CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

I cerchietti per capelli sono tornati per grandi e piccine e non scompariranno tanto facilmente.

cerchietti per capelli

Photo Credit: Pinterest

 

Qualcuno ha detto cerchietti per capelli e dettagli chic? Avete sentito parlare sempre più spesso di fasce per capelli e mollettine anni ’90? Vi state chiedendo cosa stia succedendo? Se sia il caso di rispolverare quel vecchio cerchietto che amate così tanto?

Oggi, dopo aver scoperto tutto sui colori capelli 2019, ci addentriamo nel tema acconciature e scopriamo insieme tutti i trend per il 2019.

Udite, udite! I cerchietti per capelli sono tornati in voga! Ne sentiremo parlare per tutto il 2019 con centinaia, forse migliaia di sfumature differenti. Dalle fasce per capelli ai classici cerchietti, dai diademi alle corone di fiori, passando per nastri e chi più ne ha più ne metta.

cerchietti per capelli

Photo Credit: Pinterest

Il perché di questo ritorno? Probabilmente si tratta di una questione di comodità (e di stile!). Per il 2018 e il 2019 il taglio di capelli più cool si riconferma lo Shob (short + bob, qui tutto sullo shob) e mantenerlo dietro le orecchie con un cerchietto per capelli è la scelta più comoda.

Pronte a fare il pieno di accessori per capelli? In questa guida video ai capelli moda trovate tantissimi consigli utili!

L’appuntamento è sul canale youtube, su Alice Cerea e nelle stories di Instagram con tantissimi tips beauty e non solo, alla prossima!

L'articolo Cerchietti per capelli: un grande ritorno per grandi e piccine sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Plaid Nails

Photo Credit: Marine Love Polish

 

Plaid Nails, o se preferite, Tartan Nails.

Lo scozzese torna prepotentemente ad invadere il guardaroba e conquista anche la manicure.

Le unghie riprendono i pattern di sciarpe, borse e completi (scopri qui il trend del tailleur).

La precisione per realizzare questa manicure è fondamentale, si deve scegliere una base cromatica caratterizzante e poi seguire il progetto del pattern scelto. Linee rette nette e precise, buon gusto e un po’ di fantasia.

Ecco per te 5 ispirazioni Plaid Nails tutte da copiare:

-Tartan Plaid a scacchiera: mini check per unghie sofisticate, versatili ed eleganti.

-Floral and Tartan: Decorazioni floreali si insinuano tra le rime delle rette scozzesi e con un po’ di fantasia, le unghie diventano delle piccole opere d’arte.

-Tartan Matte  – Sulla mano si alternato unghie monocolore matte a unghie effetto plaid. Lo smalto monocolore sarà opaco, meglio se nero o bordeaux e per gli abbinamenti della trama scozzese è consigliato osare con un mix di tonalità cromatiche.

-Glitter Plaid: per le amanti delle scie luminose e dei glitter, le linee rette o i mini quadri accecano di luce. Anche stickers e nails tattoo, con un po’ di audacia potranno trovare il loro spazio.

-Plaid Nails Multicolor – Il multicolor per accessori e borse andrà per la maggior e allora perché non abbinarlo ad originalissime manicure. Se sei eccentrica e ti piace farti notare la combo tra pattern inglese e tonalità multicolor risulterà senza dubbio vincente.

Cosa ne pensate di questo trend? Continuate a seguirmi, in arrivo tantissime novità dedicate al mondo della manicure – e non solo. Vi aspetto qui su Glamour o sul mio blog Impossibile Fermare i Battiti

L'articolo Plaid Nails o Tartan Nails: lo scozzese conquista la manicure sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Alice Pagani (la mora) e Benedetta Porcaroli (la bionda) in “Baby”. Foto di Matthias Clamer per Netflix

Dopo l’americana Tredici e dopo la spagnola Elite, tocca all’italiana Baby raccogliere il testimone e svelare un altro pezzo del mondo segreto degli adolescenti. Dal 30 novembre, sempre in streaming on demand su Netflix, vanno in scena sesso per soldi, droga, bullismo, pensieri suicidi, genitori fantasma, minicar che sfrecciano in una dolce Roma dal sapore amaro. Le protagoniste femminili sono le piccole donne Alice Pagani e Benedetta Porcaroli. Vent’anni sulla carta d’identità, 16 sul copione; promesse del cinema con il talento della naturalezza nella vita, lolite di professione nella serie, come le minorenni che nel 2013 si prostituivano ai Parioli, quartiere chic della capitale. I sei episodi sono liberamente ispirati a quel fattaccio di cronaca. Il collettivo di giovanissimi autori indipendenti Grams l’ha preso per andare oltre, spingersi più in là e offrire un ritratto feroce e senza ipocrisia dei ragazzi di oggi. L’ha spiegato a Glamour durante una delle ultime giornate di riprese. Ed è lì, nel campus della facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma Tor Vergata trasformato in un liceo per studenti privilegiati, che abbiamo visto in azione Alice e Benedetta, le abbiamo apprezzate, conosciute, intervistate. Abbiamo capito che sono l’una l’opposto dell’altra; che il pensiero di essere viste in 190 Paesi è ancora lontano per entrambe; che fanno sogni diversi ogni notte, ma che il sogno nel cassetto è lo stesso. Qui cominciamo a scoprire “la benny”, che ci ha aperto la sua agenda, la sua playlist, la sua borsa, il suo armadio, il suo cuore.

Quanto spesso vai al cinema? «Due o tre volte la settimana». L’ultimo film che hai visto sul grande schermo. «A star is born di e con Bradly Cooper accanto a Lady Gaga». L’ultimo film che hai visto a casa. «Nemico pubblico – Public Enemies con Johnny Depp». E il penultimo? «Manchester by the Sea con Casey Affleck e Michelle Williams». Il titolo che non ti stanca mai. «Seven: Brad Pitt, Morgan Freeman e Kevin Spacey». Quello che ti commuove. «Lo struggente Mon roi con Vincent Cassel». E quello che ti fa tornare bambina. «Il cartone animato della Disney Tarzan». L’ultima scoperta in fatto di serie. «Manhunt: Unabomber su Netflix». Quella da recuperare. «Tredici, prima e seconda stagione». Il libro sul comodino. «Il premio Strega La ragazza con la Leica di Helena Janeczek». Che ha preso il posto di… «L’uomo di neve di Jo Nesbø». E-book reader oppure carta?   «Carta». Telefonate o a tutta chat? «Telefonate». Instagram o Facebook? «Instagram, perché amo la fotografia». YouTuber o influencer? «YouTuber». Istinto o razionalità? «Razionalità». Ti googli spesso: sì o no? «Mai». Shopping online: sì o no? «Sì». Il capo che compri più spesso. «I jeans». Quello che indossi solo sotto tortura. «La tuta». Nella tua borsa non manca… «Un paio di occhiali da sole». Nella tua playlist occupa un posto speciale… «Bruce Springsteen. Ma anche Tiziano Ferro». La canzone che intoni sempre sotto la doccia. «I Will Always Love You di Whitney Houston». L’ultimo concerto a cui sei andata. «The National, gruppo indie rock». L’ultimo tatuaggio. «Dietro la nuca l’occhio di mia madre che mi guarda le spalle». Il primo. «A 16 anni: la scritta No Angels, che è il titolo di un brano che ascoltavo con il mio fidanzato di allora». Il tattoo che non hai ancora fatto. «Mi piacerebbe portare sulla pelle qualcosa di mio fratello piccolo Guglielmo, però sono stata già abbastanza “cazziata” per i precedenti, dunque credo che aspetterò ancora un po’».

Benedetta Porcaroli. Foto di Filippo Avandero

Benedetta Porcaroli. Foto di Filippo Avandero

L'articolo “Baby”, la serie-evento che svela la mala adolescenza romana, è in arrivo. Su Netflix. Ma prima ancora su Glamour sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Il fard must have di stagione? Né rosa, né marrone ma arancione. Parola di giapponesi! Il Giappone, infatti, sta lentamente soppiantnando la Corea in fatto di beauty trend e per questo autunno e inverno ha decretato che il blush deve essere color arancio. Le ricerche “orange rouge”, infatti, sono aumentate su Pinterest del 250 per cento. L’effetto sulla pelle è sorprendente e, in particolare, il prodotto più desiderato è Spoiler, del brand coreano Tony Moly.

L'articolo Il blush? Arancione. Parola di giapponesi sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Le gemelle di ShiningMozzafiato Mahoney e Dick TraceyDorothy (l'attore Jason Biggs) e l'uomo di lattaVincent van GoghMarilyn MonroeAndy Warhol e Edie SedgwickDinosauro e Wonder Woman prendono la metroHarley Quinn, Suicide SquadCappellaio Matto e la Regina di CuoriLa Regina di Cuori e il BianconiglioCappuccetto rosso e il lupoZombieDia de Los MuertosDooneese di Saturday Night LiveCrudelia de MonCaduta liberaIl GruffaloSHADEHillary ClintonKim Jong-unDonald TrumpUomo decapitatoMario BrosPelucheGhostbustersFamiglia di MinionsDov'è Wally?Wonder WomenScheletri-marionette

Heidi Klum ha una vera e propria passione per Halloween. La top model tedesca è la celeb più famosa per i suoi travestimenti nella notte delle streghe. Lei ha iniziato i preparativi per Halloween in largo anticipo. E voi?

New York City Sicuramente NYC è la protagonista della notte di Halloween. L’appuntamento imperdibile? La  Village Halloween Parade a Manhattan, a cui partecipano normalmente 50.000 persone. Unica condizione per partecipare è essere travestiti. Se sei a NY puoi partecipare anche tu, basta prensentarti qui alle 19:00. Quest’anno il tema sarà I AM a Robot!  Ma in realtà, tutti si scatenano con la massima creativita. I costumi più belli sono quelli “fatti in casa”. Sfoglia la gallery e prendi spunto.

Nei parchi divertimento in Italia Tutti i fine settimana, fino al ponte di Ognissanti i parchi divertimento più importanti d’Italia si addobbano con zucche, ragni, ragnatele e, fantasmi. – A Mirabilandia torna l’Halloween Horror Festival, scherzi e spaventi la faranno da padrona. Creature spaventose, zombie, streghe, vampiri, personaggi fiabeschi divenuti maligni e molti altri esseri orripilanti, nascosti tra le fumose aree tematizzate del Parco, saranno pronti ad attendere gli ospiti più coraggiosi, che potranno affrontare un’esperienza da urlo attraversando le 3 Horror Zone: Fiabe Malvagie, ,Zombieville, e  Steampunk Revolution. Mentre la novità assoluta per il 2018 è l’Extreme Horror Experience, vietata ai minori di 16 anni, dove non ci sarà alcun limite all’orrore e allo splatter.

parchi divertimenti italia mostro

lo vorresti incontrare? Lo trovi a Mirabilandia Halloween

-A “Gardaland Magic Halloween”, tra le oltre 40 attrazioni del Parco si aggireranno mostri di ogni genere, tutti chiamati a gran raccolta per festeggiare insieme.  Il momento clou sarà l’imperdibile Halloween Party del 31 ottobre in piazza Valle dei Re, animata per l’occasione da un dj set che farà scatenare Ospiti e mostri sotto le stelle.

Gardaland Magic Halloween addobbi

Maxi zucche a Gardaland Magic Halloween

Una gita nelle città sotterranee Chi è piu fortunato potrà approfittare del ponte per fare un giro nelle città sotterranee d’Italia. Nella notte delle streghe ci si potrà perdere tra i tunnel nascosti di Napoli, che ha una parte sotterranea tanto misteriosa quanto affascinante, di Trieste, Narni, Palermo, Torino, Siena e Bologna. Tra gli altri vi consigliamo di fare un salto ad Orvieto dove è presente il “Pozzo di San Patrizio“,  costruito durante il Rinascimento, unico nel suo genere, ricorda i gironi dell’inferno.

Pozzo di San Patrizio

Il Pozzo di San Patrizio

Appuntamento al castello Ti piacerebbe trascorrere la notte di Halloween in un castello sul quale circolano da sempre oscure leggende? Castelli del Ducato, il circuito di fortezze storiche dell’Emilia Romagna, propone 19 appuntamenti in altrettanti castelli e manieri. Scegli tra le visite guidate tematizzate, spesso con figuranti in costume,  cene a lume di candela o passeggiate paurose nei sotterranei o nel parco. Per info e prenotazioni (obbligatorie) consultare il sito castellidelducato.it.

Travestimenti Prendi spunto dagli americani e invece di trasformarti in un essere spaventoso, punta su personaggi iper-riconoscibili che hanno segnato il 2018 come i neo-sposi Meghan Markle e Prince Harry o Beyonce e Jay Z nel video Apes**t; oppure personaggi tratti da film che ti hanno colpito come I Tonya, Mamma Mia, ci risiamo!, Gli Incredibili e Black Panther. Perchè fare semplicemente paura, quando potresti far (sor)ridere, o fare riflettere…

Halloween è la festa per chi ha voglia di scacciare il negativo e fare largo alla positività. Ci state?

L'articolo Halloween 2018. Siete pronte? sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Per ideare Arizona, il nuovo profumo firmato Proenza Schouler, Jack McCollough e Lazaro Hernandez hanno ripreso contatto con la natura. Arizona è uno stato d’animo, una sensazione di panorami a perdita d’occhio, di avventura: un luogo che sprigiona energia, un luogo fatto di bellezza e mistero. La nuova fragranza di Proenza Schouler fonde le note di giglio fiorentino e del cactus che fiorisce una sola volta all’anno, quasi una sfida della natura ad impreziosire un panorama aspro quanto straordinario come il deserto.

Ed è una sfida creativa anche VogueXArizona, lo scouting che invita a mettersi alla prova con uno scatto ispirato alla sensazione di avventura, di panorami a perdita d’occhio del deserto per creare un’immagine ispirata alla libertà e all’armonia. La palette cromatica cui ispirarsi? Rosa, nero e bianco, ovvero i colori del flacone.

Come partecipare? Clicca qui per leggere come funziona lo scouting.

Gli autori dei migliori contenuti avranno la possibilità di prendere parte all’evento esclusivo che si terrà il 24 ottobre a Milano. Un evento firmato Proenza Schouler e Vogue Italia. Inoltre, i selezionati vivranno l’occasione unica di incontrare di persona Jack McCollough e Lazaro Hernandez a porte chiuse, prima dell’inizio del party. Un’opportunità straordinaria!

Pronti a un viaggio nel deserto con Proenza Schouler?

Leggi qui il regolamento completo: Condizioni di partecipazione

L'articolo Partecipa al party #VOGUExARIZONA sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere

Chiara FerragniChiara Ferragni in Santoni, borsa DiorChiara FerragniFedez & Chiara Ferragni: a love storyChiara FerragniChiara FerragniFedez & Chiara Ferragni: a love storyChiara FerragniFedez, Chiara FerragniFedez & Chiara Ferragni: a love storyChiara Ferragni, FedezChiara Ferragni in VersaceChiara Ferragni in Saint Laurent by Anthony VaccarelloI look di Chiara Ferragni in gravidanzaChiara FerragniChiara Ferragni - 2017I look di Chiara Ferragni in gravidanzaChiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2017Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2016Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2015Chiara Ferragni - 2014Chiara Ferragni - 2014Chiara Ferragni - 2014Chiara Ferragni - 2014Chiara Ferragni - 2014Chiara Ferragni - 2013Chiara Ferragni - 2013Chiara Ferragni - 2013Chiara Ferragni - 2013Chiara Ferragni - 2013Chiara Ferragni - 2012Chiara Ferragni - 2012Chiara Ferragni - 2012Chiara Ferragni - 2012Chiara Ferragni - 2011Chiara Ferragni - 2011Chiara Ferragni - 2011Chiara Ferragni - 2011

Periodo di piccole preoccupazioni ma anche grandi gioie per Chiara Ferragni. Dopo aver superato brillantemente il piccolo intervento alle orecchie di Leone, la fashion blogger italiana più famosa al mondo ha ricevuto una nomination all’Ambrogino d’Oro, benemerenza civica assegnata alla città di Milano. Il motivo della sua candidatura? “Al di là dei giudizi di valore, Ferragni è una professionista di enorme successo, con un fatturato di circa 10 milioni di dollari e un’azienda che dà lavoro a una ventina di persone e decine di consulenti” si legge nella nota consegnata alla commissione del Premio. Inoltre “è stata tra i primi a comprendere le dinamiche di questa nuova epoca, in cui i social network sono entrati in modo incisivo nella vita quotidiana delle nuove generazioni”.

 

Non sono però mancate le polemiche, tipiche data il potere polarizzante di Chiara Ferragni. C’è chi lamenta il fatto che Chiara non sia milanese d’origine (non lo erano né Antonio Albanese, né Linus, speaker di radio Deejay, premiati entrambi negli anni scorsi). C’è chi sottolinea che il suo lavoro non ha arricchito il territorio e chi vede nella “fama” di Chiara problema per un premio che, come ha detto il sindaco Sala, “non serve per dare un premio a chi ha già ricevuto tanti riconoscimenti, ma ai tanti sconosciuti che fanno grande questa città”.

Di sicuro Chiara è uno dei volti più riconoscibili di un nuovo sistema “moda” che, in Milano, ha sempre visto la sua capitale italiana. Una personalità forte che sta riportando il Made in Italy ad avere nuovi ambasciatori in un mondo in perenne rinnovamento.

L'articolo Chiara Ferragni candidata all’Ambrogino d’Oro sembra essere il primo su Vogue.it.



Continua a leggere


X

privacy