CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

Il Natale si avvicina e anche nella Royal Family i preparativi fremono. Ad aspettarlo con ansia sono soprattutto i bambini, che non vedono l'ora di passare le serate in famiglia a spacchettare i regali. La cosa che in pochi sanno è che i principini George e Charlotte hanno una tradizione tutta loro nata dalla complicità con la nonna Carole Middleton: ecco qual è.Continua a leggere

Continua a leggere

Masha e Dasha Ledeneva sono due sorelle gemelle russe di 14 anni e rischiano la vita a causa dell'anoressia. Hanno sempre sognato di diventare modelle ma le agenzie per cui lavoravano gli hanno chiesto di dimagrire, nonostante fossero già incredibilmente snelle. Oggi sono ricoverate in ospedale e non riescono a muoversi per mancanza di energie.Continua a leggere

Continua a leggere

L'8 dicembre si celebra Santa Immacolata in onore dell'Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, la madre di Gesù che lo ha concepito per volontà dello Spirito Santo, ovvero senza essere macchiata dal peccato originale. Ecco qual è il significato del nome e la storia a cui è legato.Continua a leggere

Continua a leggere

Kate Middleton e il principe William faranno anche parte della Royal Family britannica ma continuano a essere una coppia "normale". A dimostrarlo è stata la principessa, che nelle ultime ore ha rivelato la cattiva abitudine del marito che proprio non sopporta: in quanti potrebbero tranquillamente immedesimarsi in lei?Continua a leggere

Continua a leggere

Che differenza c'è tra Eau de toilette e Eau de parfum? Tutti i clienti di profumeria si sono posti almeno una volta questa domanda, soprattutto quando si tratta di scegliere la fragranza giusta da acquistare, per se stessi o da regalare. A cambiare sono la concentrazione di alcool e oli essenziali e la persistenza. Ma scopriamo di più.Continua a leggere

Continua a leggere

Meghan Markle ha preso parte con il marito Harry a un evento organizzato dall’Associazione delle Università del Commonwealth presso il King's College London e per l'occasione si è mostrata in una versione inedita, quella della studentessa. Per l'occasione ha sfoggiato un look casual ma allo stesso tempo elegante con t-shirt nera e cappotto color cammello.Continua a leggere

Continua a leggere

In cerca di giocattoli da regalare a Natale? Se non hai voglia di gettarti nel caos dei negozi di giocattoli e hai un budget limitato, Amazon viene in tuo aiuto con una vasta gamma di regali per bambini scontati fino al 70%. Il compromesso perfetto per far scoppiare di gioia i tuoi bimbi a Natale senza alleggerire troppo il portafogli.Continua a leggere

Continua a leggere

Abbiamo trovato il prodotto perfetto per chi vuole regalare qualcosa di magico per Natale: il Blue Balm di Edward Bess (€ 40). Venduto – tutto l’anno – in una confezione a dado trasparente avvolto in eleganti coriandoli blu elettrico glitterati, questo balsamo lucido per le labbra ultra-chic ha un intenso colore blu Klein che sulla bocca si trasforma, in pochi minuti, in una tonalità mirtillo che prende sfumature diverse in base al colore naturale delle proprie labbra. Facile da applicare e confortevole, si può indossare da solo o come top coat lucido sopra il proprio rossetto (disponibile presso i concessionari autorizzati, Stefano Saccani Parma e su saccani.com).

Blue Balm di Edward Bess

Blue Balm di Edward Bess

«Mi diverte osservare questo bellissimo balsamo per labbra blu, specialmente nel momento in cui si trasforma nella perfetta sfumatura di rosa. Applicalo e lasciati stupire» Edward Bess

L'articolo Il regalo di Natale “magico”? Il gloss blu camaleontico di Edward Bess sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

La popstar Ariana Grande ha ricevuto il Woman of the Year Award ai Billboard 2018, ovvero uno dei premi più importanti nello scenario musicale che ogni anno il magazine americano dà alla cantante del momento. Vestita di lilla dalla testa ai piedi, la popstar ha sfoggiato un beauty look da imitare. Si chiama widged eyes, ovvero occhi con ali laterali, e altro non è che un cat eye a virgola sfumato dall’interno della palpebra fino alla tempia. Chi lo indossa avrà uno sguardo chic e seducente. Qui gli step: applicate l’eyeliner, aiutandovi con un pennello, e create una forma allungata. Perfezionate la linea con un un bastoncino di cotone per eliminare l’eccesso di prodotto. Per completare il look sì a punti luce sugli zigomi, tanto mascara e labbra nude dal finish opaco.

L'articolo Copia il look: il winged eyeliner di Ariana Grande, vincitrice del Woman of the Year Award ai Billboard 2018 sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Le battute più ironiche e tranchant di Manuel Agnelli“NON TI SI PUO’ GUARDARE”“MI SEMBRAVA LA FESTA DELLE MEDIE”“NON SONO SICURO CHE AL NOSTRO PAESE FACCIA BENE APRIRE UNA BRANCA MUSICALE COME QUESTA”“ALTRO CHE DISAGIO ESISTENZIALE! L'UNICO DISAGIO E' QUELLO CHE MI AVETE TRASMESSO”“È IL VOSTRO CONFORMISMO DA ANTICONFORMISTI CHE NON SOPPORTO”“TU NON HAI TALENTO”“È STATO ABBASTANZA IMBARAZZANTE”“SEI ANTICA COME UN FESTIVALBAR ANNI ‘80”

cover-agnelli-orizzontaleLa finale del 13 dicembre al Forum di Assago segnerà l’ultima presenza di Manuel Agnelli al tavolo dei giudici di X Factor. Lo ha annunciato lo stesso musicista durante i commenti post live alla semifinale del talent di Sky Uno. Una decisione che Agnelli aveva già preso in cuor suo ben prima del penultimo live e che – come egli stesso ha tenuto a precisare – è indipendente dall’inattesa eliminazione di Martina Attili, una delle concorrenti “rivelazione” di questa dodicesima edizione, in gara nella sua categoria delle Under Donna.

Ogni ciclo ha una fine” ha ribadito il 52enne frontman degli Afterhours, la cui presenza a X Factor, iniziata nel 2016, ha segnato una svolta determinante non soltanto in termini stilistici ma anche di interesse e apertura vera e propria nei confronti di un universo musicale rock/alternative che fino a quel momento si era tenuto saggiamente alla larga da certi meccanismi dell’industria discografica e dai riflettori televisivi. Con Manuel Agnelli seduto al tavolo dei giurati, il rock è uscito da quella nicchia oscura nella quale è da sempre popolarmente confinato, e non per lasciarsi “contaminare”, ma per dimostrare che nell’oscurità, più spesso di quanto si creda, si nascondono talento e passione, caratteri potenti e capacità espressive molto raffinate. Che anche i musicofili dell’era digitale hanno imparato a riconoscere e ad amare.

Manuel Agnelli, 52 anni, ci mancherà nelle vesti di giudice “disturbatore” con il suo piglio severo e il suo sarcasmo impietoso, con i suoi giudizi “cattivissimi” che – dall’esordio nel 2016 –  lo hanno reso popolare e peculiare agli occhi del grande pubblico. Ma, sopra ogni cosa, ci mancherà per la sua sensibilità musicale e artistica, più unica che rara. Perché con quella sua visione “strabica” delle potenzialità insite in ogni aspirante artista e interprete musicale ha saputo intravvedere il seme dell’X Factor lì dove altri, probabilmente, avrebbero visto poco più che terra incolta. Non solo: ha saputo trasmettere anche ad altri osservatori un modo diverso di guardare al talento e alla passione, lontano da cliché e scorciatoie. Un’attitudine che Agnelli coltiva, fuori dal talent, anche attraverso il grande impegno nei confronti delle nuove generazioni di musicisti (è tra i promotori di #Piùmusicalive, iniziativa che vede artisti e intellettuali impegnati per ottenere regole più semplici per aiutare i giovani artisti e gli organizzatori di eventi live).

A distanza di tre anni, possiamo dire che la sua (difficile) scelta di entrare ufficialmente in un sistema musicale e televisivo popolare e molto lontano dal suo background artistico e culturale ha avuto un senso ben preciso: quello di “agire dall’interno” sulla modalità d’approccio alla musica, stimolando una nuova sensibilità artistica e, soprattutto, tentando di scardinare quella visione spesso univoca e targettizzata che, in Italia, si è per troppo tempo avuta della creatività musicale e del talento.

 

 

 

L'articolo Manuel Agnelli lascia X Factor: perché ci mancherà il giudice “disturbatore” sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

La prevenzione dei tumori passa anche attraverso il cibo e la convivialità.  Il nuovo ricettario Indovina chi previene a cena? Ricette conviviali per una libera e gustosa prevenzione a tavola, realizzato da Miriam Bertuzzi e Giulia Tedesco (Altraeconomia, 13 euro), invita a “fidarci della nostra pancia” e ci racconta – attraverso l’esperienza di una psiconcologa, nonché cuoca provetta – come la scelta del cibo e l’arte di portare a tavola una sana convivialità possa cambiare il nostro stile di vita e aiutarci a mantenersi sani. Non solo, partendo dall’esperienza delle autrici, ci fornisce tutti gli elementi – dalla lista degli invitati alle ricette, dalla spesa al posto più adatto – per organizzare una cena perfetta e salutare.

L'articolo Scelto da Glamour: il libro di ricette sane, attente alla prevenzione sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

genialeamicaL’abbiamo attesa con la medesima impazienza con cui aspettiamo le capsule collection di H&M firmate dai big della moda. E adesso che è arrivata (i primi quattro episodi sono già andati in onda), possiamo tirare un sospiro di sollievo: L’amica geniale, miniserie in otto puntate ispirata all’omonimo best seller mondiale di Elena Ferrante, è all’altezza del libro.

Sarà che la stessa autrice ha messo mano alla sceneggiatura e ha ottenuto fedeltà alla storia originale. Sarà che il regista, Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi e In Treatment), ha «semplicemente seguito il flusso». E sarà che dietro al progetto ci sono tre player del calibro di HBO (Sex and the City e Game of Thrones), TIMvision (The Handmaid’s Tale) e la Rai. Il risultato è uno strepitoso racconto in immagini di un’amicizia al femminile, nella cornice di un quartiere popolare di Napoli dove lo studio rappresenta l’unico modo per emanciparsi e fuggire (che è un messaggio bellissimo, oggi più che mai, vero?).

A vestire i panni delle protagoniste Lila Cerullo e Lenù Greco, ci sono Elisa Del Genio e Ludovica Nasti nella versione da bambine, Margherita Mazzucco e Gaia Girace da adolescenti: tutte esordienti, tutte con un talento naturale, spontaneo, grande. La voce narrante – di velluto, elegante, saggia – appartiene ad Alba Rohrwacher.

Se non fosse chiaro, noi siamo pazze de L’amica geniale. La guardiamo e riguardiamo su Raiplay. E vorremmo che non finisca mai. Come è successo con il romanzo. Pardon, con i quattro romanzi (L’amica geniale, Storia del nuovo cognome, Storia di chi fugge e di chi resta, Storia della bambina perduta - edizioni e/o). Per “contagiarvi”, abbiamo raccolto le dieci citazioni più belle, quelle che profumano di verità e danno il sapore di ciò che vi state perdendo.

1- “Non ho nostalgia della nostra infanzia, è piena di violenza. Ci succedeva di tutto, in casa e fuori, ma non ricordo di aver mai pensato che la vita che cera capitata fosse particolarmente brutta. La vita era così e basta, crescevamo con lobbligo di renderla difficile agli altri prima che gli altri la rendessero difficile a noi” (primo volume).

2- “Lei (Lila, ndr) era così: rompeva equilibri solo per vedere in quale altro modo poteva ricomporli” (primo volume).

3- “Tu sei la mia amica geniale, devi diventare la più brava di tutti, maschi e femmine” (primo volume).

genialeamica24- “Forse devo cancellare Lila da me come un disegno sulla lavagna, pensai, e fu, credo, la prima volta. Mi sentivo fragile, esposta a tutto, non potevo passare il mio tempo a inseguirla o a scoprire che lei mi inseguiva, e nell’un caso e nell’altro sentirmi da meno” (primo volume).

5- “Penso che la bellezza sia un inganno. Come il mare in un giorno sereno. O come un tramonto. O come il cielo di notte. È cipria passata sopra l’orrore: se la si toglie, restiamo soli col nostro spavento” (secondo volume).

6- “È notte, non riesco più ad addormentarmi, ho in testa tutte le parole che lui ha detto, tutte quelle che non vedo l’ora di dirgli io” (secondo volume).

genialeamica47- “Un maschio, a parte i momenti pazzi in cui lo ami e ti entra dentro, resta sempre fuori. Perciò, dopo, quando non lo ami più, ti dà fastidio anche solo pensare che una volta l’hai voluto” (terzo volume).

8- “Nelle favole si fa come si vuole. Nella realtà si fa come si può” (terzo volume).

9- “Diventare. Era un verbo che mi aveva sempre ossessionata, ma me ne accorsi per la prima volta solo in quella circostanza. Io volevo diventare, anche se non avevo mai saputo cosa. Ed ero diventata, questo era certo, ma senza un oggetto, senza una vera passione, senza un’ambizione determinata. Ero voluta diventare qualcosa – ecco il punto – solo perché temevo che Lila diventasse chissà chi e io restassi indietro. Il mio diventare era diventare dentro la sua scia. Dovevo ricominciare a diventare, ma per me, da adulta, fuori di lei” (terzo volume).

10- “Questi tradimenti, se uno non li viene a sapere al momento giusto non servono, quando sei innamorato perdoni tutto. Perché i tradimenti abbiano il loro peso effettivo deve prima maturare un poco di disamore” (quarto volume).

genialeamica3

L'articolo “L’amica geniale”: ecco perché vorremmo non finisse sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

A stabilirlo Vogue US, che ha pubblicato le immagini della sua ultima uscita, in occasione del lancio della serie Homecoming, dimostrando che i suoi 51 anni se li porta splendidamente. A dispetto della foto tanto criticata sui social in cui appariva struccata e con occhiali, in compagnia di sua nipote Emma Roberts, la divina Julia ha sfoggiato in questi giorni un nuovo hair look che le dona moltissimo, togliendole, in effetti, molti anni. Si tratta di un lob scalatissimo e portato mosso al naturale e con un nuovo color caramello che è andato a sostituire il rosa gold che aveva ottenuto, per errore, ad Halloween con un colore fai da te. Il trucco lasciato al naturale e la pelle luminosa hanno fatto il resto, oltre allo splendido abito Valentino sui toni del fucsia che la illumniva di una lice tutta speciale.

L'articolo I 50 sono i nuovi 30? Sì, per Julia Roberts sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

GabsGucciI love my DogRubner Haus e Poldo Dog Couture Funny Pets di CarpisaGiovannio Scafuro da BrandstormingCrociPrimarkPoldoDog FeverMilano BijouxKidultStance SocksLe Pandorine
Regali di Natale per pet lovers

Regali di Natale per pet lovers – sfilate Tod’s

Dalla borsa dedicata al bulldog francese all’orologio deluxe con un gatto nel quadrante, dall’anello smaltato iper realista (a disposizione la riproduzione di tantissime razze) allo zainetto della capsule collection Funny Pets. Questi sono i regali pensati per noi (ne trovate anche altri a pag.82 del numero di Glamour dicembre/gennaio), ma perché non preparare un pacchettino da scartare anche per il vostro cane/gatto che ci fa stare così bene? E allora ecco i collari in pelle dai colori pop, il piumino tartan e le t-shirt con scritte natalizie. Da aprire insieme, sotto l’albero, tra una coccola e l’altra.

Scoprite in questa gallery le idee per un Natale a prova di cucciolo:

E I TRASPORTINI? SONO FASHION E A FIN DI BENE Una special edition firmata Carpisa e Fiona Swarovski, stilista ed ambassador del progetto, nato in collaborazione con la fondazione Black Jaguar White Tiger. La Fondazione ha come mission la salvaguardia di molte specie animali, in particolare quelle in via di estinzione. E Carpisa la sosterrà attraverso una donazione e l’attività di promozione, che permetterà di far conoscere il grande lavoro del fondatore Eduardo Serio e del suo team.

Carpisa_capsule collection_black jaguar White Tiger_Fiona Swarovski_1215[1]

 

 Foto Gorunway.com

L'articolo Regali di Natale per pet lovers sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere


X

privacy