catalitiche, il cui filo conduttore è la ricerca di precise e peculiari combinazioni olfattive e l’alta qualità produttiva, riconosciuta internazionalmente.

A riprova, ecco il made-to-measure privato e per aziende: non ultimi alcuni spa-hotel che hanno chiesto alla Dr. Vranjes di creare profumazioni ad hoc partendo dalle proprie fonti termali interne. “Una bella sfida, devo dire, ma senza dubbio interessante e costruttiva”, confessa Paolo Vranjes senza naturalmente rivelare committenti e modus operandi. E accenna anche a una produzione cosmetica su misura che potrà essere il prossimo sviluppo della sua azienda. Un altro challenge, senza dubbio. Lui annuisce. E, sorridendo, rivolge lo sguardo verso sua moglia Anna Maria, sempre al suo fianco. Una conferma del loro forte legame. Il successo non ha comunque cambiato la sua attitudine: infatti alla festa che ha segnato il traguardo dei suoi 35 anni professionali, ha voluto solo amici e persone a lui care. La location? La sua casa sul colle di Settignano, ça va sans dire.

L'articolo Dr. Vranjes: 35 anni e molti nuovi progetti sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Un anno fa partiva il nuovo corso di Vogue Italia. A distanza di 12 mesi, è Craig McDean a scattare il servizio di copertina di luglio 2018. L’ispirazione, come recita il titolo dello shooting, è una “Remixed Reality”, un mondo frammentario e composito, fatto di visioni, idee, pensieri, abiti e schegge di realtà diverse che convivono tra loro, costruendo un immaginario elegantemente raffinato.

In esso, ritroviamo – in un’armonica coabitazione – chiare suggestioni surrealiste e rimandi alla cinematografia hollywoodiana degli anni 50; ispirazione minimalista e ricerca sartoriale contemporanea; bianco e nero ed esplosione cromatica.

Guardate il video e sfogliate il servizio qui.

#RemixedReality

Directed by Craig McDean @craigmcdeanstudio and Masha Vasyukova @mashavasyukova

Film realized by Spoon Films @spoonfilms

Fashion editor: Benjamin Bruno @benjaminbruno_

Model: Meghan Collison @omgitsmeg @ New York Models

Hair: Malcom Edwards @1malcomedwards

Make-up: Lisa Butler @lisabutlermua

Set design: Andy Hillman @andyhillmanstudio

Photo assistants: Nick Brinley, Nicholas Ong, Darren Gwynn, Andras Bartok

Set design assistants: Saskia Wickins, Flaminia Veronesi, Amy Murgatroyd, Caroline Byrne

With extracts of: Jean Cocteau “Vous Parle” Fernand Leger “Ballet Mécanique”

L'articolo Vogue Italia di luglio: il video della cover di Craig McDean sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Da quando ha sposato Harry il suo stile è decisamene cambiato. Oggi Meghan Markle è sofisticata, elegante e mai eccessiva. Gli orli arrivano sempre al ginocchio e ha detto addio a scolli e spacchi. Una prova di questa evoluzione, sono gli scatti che la vedono a Wimbledon nel 2016 e oggi. Appena due anni fa, per la grande manifestazione sportiva, Meghan aveva scelto un wrap dress nero con spacco anteriore e scollo a V che aveva abbinato a una tracolla e a dei sandali Ralph Lauren. I capelli li portava sciolti con una piega mossa e selvaggia. Decisamente diverso il look che ha sfoggiato allo stesso evento due giorni fa. Oggi, da Duchessa del Sussex, Meghan aveva una allure davvero raffinata. Il look era composto da una camicia a righe e da un paio di pantaloni svasati di colore bianco. I capelli erano raccolti e super chic.

Guardate la gallery dedicata all’evoluzione di stile di Meghan Markle a Wimbledon.

Qui trovate tutti gli scatti del suo arrivo a Wimbledon insieme alla cognata Kate Middleton.

L'articolo Meghan Markle a Wimbledon prima e dopo Harry: i look sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Luminoso e dai contorni perfetti, proprio come la luna piena: questa la promessa del trattamento viso Il Cerchio della Luna, vincitore del premio Best Signature Treatment 2018 all’interno degli European Health & SPA Award, tra i più alti riconoscimenti per i marchi del benessere deluxe. A firmarlo è il Lefay Resort & Spa sul lago di Garda, il resort extralusso di Gargnano che, per la quarta volta, ha vinto anche il premio Best European Spa 2018.

Il Cerchio della Luna si descrive come un “trattamento viso anti age tripla azione” e, come un lifting, agisce sulla tonicità muscolare e sui meccanismi naturali di difesa della pelle di viso, collo e decolleté. Per farlo, il soin combina l’efficacia dei cosmetici Anti-Age Tripla Azione di Lefay SPA –  ricchi di acido ialuronico, vitamine e antiossidanti – la tecnica Vacuum (che mette la pelle sottovuoto usando respirazioni e contrazioni muscolari) e massaggi rassodanti e drenanti .

Inoltre, il trattamento prevede l’uso di pietre laviche calde per attivare la linea energetica dello stomaco (che parte dal viso) e di apparecchiature come la coppettazione e il pressomassaggio. Studiata dal comitato scientifico Lefay Spa, la sinergia di queste tecniche promette di tonificare e illuminare la pelle, rimpolpando e ricompattando l’ovale. Per un viso chiaro e definito come la luna.

L'articolo Cerchio della Luna, il miglior trattamento del 2018 sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Come in Fondazione Prada, alla collezione d’arte permanente, si affiancano mostre temporanee, così al ristorante Torre, al sesto piano della torre della Fondazione, al menù classico italiano ispirato alle tradizioni regionali, si alternano menù a tempo ideati da giovani chef under 30, provenienti dalle cucine internazionali più diverse e selezionati dal progetto Care’s The Ethical Chef Days di Norbert Niederkofler e Paolo Ferretti.

Fino al 22 luglio per esempio in scena le proposte di Yuri Kostorev, 27 anni, di Rostov, Russia. Vanta esperienze in alcuni dei ristoranti più noti del mondo, tra cui l’Osteria Francescana di Massimo Bottura, ed è ora chef del Red Fox di Roza Cutor a Sochi, aperto poco prima dei Giochi olimpici invernali del 2014.

Il menù scelto per il Torre

  • Funghi porcini, cavolo fermentato e mandorle fresche per l’antipasto.
  • Un primo che è una Spuma di latte di pesce, mais e tartufo nero,
  • Due secondi: merluzzo in salsa di verbena e lievito, e costata di fassona, uva spina e mele.
  • E per finire, pesca cotta alla brace, gelato e miele. I suoi piatti hanno il gusto della tradizione classica russa – lui li racconta con l’entusiasmo di un bambino che ricorda e ricrea i sapori della memoria – ma sono rivisitati dal suo estro creativo capace anche di combinazioni audaci. La sua cucina si basa su prodotti stagionali e locali, come è proprio della cucina “etica” e per ogni piatto non usa più di 3 o 4 ingredienti lasciandoti assaporare fino in fondo la qualità di ogni singola materia prima.

Un’esperienza da vivere! Il ristorante si trova, tra l’altro, al sesto piano del nuovo edificio che completa la sede di Milano della Fondazione Prada, progettata da Rem Koolhaas e inaugurata durante la scorsa design week milanese. La location è di quelle spettacolari a cominciare dalla terrazza dove sorseggiare l’aperitivo. Poi cena con vista nella sala vetrata da dove “gustare” anche il tramonto sulla città. Alle pareti una selezione di quadri di William N. Copley, Jeff Koons, Goshka Macuga e John Wesley. E i piatti d’artista realizzati per il ristorante da John Baldessari, Thomas Demand, Goshka Macuga, Mariko Mori, Francesco Vezzoli e molti altri in continuo aggiornamento.

L'articolo Ristorante Torre, Fondazione Prada: il menù di Yuri Kostorev sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere


privacy policy