CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Dyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler AirwrapDyson, arriva l'innovativo styler Airwrap

Uno step verso il futuro. È questa la prima cosa che pensi quando vedi Dyson Airwrap, la novità beauty del brand britannico che ha studiato più di tutti al mondo il potere del flusso d’aria. L’oggetto ergonomico, a prima vista, ti incuriosisce e vuoi capire cosa fa di così rivoluzionario. Ed è proprio appena viene messo in moto e inizia a interagire con i capelli che resti attonito.

Perché? Dire che è una styler è decisamente riduttivo. È un hair tool che fa tutto al posto tuo grazie a un getto d’aria che realizza ricci voluminosi, onde naturali o una piega liscia.

Cosa c’è all’origine di questo prodotto? Dyson utilizza la pressione del motore digitale V9 per sfruttare un fenomeno aerodinamico conosciuto come “effetto Coanda”.  Se l’aria viene spinta alla giusta pressione e velocità, tende a seguire naturalmente il contorno di una superficie adiacente e ad attirare l’aria circostante. Il risultato è la messa in piega dei capelli grazie alla combinazione di aria e calore. Per una piega liscia, ad esempio, la spazzola allinea i capelli mentre li asciuga. Per creare un ondulato invece la spazzola ha un meccanismo che direziona il movimento nella giusta direzione.

Quali sono le richieste in fatto di styilng? Ci sono voluti 25 anni anni di ricerca e 6 di test e ricerche sulle tipologie dei capelli. Oggi il team di ingegneri e scienziati Dyson può davvero dire di sapere tutto dei capelli, dalla radice alla punta. Ma cosa vogliono le persone e faticano a ottenere? Chiome folte invece di un look piatto o capelli lisci ma insieme voluminosi.

Prima dello styling è necessario asciugare i capelli? Di solito sì. In questo caso però, con la styler Airwrap, basta aver i capelli tamponati. Merito della combinazione di getto d’aria e calore che riporta la chioma alla sua forma naturale e la prepara allo styling, evitando che i capelli si aggroviglino.

Cosa non rovina i capelli? Il termistore. Situato all’interno di una bolla di vetro controlla la temperatura fino a 40 volte al secondo. Questo assicura che i capelli non siano esposti a calore eccessivo.

Sette accessori per una styler. Per ogni look c’è un tool specifico. L’asciugacapelli pre-styling prepara i capelli utilizzando un getto d’aria veloce ma diffuso. 
La spazzola lisciante delicata è progettata per donare volume ai capelli sottili, creando allo stesso tempo una messa in piega liscia. I coni Airwrap da 40mm realizzano ricci e onde morbide su capelli mossi e spessi. 
I coni Airwrap da 30mm realizzano invece onde e ricci voluminosi su quasi tutti i tipi di capelli. La spazzola lisciante forte toglie l’effetto crespo. La spazzola volumizzante rotonda dona forma e volume.

L'articolo Dyson Airwrap, arriva la styler del futuro sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"George Clooney nel backstage dello spot "The Quest"

Sui red carpet e nella vita privata non indossa certamente un’antica armatura, eppure – in quella sua indole raffinata e composta – se ne ritrova facilmente traccia. George Clooney è il personaggio celebre che forse più di tutti incarna quegli antichi, e mai anacronistici, valori “cavallereschi” di cortesia e romanticismo. Sarà per questo che il ruolo scelto per lui, nel nuovo spot Nespresso, sebbene inedito, sembra in realtà calzargli a pennello. “Ho realizzato il sogno di diventare un cavaliere medievale”, ha commentato lo stesso attore. Ambassador di Nespresso, nel nuovo spot dal titolo The Quest, vestito di una vera armatura, Clooney salva valorosamente un regno medievale per poi approdare sulle strade di New York, alla ricerca del tesoro a cui il suo cuore aspira: il miglior caffè del reame. Accanto a lui in questa epica avventura, una delle regine più famose della televisione: l’attrice Natalie Dormer. Accompagnato dalle note di Solsbury Hill di Peter Gabriel, lo spot TV dura 60 secondi ed è ambientato in un castello medievale dove il prode cavaliere George presta i propri servigi a una maestosa regina. Dopo aver sconfitto un drago per salvare il regno, George riceve una ricompensa dalla sovrana e parte alla ricerca di qualcosa che desidera ardentemente. La missione lo conduce dalla corte medievale al cinema in cui il film è proiettato, fino alle strade di New York, su un autobus a due piani, per dimostrare che il cavaliere è disposto a tutto pur di trovare il suo adorato caffè.

L'articolo George Clooney cavalier cortese nella vita (e anche per Nespresso) sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Illustrazione di Sara Ciprandi

Illustrazione di Sara Ciprandi

Ve la racconto in breve. La mia amica Flavia, trentenne eternamente innamorata dell’amore, stava con un ragazzo, chiamiamolo Andrea. Forse il ragazzo più normale che abbia mai avuto. A parte un ma: viveva all’estero e non potevano vedersi come avrebbero voluto. Tutto con Andrea stava però andando a gonfie vele finché sulla sua strada, non ricordo se per colpa mia che li ho presentati o per il solito maledetto destino, conosce tale Flavio. Sì, hanno pure stesso nome. All’inizio lui la pressa, lei non cede. Finché non mi vedo con lei per la nostra consueta reunion di aggiornamenti.

Salta fuori che da qualche mese F si sta vedendo con F. Lui pare cotto, lei sempre più convinta di voler stare con Andrea. Ma un bel giorno, dopo svariate sviolinate da parte di Flavio, Flavia cede e dice ok, Andrea non è l’uomo giusto per me, mi sta addosso ed è pesante. Chiude con lui, nonstante il ragazzo dimostri una certa determinazione nel volere qualcosa di serio da lei. Inizia questa liaison con Flavio che, diciamocela tutta, una volta ottenuto quello che voleva, come la maggior parte degli uomini, inizia a perdere interesse. Lei però non la vede così, crede in un loro futuro e continua a frequentarlo seppur non soddisfatta della relazione. Va tutto bene anche se la storia è leggera come l’aria. Si cercano, c’è complicità ma mai osare di parlare di una relazione. Da parte di lui, ovviamente.

E lei, ormai sicura di voler lui al suo fianco, si apre e dice tutto quello che le passa per la mente. Risultato: lui tira fuori la carta, maschilmente parlando, vincente del lavoro. Ah il lavoro. Quello rincorso per anni che proprio ora si mette di troppo nella “relazione” tra la mia amica e il “business man”. «Che faccio non parto? Non colgo l’occasione?» La risposta è, caro Flavio, che lavoro o non lavoro probabilmente non trovi in Flavia la donna della tua vita. Perché lo stesso lavoro che puoi fare all’estero lo puoi fare anche a Milano. Sono scelte.

Io, da amica, ne sono felice. Conosco Flavio da una vita e posso dire di non aver cambiato opinione su di lui: era uno sfigato da adolescente e lo rimane. Come si fa a dire a una persona a cui tieni che, nonostante voi stiate bene insieme che non trovi il tempo di vederla e non hai testa per una relazione? Forse la verità è che non ha sufficientemente palle per fare quello che le aveva così ben decantato prima che lei lasciasse l’ex, ovvero voler stare con lei. Oppure è talmente un viveur da avere storie aperte qui e all’estero. Meglio per la mia amica se lo ti dimentica presto. Se lui torna? Spero che lei trovi la forza di non ricadere nella trappola delle sue non-promesse.

L'articolo Prima ti promette la luna poi sceglie il lavoro sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

La tendenza in fatto di make-up prevede un ritorno ad una base make-up molto naturale abbandonando il concetto di contouring che ha plasmato visi con un gioco di luci e ombre creato con accostamento di fondotinta di tonalità differenti.

Non essendo una make-up artist posso tirare un sospiro di sollievo… non ho granché familiarizzato con la tecnica del contouring e ammetto che personalmente tendo a prediligere un make-up e inevitabilmente una base più naturale.

fondotinta nude, fondotinta, base, trend, one more addiction, nude look, no make up

Photo Credit: Instagram @Dior

 

Ruolo chiave per la tendenza che esalta la naturale bellezza del viso è interpretato dal fondotinta che per l’occasione risulta impercettibile e quasi impalpabile.

Di seguito vi segnalo la mia selezione di fondotinta perfetti per creare una base make-up uniforme e in grado di garantire luminosità al viso.

-CLINIQUE – EVEN BETTER GLOW 

La formula fluida che garantisce ottima coprenza, idratazione e con fattore di protezione SPF15 uniforma l’incarnato e restituisce l’aspetto sperato.

Mi piace perché… 

Grazie ai pigmenti di perle in grado di riflettere la luce, il fondotinta creato da Clinique, promette ( e mantiene la promessa) di rivitalizzare l’aspetto del viso e al contempo di attenuare le imperfezioni.

fondotinta nude, fondotinta, base, trend, one more addiction, nude look, no make up

Photo Credit: Instagram @Dior

 

fondotinta nude, fondotinta, base, trend, one more addiction, nude look, no make up

Photo Credit: Instagram @Dior

 

DIOR – FACE AND BODY FOUNDATION

Si ispira ai backstage delle sfilate e risulta essere il cuore della linea pensata da Peter Philips, Dior Backstage, pensata da Peter Philips. Declinato in 40 colorazioni il fondotinta fluido dalla tenuta waterproof e resistente a calore e umidità, si propone di diventare letteralmente una seconda pelle per ogni donna.

Mi piace perché…

Si tratta di un prodotto rivoluzionario che grazie alle caratteristiche appena menzionate può essere agevolmente indossato per estendere la zona di applicazione a collo e décolleté.

fondotinta nude, fondotinta, base, trend, one more addiction, nude look, no make up

Photo Credit: Instagram @Clarins

 

CLARINS – SKIN ILLUSION

Il nome suggerisce l’intento che il brand ha voluto perseguire con la creazione di questo fondotinta.

La texture in siero “effetto nudo” dona all’incarnato idratazione, uniformità e grazie alle perle Complesso HD Light Optimizing la luminosità tanto cara a noi – amanti del make-up super-naturale-.

Mi piace perché…

Si fonde alla perfezione con la pelle lasciandola respirare e garantendo il finish sperato.

Selezione: @ONEMOREADDICTION

 

L'articolo Fondotinta Nude l’essenza del trend “No Make up” sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Avere brufoli sul viso o soffrire di acne può creare disagi nel mostrare la pelle senza trucco. In questo caso il make-up diventa un alleato vincente, ci aiuta a mostrarci più sicure e in ordine.

Tutte noi abbiamo o abbiamo avuto dei brufoli sul viso, spesso capita prima di eventi importanti quando lo stress può contribuire a far fuoriuscire piccoli sfoghi in volto.

In questo caso bisogna mantenere la calma e passare al piano d’attacco.

Prima di tutto, qualche brufolo in viso non potrà mai oscurare quello che siamo e dare il giusto peso a questo problema, li renderà meno evidenti anche agli occhi degli altri. Sfoggiare un make up perfetto e il migliore dei sorrisi farà passare in secondo piano qualsiasi imperfezione.

Foto: Pinterest

Photo Credit: Pinterest

 

Passando al make-up: bisogna imparare ad usare le tecniche migliori per mimetizzare i brufoli e per farlo è necessario fare alcune distinzioni poiché i prodotti da usare non sono tutti uguali. 

Se il vostro foruncolo è infiammato, quindi appare molto rosso e caldo al tatto, coprirlo può diventare più difficile. 

Questo perché il calore emanato dalla zona infiammata tenderà a sciogliere qualsiasi prodotto cremoso voi metterete al di sopra. In questo caso è utile utilizzare un buon primer magari di colore verde spento, che aumenta la tenuta del prodotto e contrasta il rossore, unito a un correttore dalla texture secca e asciutta che andrà a sciogliersi con più difficoltà. Per finire, fissate bene con una cipria.

Se invece il brufolo è secco ed ha una leggera crosticina evitate assolutamente di tirarla via con le mani! Farlo potrebbe contribuire a lasciare un brutto segno sul vostro volto che sarà ben più difficile da mandare via!

Sono concessi: un leggero scrub, una buona crema idratante e un fondotinta o correttore dalla texture meno secca, scivolosa e idratante che eviterà di enfatizzare le pellicine.

Se i brufoli sono dovuti alla pelle troppo grassa la regola fondamentale sarà evitare gli oli. Largo a prodotti oil free già a partire dalla skin care, dal primer e successivamente dal fondotinta. Ricorda che l’olio è nemico del trucco e unito al sebo naturalmente prodotto dalla tua pelle vanificherà tutte le speranze di ottenere un makeup perfetto e a lunga tenuta.

Ricapitolando non dimenticare che il rossore dei brufoli, secondo la teoria dei colori, sarà neutralizzato dai prodotti di colore verde. Utilissimi i primer viso di questo colore e anche i correttori da applicare con un pennellino di precisione e coperto con ulteriore correttore del colore più simile all’incarnato.

L'articolo Come nascondere i brufoli sul viso con il make up sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Quanto crescono i capelli in un mese

Photo Credit: Pinterest

 

Quanto crescono i capelli in un mese? La crescita del capello in realtà dipende da diversi fattori, come l’età o lo stato di salute del cuoio capelluto. Non c’è quindi una risposta univoca  a questa domanda.

Lo sapevate per esempio che la crescita dei capelli è correlata, tra le altre cose, anche dall’etnia di appartenenza?

Le asiatiche sfoggiano i capelli più lunghi Le asiatiche hanno la fortuna di avere una crescita di circa 1,3 cm al mese. Mentre per i capelli europei la media si aggira intorno 1,2 cm  al mese. Quelli africani sono, invece, i capelli che crescono più lentamente,  circa 09,9 cm al mese.

Quanto crescono i capelli in un mese

Photo Credit: Pinterest

Fattore età La crescita dei nostri capelli, come dicevamo, è strettamente legata anche all’età.  Con il passare degli anni, infatti, la crescita del capello subisce un rallentamento. Quando si è giovani il ciclo vitale del capello è più veloce e quindi la crescita maggiore. Con il tempo però questo processo rallenta e dunque anche i nostri capelli crescono più lentamente.  Già dopo i 35 anni si possono notare i primi cambiamenti. Mentre intorno ai 50 la crescita  potrebbe arrestarsi fino a 0,25 cm al mese.

Salute del capello = crescita Se lo stato di salute del capello è ottimo anche la crescita sarà veloce e ben visibile. Quindi seguire una dieta sana e variegata, ricca di vitamine, è il primo passo per avere dei capelli sani. Anche il cuoio capelluto (non solo le lunghezze) deve godere di ottima salute. In che modo? Con una pulizia  accurata, ma non aggressiva. E qualche massaggio per stimolare la circolazione. Detto questo esistono anche dei piccoli trucchi casalinghi che ci aiutano a far crescere i capelli più velocemente.

No al calore Come già sottolineato la salute del capello gioca un ruolo fondamentale per una crescita più veloce. Un capello sano e lungo deve ridurre al massimo lo stress dovuto al calore. Bandito quindi l’utilizzo di piastre ecc. Le temperature troppo alte inibiscono la crescita.

Spuntare o tagliare le punte Ce lo dicono da sempre, una spuntatina ogni tanto serve ai nostri capelli. Non sempre però lo facciamo volentieri. In realtà spuntare, anche solo di poco, le lunghezze equivale ad incentivare il processo di rinnovamento dei nostri capelli.

Sì, alle vitamine Anche le vitamine danno il loro contributo al processo di crescita dei capelli: la vitamina B rafforza capelli e unghie. Assumendo le vitamine necessarie, i nostri capelli saranno più sani e la crescita più veloce e visibile.

Risciacquo con acqua fredda Un altro piccolo segreto per ottenere capelli più lunghi più velocemente è il risciacquo con acqua fredda. Un escamotage che aiuta a prevenire i danni causati dal phon e dalle alte temperature.

Vi aspetto con altre news sul mio blog Vogue and the City

L'articolo Quanto crescono i capelli in un mese? sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Colore dei capelli per l’inverno 2019: tutte pronte a celebrare i colori caldi e accesi con un pizzico di pepe?!

Colore capelli inverno 2019

Photo Credits: Pinterest @alicecerea

 

Opteremo per un biondo ghiaccio o per un nero intenso? Impazziremo per il rosso oppure ci tingeremo dei colori dell’arcobaleno?

Dopo un intero anno dedicato al rosa, al viola, al magenta e a tutte le sfumature iper-femminili per il 2019 si cambia registro! La donna del 2019 è grintosa, determinata, audace e sensuale. I capi leopardati e pitonati che sono tanto in voga, ci danno già un’idea del carattere di questa stagione, ma i capelli? E il trucco? Cosa sarà di tendenza?

Il colore capelli inverno 2019 è ufficialmente il chili chocolate, un castano chiaro con l’aggiunta di sfumature rosso/arancio sulle lunghezze. Un colore naturale con un pizzico di sensualità. Lo trovate in questa guida ai colori capelli 2019 con tantissime altre informazioni utili.

Colore capelli inverno 2019

Photo Credits: Pinterest @alicecerea

 

Il chili chocolate si abbina a tanti tagli diversi ed è perfetto anche con i pixie cut!

Se invece siete affezionate alla chioma lunga e volete cambiare colore, provate un chili chocolate personalizzato. Recatevi dal vostro parrucchiere e chiedete di realizzare su una base castana alcune sfumature sulle lunghezze a scelta da questa gallery di capelli rossi. Sarete bellissime e uniche!

L’appuntamento è sul canale youtube, su Alice Cerea e nelle stories di Instagram con tantissimi tips beauty e non solo, alla prossima!

L'articolo Colore capelli inverno 2019: il Chili Chocolate vi conquisterà sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Tattoo sopracciglia 3 giorni, l’oggetto del desiderio di tutte le donne!

tattoo sopracciglia 3 giorni

Photo Credit: Pinterest @alicecerea

 

Come infoltisco le sopracciglia? Il tatuaggio per sopracciglia funziona davvero? Meglio una matita o qualcosa di più duraturo? Il tattoo sopracciglia 3 giorni di cui tutte parlano funziona? Che colore scelgo? E la forma?

Negli scorsi giorni abbiamo visto insieme come realizzare delle sopracciglia perfette in poco tempo. Abbiamo parlato di arcate, lunghezza e curvatura ma… il colore? Il colore delle sopracciglia è uno dei punti chiave per uno sguardo che incanta, che resta impresso. Oggi scopriamo insieme il tattoo sopracciglia 3 giorni: un trend che sta facendo il giro del mondo.

Photo credits: Alice Cerea by Morina

Photo credits: Alice Cerea by Morina

Cos’è e come funziona? Si tratta di uno speciale gel che si presenta come un mascara, stesso packaging diverso scovolino. Si applica sulle sopracciglia, si lascia in posa per circa 15 minuti e si rimuove. Et voilà! Ecco un tatuaggio della durata di 3 giorni che renderà il vostro sguardo più intenso.

Questo prodotto ha fatto il giro del mondo grazie alla pubblicità e al successo che ha riscosso Maybelline negli ultimi mesi. In realtà le origini questo prodotto arrivano dalla cultura orientale e oggi brand come Pawaca, Leegoal e Liphop sono validi sostituti economici.

Attenzione! Non tutto è oro ciò che luccica! Come in tutti i prodotti esistono pro e contro. Se il tattoo sopracciglia 3 giorni dona una colorazione naturale e duratura esistono alcuni particolari da valutare.

Prima di applicare il prodotto è necessario avere delle sopracciglia definite e avere l’accortezza di non uscire dai margini. Qui trovate la guida ufficiale su come fare le sopracciglia.

Se non avete la mano ferma provate la linea Benefit per sopracciglia, un ottimo sostituto al tattoo. Mentre per colorare il pelo del sopracciglio la tinta per sopracciglia Maybelline è ottima.

Il tattoo per sopracciglia va rimosso dopo 15/20 minuti dall’applicazione ed è peel-off. Ciò significa che con il prodotto potrebbero venire strappati anche dei peli del sopracciglio.

Che ne dite? Tattoo sì o no? Qui vi svelo i segreti per sistemare le sopracciglia a casa!

L’appuntamento è sul canale youtube, su Alice Cerea e nelle stories di Instagram con tantissimi tips beauty e non solo!

 

L'articolo Tattoo sopracciglia 3 giorni: tutto quello che devi sapere sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Capelli grassi rimedi naturali - Photocredit Pinterest

Photo Credit: Pinterest

Quello dei capelli grassi è un problema che riguarda una donna su quattro. La chioma sembra perennemente unta, mentre lunghezze e punte sono ultra secche. Con il risultato che guardandoci allo specchio non ci piacciamo nemmeno un po’.

Esistono però dei rimedi naturali molto semplici, per arginare il problema. Vediamo di seguito quali.

Il primo consiglio è quello di detergere i capelli, con uno shampoo delicato ad azione sebo-equilibrante. Ciò che rende i capelli grassi è l’eccesso di sebo, quindi se utilizziamo prodotti  aggressivi otteniamo il risultato opposto a quello desiderato ovvero la produzione di più sebo.

Tra i rimedi della nonna contro i capelli grassi c’è anche l’utilizzo di ingredienti assolutamente naturali, di uso quotidiano:

-Il limone l’alleato perfetto contro i capelli grassi

Il limone è il rimedio naturale più conosciuto per i capelli grassi. Ha proprietà detergenti e sgrassanti, ideali contro l’eccesso di sebo. Come si utilizza? E’ sufficiente spremere il succo di due limoni in un contenitore e poi riversarlo sui capelli bagnati massaggiando delicatamente la cute per qualche minuto. Dopo di che, si procede al risciacquo. I  capelli ne trarranno beneficio e risulteranno più luminosi e brillanti.

-Aceto di mele per capelli brillanti

Come il limone anche l’aceto di mele ha proprietà sgrassanti. Risciacquare i capelli con un po’ di aceto di mele diluito in acqua regalerà alla vostra chioma un surplus di salute e  brillantezza

-Amido di mais: shampoo a secco fai da te

Il consiglio per chi ha i capelli grassi è di non lavarli troppo spesso. Un escamotage per averli comunque sempre puliti e perfetti può essere uno shampoo secco. Molto meglio se fai da te e quindi completamente naturale. L’ amido di mais  in questo senso è il rimedio per eccellenza. Mettete in una ciotola il vostro amido di mais con un pizzico di sale e pepe. Dopo di che cospargete il composto sui capelli asciutti. Lasciate in posa circa 15 minuti e poi spazzolate. Il risultato sarà perfetto, come dopo uno shampoo.

Photocredit Pinterest

Photo Credit: Pinterest

-Maschera all’argilla

L’argilla si sa, ha mille proprietà benefiche. E anche sui capelli ha proprietà antisettiche. Per preparare la maschera occorre versare in una ciotola dell’argilla in polvere (si trova in erboristeria) e aggiungere un po’ di aceto diluito in acqua. Una volta ottenuto il composto, si applica la maschera sui capelli, dalle radici alle lunghezze. Si lascia in posa per 10 minuti e si risciacqua con acqua tiepida. Il risultato sarà una chioma decisamente più sana e più brillante.

Se non avete tempo di preparare la maschera da soli, in commercio esistono maschere all’argilla pronte all’uso, che potrebbero fare al caso vostro.

-Oli essenziali dalle proprietà antisettiche

Un altro rimedio naturale contro i capelli grassi consiste nell’aggiungere allo shampoo abituale poche gocce di oli essenziali, di lavanda, di arancia o anche di salvia. Grazie alle loro proprietà toniche e antisettiche sono perfetti per arginare il problema dell’eccesso di sebo. Ideale anche l’ olio di timo. Basta aggiungere due gocce di olio di timo ad un cucchiaio di aceto e diluire il composto in un litro d’acqua minerale. Dopo di che si procede al risciacquo dei capelli, per un risultato sano e luminoso.

Capelli grassi: cosa non fare

Se i capelli sono grassi, oltre all’utilizzo di ingredienti naturali mirati, è importante evitare alcuni errori che estenderebbero il problema. Come prima cosa bisogna evitare le alte temperature. Sono dannose in generale per i capelli, ma in particolare per quelli grassi. Avvicinando troppo il phon alla cute, infatti, si fluidifica il sebo aumentandone la produzione.

Da evitare anche i massaggi troppo energici o prolungati. Così come l’utilizzo di gel o di balsamo che potrebbero aumentare il problema. E’ importante infine non utilizzare pettini di metallo o acqua troppo calda durante il risciacquo.

Vi aspetto con altre news sul mio blog Vogue and the City

 

 

L'articolo Rimedi naturali per i capelli grassi: come avere una chioma perfetta sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Photo Credit Pintarest

Photo Credit Pintarest

 

 

Prendersi cura della propria pelle? In soli 10 minuti, al giorno, è possibile! Prendersi cura della propria pelle è un’attività strettamente personale, quindi sta a voi ritagliare dieci minuti della vostra giornata da dedicare alla cura di viso e corpo.

I tre passaggi fondamentali:

Per prendersi cura della propria pelle è importante includere nella vostra routine quotidiana questi tre passaggi principali:

1.Pulizia – Lavare il viso.

2.Tonificazione per il bilanciamento della pelle.

3.Idratazione - Utilizzare la crema idratante per ammorbidire la pelle

Permetti a queste fasi di diventare il tuo rituale quotidiano nella cura della pelle per  fortificarla. L’obiettivo è quello di equilibrare la tua pelle affinché risulti sempre splendida e mai sotto tono. Prima di esaminare le varie fasi, vi anticipo che prendersi cura della pelle in 10 minuti è possibile, ma i risultati saranno visibili a lungo termine. È consigliabile utilizzare un prodotto per almeno sei settimane, una o due volte al giorno, per notare i suoi effetti.

Suggerimento: applicate i prodotti che preferite in ordine di consistenza, dal più sottile al più spesso ad esempio: detergente, tonico, siero e poi idratante.

Passiamo adesso a esaminare nello specifico le nostre tre fasi.

1. Lavare il viso: Per prendersi cura della propria pelle il passo più semplice è lavare il viso. E’ anche il passo fondamentale in una routine quotidiana rivolta al benessere perché la nostra pelle viene a contatto con le sostanze inquinanti dell’ambiente. Ogni giorno, queste sostanze, devono essere rimosse delicatamente. Per questo è importante lavare due volte al giorno, mattina e sera, il vostro viso per evitare pori ostruiti e acne.

2. Il tonico :

Per prendersi cura della propria pelle non può mancare un buon tonico. Questo prodotto dovrebbe essere applicato dopo la pulizia e prima di qualsiasi altro prodotto. Il metodo di applicazione tradizionale è quello di saturare un batuffolo di cotone e passarlo sul viso. Ma si finisce per perdere un sacco di prodotto quindi è meglio applicarlo con le mani pulite: basta versare qualche goccia nel palmo della mano e passarlo sul viso. Esistono diversi tonici, con diverse formule per cui è consigliabile utilizzare quelli con acidi esfolianti solo di notte. I tonici più efficaci sono quelli che contengono:

- Acido ialuronico per favorire l’idratazione, sigilla la rugosità della pelle e tonifica;

- Acqua di rose e tè verde per calmare l’irritazione e ridurre il rossore con un effetto anti-infiammatorio;

- Vitamina E e C per combattere l’esposizione quotidiana e l’ invecchiamento della pelle.

3. Idratazione:

Per prendersi cura della propria pelle è molto importante applicare una buona crema idratante. La sue funzioni basilari sono: dissetare ed ammorbidire la pelle. Gli idratanti, in sostanza, aiutano a prevenire la perdita di acqua attraverso gli strati esterni della pelle. I medici raccomandano di usare la crema idratante tutto l’anno sul viso, stando attenti a scegliere quella più efficace per ogni tipo di pelle.

Prendersi cura della propria pelle vi aiuterà a sentirvi meglio, non c’è niente di meglio che dedicare 10 minuti del proprio tempo per la cura di sé stesse.

Photo Credit Pinterest

L'articolo Prendersi cura della propria pelle ogni giorno? Bastano 10 minuti! sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

photo credit pinterest

photo credit pinterest

Acqua con limone: i benefici che procura sono davvero tanti. Al giorno d’oggi bere acqua con l’aggiunta di limone è diventata una vera moda, per questo si è discusso molto sui suoi reali benefici.  Molti ristoranti la servono abitualmente, e alcune persone iniziano la loro giornata con un bel bicchiere di acqua e limone invece di caffè o tè . Ma aggiungere il limone all’acqua ci rende davvero più sani? I benefici sono così efficaci?

1. Promuove l’idratazione 

Alcune persone non amano bere tanto quindi con l’aggiunta del limone danno un sapore diverso all’acqua e questo li aiuta a bere di più. Tra i benefici che l’acqua e il limone procurano c’è quello di produrre un effetto depurativo, aiuta infatti il corpo a liberarsi dalle tossine. Quindi ci fanno davvero star bene.

2. E’ una buona fonte di Vitamina C . 

Gli agrumi come i limoni sono ricchi di vitamina C che aiuta a prevenire o limitare la durata del raffreddore, l’influenza e tutti i malanni stagionali. Bere acqua e limone è utilissimo quindi per provvedere alla difesa e al rafforzamento del nostro sistema immunitario.

3. Purifica la nostra pelle

Bere acqua e limone migliora anche la nostra pelle. Questo perché questa bevanda miracolosa ha il potere di purificare e rendere più splendente la nostra pelle. Il limone è un potente antiossidante: aiuta a contrastare la formazione delle rughe, a far sparire le macchie dalla pelle e a combattere i radicali liberi. Migliora anche l’aspetto esterno della nostra cute, riducendo tutti i difetti. Quindi le persone che hanno consumato più vitamina C, hanno meno rischi di pelle rugosa e secca

Photo Credit Pintarest

Photo Credit Pinterest

4.  Aiuta a perdere peso 

Uno studio ha dimostrato che gli antiossidanti presenti nei limoni riducono significativamente l’ aumento di peso. Bere acqua e limone può stimolare la perdita di peso, e questo per diverse ragioni. Prima di tutto i limoni contengono molta pectina, una sostanza che aiuta a controllare la fame. In secondo luogo, il limone è molto sfruttato dalle diete perché aiuta a perdere peso più velocemente. Si tratta di un alimento poi che, oltre a depurarci e disintossicarci, è capace di dare una bella accelerata al nostro metabolismo.

Come creare questa bevanda 

Per godere di tutti i benefici dell’acqua e limone per la nostra salute, è necessario bere costantemente questa bevanda. Basta aggiungere dentro al bicchiere una o più fette di limone oppure mettere 8 gocce di limone in acqua calda o fredda, a seconda della vostra preferenza.

Quando si prepara l’acqua e limone, è consigliato usare limoni freschi ed è meglio evitare i succhi già estratti, comodamente pronti in vasetti acquistabili al supermercato.

Per rendere il gusto ancora più piacevole potrete aggiungere:

  • alcune foglie di menta
  • un cucchiaino di sciroppo d’acero o miele
  • una fetta di zenzero fresco
  • un pizzico di cannella
Photo Credit Pintarest

Photo Credit Pinterest

L'articolo Acqua e limone, i benefici per il nostro corpo sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Il trucco naturale è il più difficile da ottenere. È la prima cosa che dicono tutti i make-up artist nei backstage delle sfilate quando devono realizzare trucchi flawless per incarnati perfetti ma senza neanche l’ombra del make-up.

Eppure, dietro le quinte, c’è un lavoro certosino di correzione e di preparazione della pelle, con l’applicazione modulata e in sequenza di molti prodotti.

L’obiettivo è ottenere un viso photo ready. Ovvero dalla perfezione istantanea, per selfie e momenti da condividere che non possono aspettare.

Si comincia con il color correcting di occhiaie e imperfezioni per creare la tela perfetta su cui stendere il fondotinta. Revlon ha creato la linea PhoReady Color Correcting Pens, tre concealer liquidi per neutralizzare occhiaie e imperfezioni. Sono dotati di un pennello di precisione per indirizzare il prodotto direttamente sulla zona problematica.

Per coprire il viola delle occhiaie, disegnate un triangolo rovesciato sotto gli occhi e poi con una spugnetta stendete il correttore color pesca, che neutralizza le macchie scure.

RV_PhotoReady_CorrectingPen_Marble_soldier_for_darkspots_Cmyk_600Bv1

Poi, potete passare alla correzione delle imperfezioni, più facile rispetto a lottare contro occhiaie molto segnate.

RV_PR_ColorCorrecting_Beauty

Per i rossori e i brufoletti usate la penna di colore verde.

RV_PhotoReady_CorrectingPen_Marble_soldier_for_redness_cmyk600Bv1

Mentre per le zone che durante il giorno tendono a diventare lucide, quella di colore viola dall’azione opacizzante.

RV_PhotoReady_CorrectingPen_Marble_soldier_lav_dullness_Cmyk600Bv1

È appena arrivato in Italia anche il fondotinta dotato della tecnologia High-Definition Filter che cattura e trasforma qualsiasi tipo di luce in modo da sfumare e ammorbidire i difetti. È Revlon Photoready Insta-Filter Foundation dotato di un applicatore speciale: uno stick con una spugnetta blender inclusa per stendere la base con la precisione del color correcting. È comodo da tenere sempre in borsa per ritocchi on-the-go durante la giornata, senza aver bisogno di ulteriori pennelli o di dover usare le dita per applicarlo. Con spf 20, le tonalità disponibili sono 6 per un effetto seconda pelle dal finish vellutato che si adatta perfettamente al proprio colorito naturale. Insomma, non avrete bisogno di usare filtri prima di postare i selfie, perché funziona meglio delle app di bellezza per lo smartphone.

8312-120D-RVN-SWP-INSTAFILTER-FOUNDATION-SOLDIERS-GROUP-W-300

Per un color correcting da pro, i make-up artist di Revlon consigliano di applicare tre gocce di fondotinta sugli zigomi, una sul mento, due sulla fronte e una sul naso e iniziare l’applicazione facendo dei movimenti circolari con la spugnetta incorporata così da amalgamare bene la base.

 

 

L'articolo Color correcting: come utilizzare fondotinta e correttore nel modo giusto sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Marilyn MonroeMarilyn MonroeMarilyn MonroeJean HarlowJean HarlowCarole LombardCarole LombardMarlene DietrichMarlene DietrichGreta GarboGrace KellyGrace KellyGrace KellyKim NovakTippi HedrenLana TurnerGinger RogersGinger RogersJane MansfieldJane MansfieldDoris DaySandra DeeBrigitte BardotVeronica LakeVirna LisiVirna LisiVirna LisiLady DianaNicole KidmanGwyneth PaltrowGwen StefaniBlake LivelyClaudia SchifferCate BlanchettGisele BundchenKate WinsletHeidi KlumLady GagaJanuary JonesReese WitherspoonRita OraDiane KrugerSarah Jessica ParkerJennifer AnistonCameron DiazTilda Swinton

Ci sono studi che sostengono che le bionde siano più intelligenti e altri che invece sono convinti del contrario. Chi abbia ragione non si sa, probabilmente nessuno, anche perché quando si tratta di capelli biondi, spesso occorre parlare di “bionditudine”, ovvero l’attitudine bionda che, in maniera più o meno forte, è presente in ogni donna. Alzi la mano, infatti, chi, almeno una volta nella vita, non ha desiderato essere bionda o non ci abbia provato. E infatti sono moltissime le dive che hanno fatto della “bionditudine” la loro cifra di stile, dagli anni d’oro di Hollywood a oggi.

Grace Kelly

Grace Kelly

Simbolo di seduzione assoluta, contrastati solo dal rosso, i capelli biondi non passano mai di moda. E prima ancora della bionda per eccellenza, Marilyn Monroe, sono state tante le dive hollywoodiane che non hanno rinunciato a questo colore, anche quando le tinture per capelli erano alquanto corrosive. D’altronde, un film lo diceva fin dal titolo: Gli uomini preferiscono le bionde.

Ecco dunque nella golden age hollywoodiana farsi spazio il biondo come simbolo di esplosiva sensualità, da Jean Harlow a Ginger Rogers. La Harlow, in particolare, negli anni ’30 divenne simbolo di seduzione, tanto che le donne in quegli anni iniziarono a imitarne lo stile, lo “stile Harlow” appunto, il cui tratto principale era la chioma biondo platino. La Harlow pare fosse bionda ma si affidava comunque a un’hair stylist, Pearl Porterfield per ottenere quella inconfondibile tonalità. Marilyn Monroe viene considerata a sua erede, e a ben ragione. Bombshell per eccellenza, ha trovato molte eredi , ma nessuna in grado di eguagliare il suo sex appeal. Ci riuscì quasi Jane Mansfield, però. In realtà Marilyn non era bionda, ma lo divenne e questo fu uno dei fattori che la resero poi leggendaria, erede  di Jean Harlow in quanto a sex appeal. Sicuramente la Monroe ammirava moltissimo la diva anni ’30, tanto che per tutta la vita scelse di farsi decolorare i capelli dalla stessa Pearl Porterfield, la parrucchiera della Harlow, benché ormai anziana. Pare appunto che sia stata proprio la parrucchiera personale della Harlow a preparare la prima decolorazione per Marilyn. In merito a questo cambio di colore, pare che l’attrice abbia affermato in un’intervista: “Voglio sentirmi bionda da capo a piedi”.

cover4

Alla morte di Marilyn lo star system hollywoodiano tentò di piazzare la Novak come nuova Marilyn. Ma il successo non fu eclatante. Bionda e a metà tra l’etereo e il sensuale, non trova però collocazione precisa. Hitchcock la “utilizzò” nei suoi film al posto di Grace Kelly quando quest’ultima sposò il principe Ranieri. Quello che non riuscì alla Novak, riuscì invece all’altra bionda attrice feticcio di Alfred Hitchcock, Tippi Hedren, che creò una sorta di immagine codificata per le sue muse: molto simili fra loro, le diverse facce di un unico modello, la donna algida, fredda e misurata ma solo all’apparenza. Tippi Hedren, Eve Marie Saint, Grace Kelly, Kim Novak, Janet Leigh, Vera Miles per citare le più note, figure dall’eleganza misurata, bionde tutte, filiformi, dai tratti del volto regolari e dall’espressione fredda e iper-controllata.

cover3

Il biondo di Grace Kelly è quello invece del bon ton. Da sempre una vera e propria icona di stile e bellezza, algida e sofisticata, prima di diventare la Principessa Grace è stata la musa di Alfred Hitchock che la chiamò “ghiaccio bollente”, per la sua allure sofisticata e quasi irraggiungibile ma con un sex appeal visibile e manifesto. Un’altra icona della “bionditudine” e leggenda del cinema è l’attrice Lana Turner, ovviamente bionda e formosa. Anche lei, come laHarlow e la Monroe, lanciò un vero e proprio modo di essere: il suo look venne infatti definito “Lanallure”. Sempre nell’era d’oro di Hollywood ci furono due attrici che non fecero, però, del biondo la propria cifra di stile, perché il fascino che emanavano superò di gran lunga il colore dei capelli: Marlene Dietrich e Greta Garbo.  La prima, una delle divine per eccellenza, interprete leggendaria e iconica del cinema anni ’40, rappresentava un fascino sensuale ma nello stesso tempo androgino, diverso da quello esplosivo della Harlow. La Garbo, eterna rivale (e si trattava di vera rivalità) della Dietrich, svedese, quindi europea come la prima e naturalizzata americana, rappresentò un tipo di fascino sensuale ma misterioso, algido e ambiguo. Il biondo dei capelli, infatti, non era così acceso come quello delle bombe sexy e pin up. Carole Lombard, la bionda attrice moglie di Clark Gable e una celebrità negli anni ’30 e ’40 (l’American Film Insitute l’ha inserita al 23esimo posto nella lista delle star femminili più celebri di tutti i tempi) è un chiaro esempio di come fascino e allure sofisticata vadano perfettamente d’accordo con uno spirito ironico, mordace e non irraggiungibile. La Lombard ha infatti costruito la sua carriera sull’indiscutibile fascino e sulla bellezza, ma non incarnò il tipo di diva bionda e irraggiungibile. Era intelligente e spiritosa, anche nei film interpretati. Sulla scia delle “belle con spirito” troviamo la ballerina più famosa di Hollywood, Ginger Rogrs, che con Fred Astaire costituì una delle coppie più famose di Hollyowwod, sullo schermo. Bionda ma non fatale, la ricordiamo in ruoli di donna sofisticata ma non eterea e irraggiungibile. Bella ma non bellissima, rappresentò un tipo di “bionditudine” alla portata di qualunque donna.

cover5

Mentre Doris day  è l’incarnazione perfetta della bionda spumeggiante, infatti venne denominata “la fidanzata d’America”. Bionda platinata, portava però i capelli tagliati corti o al massimo a caschetto, a volte cofanati. Seguiva lo stesso stereotipo l’altra “fidanzata d’America”, Sandra Dee, l’attrice bionda eterna ragazza in commedie brillanti e che oggi definiremmo teen movie. Anche lei, come Doris, Day, fece del biondo sinonimo di ingenua bellezza. Venne poi Brigitte Bardot che incarnò un fascino sensuale e quasi trasgressivo, con i suoi capelli biondi e lunghi, dallo styling spesso naturale e con la bocca ormai leggendaria. E in Italia? Virna Lisi incarnò un fascino etereo e sofisticato, un po’ come le bionde alla Hitchcock. Ricordiamo poi Lady Diana, i cui capelli biondi e corti erano parte attiva del suo fascino.

E oggi? Sono moltissime le attrici, soprattutto inglesi americane, ma anche modelle e cantanti che hanno scelto il biondo come propria signature. Da Scarlett Johansson a Kate Winslet, da Diane Kruger a Cate Blanchett, Cameron Diaz, Blake Lively e Sarah Jessica Parker. Ma non solo, scoprite le altre nella gallery.

L'articolo Da Marilyn a Blake Lively, le bionde più famose della storia sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Fino ad ora si era sentito parlare di “hygge”, parola svedese che sta a indicare intimità e calore, quello che si può ricreare a casa con una semplice candela o anche stando con gli amici e le persone care. Superato questo concetto, oggi si preferisce parlare di “coorie”, parola scozzese che significa “stringere” o “coccolare” ma che oggi, grazie a u libro, The Art of Coorie, scritto da Gabriella Bennett, il termine viene utilizzato per descrivere un sentimento di quasi nostalgia per il passato, pur guardando al futuro. A differenza di Hygge, che è più di una piacevole soddisfazione, Coorie vuol dire abbracciare l’aria aperta. “L’obiettivo è cercare di condurre un’esistenza più tranquilla dove l’infinita ricerca del lavoro è bilanciata da piccoli piaceri”. Scambiare l’ansia e lo stress del mondo moderno per qualcosa di più semplice è il punto cruciale”, ha spiegato la Bennett a The Times. Quindi sì al nuoto, alle passeggiate in campagna o anche trascorrere una domenica a cucinare o a guardare un fuoco nel camino.

L'articolo Coorie, la nuova tendenza wellness sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere


X

privacy