Certified

SITEMAP
Encyclopedic hair website
Il mondo della moda capelli e della bellezza
The world of hair fashion and beauty business
Die professionelle Welt der Haarmode und der Schönheitspflege
Le monde professionnel de la mode cheveux et de la beauté
El mundo profesional de la moda-cabello y de la bellezza
世界上的时尚发型及美容业务
عالم الموضة الشعر والتجارية تجميل
Мир моды и красоты волос бизнеса

02 Dec 16

laser viso

The aging process can be very frustrating for a lot of us. So, if you feel like you are losing control of your body, you aren't alone. Wrinkles, age spots, and skin sags can happen to the best of us, even when we care for our skin properly. The good news is that you don't have to put up with them. You can use things like laser devices to achieve anti-aging success.

How Skin Health Changes Over Time

In order to understand how lasers could help you, you need to first understand how the health of your skin has changed and will continue to change over time. Outside influences play a major role in that. After all, your skin is exposed to things like sun, severe weather, and chemicals daily.

Another reason why you might have to employ the use of a medical laser machine to treat your skin eventually is that things going on inside your body can change your skin health. That includes a poor diet, smoking, or drinking too much, but it can also include natural reductions in protein and hormone production.

Laser Devices and the Stimulation of Collagen Production

Collagen is a natural substance that your body makes to help keep skin cells healthy and tight together. As early as your late 20s, your collagen levels can start to drop. But certain laser treatments can actually trick your body into making more collagen, along with other proteins and hormones that can restore your skin's health.

Laser treatments designed to stimulate production of those substances tend to focus on lower skin layers. They are known as non-ablative laser procedures, and they are relatively non-invasive. Since they don't have a major impact on the outer layer of skin, they won't leave you susceptible to things like skin infections during your healing process. However, they also won't show results right away. It can actually take weeks, and sometimes multiple non-ablative treatments, to see improvement in your skin health.

Laser Devices That Focus on Treating Skin in Different Ways

Ablative laser devices, as you might suspect, treat the surface of the skin as well. They can be great for removing visible skin imperfections. The advantage is that, once the post-procedural swelling and redness goes down, you can see immediate differences in the appearance of your skin. Some ablative skin treatments can also stimulate collagen production, leading to improvements after you leave the clinic.

The disadvantage of ablative laser treatments is that they have potential side effects and risks, including skin infections. It also takes longer to heal after an ablative treatment. You will have to be very careful to stay out of the sun and follow your clinician's instructions for treating your skin at home during your recovery process.

Choosing a Clinic to Perform Your Laser Procedure

No matter which type of laser procedure you want to have, you should choose your clinic wisely. Be sure to ask a lot of questions. Also, check credentials and references carefully. Remember that skincare procedures are still medical treatments, and you should take them just as seriously as you would take other medical procedures. If you choose a reputable clinic, you will give yourself the best chance of healthier looking skin with short recovery time and few or no side effects.

click-here

01 Dec 16

muster-dikson-spot

MUSTER & DIKSON è un'azienda dinamica da più di 40 anni al costante servizio dell'Acconciatore e dell'Estetista, che studia, produce ed agisce per offrire un servizio sempre migliore ed una gamma di prodotti di qualità superiore.

Forte di una moderna struttura produttiva, sviluppata in 6 stabilimenti per un'area coperta di 60.000 mq. (s.c.), la MÜSTER & DIKSON può garantire la serietà e la prontezza di un'organizzazione articolata, attiva e caratterizzata da una gestione capillare del lavoro.

L'azienda, che è nata e risiede in Italia dove raccoglie ampi consensi dalla clientela, opera anche internazionalmente, esportando in 70 Paesi nel mondo. Queste prerogative, unite a una dinamica organizzazione commerciale ed alla capillare distribuzione, rendono la MÜSTER & DIKSON un vero e proprio punto di riferimento per il settore.

guarda lo SPOT

01 Dec 16

barberia-video

DIRTY FACE is a collection that alludes to violence and aggressiveness, in which we mix classic styles with very aggressive attitudes.

Violence is a permanent characteristic of the human being. Even though they transmit an image of a technological and civilized society, if you scratch a little below this varnish layer you will see the beast that we carry inside.

We can see this reflected in the way we drive, in a soccer match, in a manifestation, etc. You don’t need to witness a war to realize the violence that surrounds us and even defines us as human beings. They therefore want to transmit this sensation of violence in everyday characters that are in a nearby environment.

Credits: Hairdresser: Jordi Pérez – La Barberia de Gràcia, Photographer: Sergi Jasanada, Makeup: Mónica Martínez, Costumes: Fermín & Gilles

watch the video (it contains strong images)

01 Dec 16

“Versatile es una colección de recogidos sociales y para novias con un carácter totalmente comercial. He querido crear recogidos desde una misma textura que puedan evolucionar desde un estilismo más depurado y estructurado hacia otro con efectos más naturales y casuales, en una palabra buscando versatilidad .Una versatilidad que muchas novias buscan tener el día de su boda”.

HAIR: Mayte Garrote @ Different Estilistas – España
Collection: Versatile
Ph: David Arnal
Make-Up: Alex Alva
Stylist: Eunnis Mesa

hair-collections

01 Dec 16

Inspiration for the collection “Eclectic Thread” by Stipe Filipovic was found in a thread. The thread is usually a very fragile, gentle, delicate and self-defining. In this collection a new dimension, power, strength and obtrusiveness was given to the thread. The sensuality of hairstyles is pointed out with very unusual textures. These very textures are what make the impression of fragility of the hairstyles and not just part of a strictly stylish behavior under no circumstances.

HAIR: Stipe Filipovic – BA
Collection: Eclectic Thread
Styling: Gordana Zucic
Model: Marija Kolak

hair-collections




Page: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7   next >

239
Beauty news
December 4, 2016

Un inverno di (beauty) coccole e relax



Le temperature si abbassano, le esigenze di viso e corpo diventano più specifiche. Scendono in campo balsami super idratanti, stick per labbra sensibili e candele aromaterapiche che rendono "più intimo" il rituale invernale



238
Beauty news
December 4, 2016

Viso e capelli al top? Dormi sul cuscino giusto



Dite addio alla classica federa in cotone. I sogni, a detta delle signore del Sol Levante si fanno su quella in seta. Oltre a prevenire rughe, rendere la pelle più levigata, eviterebbe l'effetto crespo dei capelli e ridurrebbe lo stress. Avete mai visto donne orientali con rughe e capelli increspati per caso?



Laura Chiatti: «Il mio Natale da mamma tra addobbi di gomma»



Sebbene abbiano acceso l'albero di Swarovski a Milano, addobbato con una cascata di 10mila ornamenti in cristallo, Laura Chiatti e Margherita Buy, madrine dell'accensione meneghina, devono ancora fare il proprio. Chi con palle di gomma, chi già pre-montato. Ecco cosa ci hanno raccontato le due attrici



236
Beauty news
December 4, 2016
Pessimismo, salute del cuore maggiormente a rischio
Per mantenere il cuore in buona salute, come noto, occorre adottare uno stile di vita sano, caratterizzato da attività fisica regolare, dieta corretta, niente fumo. Ma c’è un altro fattore che pare in grado...

235
Beauty news
December 4, 2016

laser viso

The aging process can be very frustrating for a lot of us. So, if you feel like you are losing control of your body, you aren’t alone. Wrinkles, age spots, and skin sags can happen to the best of us, even when we care for our skin properly. The good news is that you don’t have to put up with them. You can use things like laser devices to achieve anti-aging success.

How Skin Health Changes Over Time

In order to understand how lasers could help you, you need to first understand how the health of your skin has changed and will continue to change over time. Outside influences play a major role in that. After all, your skin is exposed to things like sun, severe weather, and chemicals daily.

Another reason why you might have to employ the use of a medical laser machine to treat your skin eventually is that things going on inside your body can change your skin health. That includes a poor diet, smoking, or drinking too much, but it can also include natural reductions in protein and hormone production.

Laser Devices and the Stimulation of Collagen Production

Collagen is a natural substance that your body makes to help keep skin cells healthy and tight together. As early as your late 20s, your collagen levels can start to drop. But certain laser treatments can actually trick your body into making more collagen, along with other proteins and hormones that can restore your skin’s health.

Laser treatments designed to stimulate production of those substances tend to focus on lower skin layers. They are known as non-ablative laser procedures, and they are relatively non-invasive. Since they don’t have a major impact on the outer layer of skin, they won’t leave you susceptible to things like skin infections during your healing process. However, they also won’t show results right away. It can actually take weeks, and sometimes multiple non-ablative treatments, to see improvement in your skin health.

Laser Devices That Focus on Treating Skin in Different Ways

Ablative laser devices, as you might suspect, treat the surface of the skin as well. They can be great for removing visible skin imperfections. The advantage is that, once the post-procedural swelling and redness goes down, you can see immediate differences in the appearance of your skin. Some ablative skin treatments can also stimulate collagen production, leading to improvements after you leave the clinic.

The disadvantage of ablative laser treatments is that they have potential side effects and risks, including skin infections. It also takes longer to heal after an ablative treatment. You will have to be very careful to stay out of the sun and follow your clinician’s instructions for treating your skin at home during your recovery process.

Choosing a Clinic to Perform Your Laser Procedure

No matter which type of laser procedure you want to have, you should choose your clinic wisely. Be sure to ask a lot of questions. Also, check credentials and references carefully. Remember that skincare procedures are still medical treatments, and you should take them just as seriously as you would take other medical procedures. If you choose a reputable clinic, you will give yourself the best chance of healthier looking skin with short recovery time and few or no side effects.

click-here

The post Using Laser Devices for Anti-Aging Success appeared first on Gossip & News.



Addio a Leonard Lewis, l'hairstylist delle star degli anni '60



Meglio conosciuto come Leonard of Mayfair, si è spento all'età di 78 anni il celebre hairdresser che ha rivoluzionato lo stile di un'epoca e fatto nascere icone del calibro di Twiggy



233
Beauty news
December 4, 2016

Rita Ora, pausa al naturale



Accappatoio, capelli sciolti e volto acqua e sapone. Ecco la cantante mentre si gode una pausa relax



232
Beauty news
December 4, 2016

Make-up: mini guida per le meno esperte



Quando vedete terre, ombretti, blush e matite non sapete da che parte rifarvi? Ecco una mini guida per imparare ad approcciare al mondo del make-up



231
Beauty news
December 4, 2016

Avon Life, una vita all'insegna della bellezza



Avon presenta la sua nuova linea di fragranze, per lei e per lui, creata in esclusiva dallo stilista Kenzo Takada



230
Beauty news
December 4, 2016

Calendario Pirelli 2017, 14 bellezze autentiche



Nel nuovo Calendario Pirelli, le super belle vengono ritratte al naturale. Le quattordici dive scelte dal maestro della fotografia Peter Lindbergh mostrano rughe, occhiaie e colli segnati dal tempo. Eppure incantano. Di più, emozionano



229
Beauty news
December 4, 2016

Una frangia per tutte: dalle passerelle ai saloni



La frangia si rifà il look, spopola in passerella, è moderna e più versatile che mai. Cortissima, sfilata, lunga a mo' di ciuffo, portata di lato, easy come negli anni '70 o vaporosa come negli '80. Ce n'è (davvero) una per tutte. Ecco tutte le proposte più cool di stagione viste in sfilata, nei saloni e sulle teste delle star



228
Beauty news
December 4, 2016

Forme, materiali, pattern tutto quello che non trova spazio nel mondo dell’arte esplode nel design da collezione a Design Miami.

La prima cosa che vedi quando metti a fuoco gli occhi, accecati dalla luce, uscendo da Art Basel nel sole di South Beach è Design Miami, la fiera dei pezzi in edizione limitata, la progettualità dell’entrata che calamita all’interno, mondo nei mondi di progetti che vanno ben al di là di un semplice pezzo di mobilio ma veri e propri Cabinet de Curiosités, piccoli spaccati di design contemporaneo, incastonati nella fiera da un nuova sezione Design Curiosity dove trova spazio il progetto nato a Milano, di forme epurate da ogni libido No Sex dell’atelier Biagetti.
Presentato per la prima a volta Milano durante il Salone del Mobile dalla curatrice Maria Cristina Didero che a Miami cura The Happy Room, la collezione disegnata da Cristina Celestino per Fendi: una vip itinerante, un sofisticato connubio di colori pastello, sapere artigiano e innovazione, per una collezione che riprende con coerenza visiva il travertino, l’intarsio e soprattutto il motivo ad arco delle Palazzo della Civiltà Italiana, in arte il Colosseo Quadrato, la nuova sede della Maison a Roma.

Riflessioni sui modi di abitare, che dagli eleganti velluti e morbide pellicce passa alle più ruvide forme del legno, quelle che non mancano mai d’affascinare delle case prefabbricate di Jean Prouvé portate oltreoceano dalla galleria Parigina di Patrick Seguin. Legno lavorato, piegato e curvato in tutte le sue forme dalla casa ai pezzi storici anni 50 di Le Courbusier e Charlotte Perriànd o impresso da geometrici motivi etnici delle collezioni d’ispirazione Africana portati da Sourhern Guild.

Progetti per pochi o architetture per molti – le direttrici diametralmente opposte su cui si muove il mondo, perfettamente incarnate da AirBnB che, da fenomeno culturale quale è, interpreta i nuovi modi di occupare lo spazio con l’istallazione interattiva Sobremesa dello studio Pedro&Juana, ispirata all’idea di ospitalità Messicana.

E mentre cala la sera e si accendono le luci nel Design District, l’ormai perfettamente abitato ed avviato quartiere del design nato dieci anni fa con la stessa fiera, e il nuovissimo centro culturale Faena Forum progettato da Rem Koolhaas che va ad allungare la lista dei progetti architettonici della città, dopo Herzog e De Meuron e Zaha Hadid, in fiera, dalla Galerie Kreo, si accendono le sofisticate luci di design Italiano.

L'articolo Design Miami 2016 sembra essere il primo su Vogue.it.



Il 30 novembre eravamo a Parigi per assistere alla sfilata più attesa dell’anno: lo show di Victoria’s Secret. Qualche ora prima dell’inizio siamo entrati nel backstage per scoprire il dietro le quinte di questo attesissimo evento e incontrare anche i mitici Angeli, le supermodel e tutte le new face alla loro prima esperienza.

C’erano Lais Ribeiro e Josephine Skriver, Elsa Hosk e Bella Hadid, Dilone e Leomie Anderson, Alanna Arrington e Herieth Paul, Kelly Gale e Kendall Jenner. Abbiamo chiesto a tutte di raccontarci come si sentivano a poche ore dallo show e le abbiamo filmate live in questo video esclusivo. Enjoy!

L'articolo Victoria’s Secret Fashion Show Paris 2016: dietro le quinte insieme agli Angeli sembra essere il primo su Vogue.it.



226
Beauty news
December 4, 2016

Fotografia, architettura e musica: insieme per raccontare la storia del rock made in New York. È questo New York Serenade, il libro fotografico edito da Skira e firmato da Ciro Frank Schiappa dietro l’obiettivo, e da Michele Primi, giornalista musicale che ha scritto i testi.

Ci si imbatte, così, nella boutique in cui Jimi Hendrix trascorreva molti dei suoi pomeriggi, nella casa loft di Arturo Vega, l’ideatore del logo dei Ramones. Oppure nell’ex centro di accoglienza per poveri e immigrati nel Lower East Side, trasformato poi in appartamenti dove abitava Iggy Pop, ma anche nella prima casa di Patti Smith e Robert Mapplethorpe. O nel magazzino su Norfolk Street che ospitava il Tonic Club.

«Si tratta insomma di una passeggiata tematica, con 48 tappe, nei luoghi legati alla storia della musica rock, colti e descritti in totale assenza di retorica», ha detto Piero Negri caporedattore de La Stampa in occasione della presentazione del libro a 10Corso Como Milano. «L’esempio: per raccontare John Lennon e Yoko Ono, gli autori non hanno scelto il Dakota Building, troppo scontato e noto, ma la loro prima abitazione».

Uscire dai luoghi comuni è il grande pregio, dunque, di questo libro: con i suoi testi scritti (in inglese) con registri diversi – frammenti di canzoni, pensieri, ricordi degli stessi musicisti e storie. E con le sue immagini, di qualità, tutte scattate con un banco ottico, una vecchia Deardorff di legno da 8×10 pollici. «Una macchina pesante, difficile, che richiede “lentezza”, ma che per questo ci ha consentito di ritrovare, attraverso il recupero di storie e memorie, l’anima dei luogo, il cosiddetto genius loci», dice il fotografo Ciro Frank Schiappa. «E nel flusso frenetico di quella città, erano tanti i passanti che si fermavano a parlare con noi, a raccontarci aneddoti, a chiederci il senso del nostro lavoro».

«È così che è nato un progetto “intenso” “coerente” e con una bella aggiunta di intelligenza». Così Denis Curti, direttore de Il Fotografo ha definito New York Serenade. «Un progetto che ha richiesto ben 2 anni e mezzo di lavoro. E che ora in pagina ha la capacità di commuovere con le sue foto che ti fanno pensare al silenzio».

Dimenticavo: l’origine del titolo. «New York City Serenade è una canzone del 1973 di Bruce Springsteen», spiega Piero Negri. Una canzone che sottende una visione romantica della città. Proprio quella che Ciro e Michele sono riusciti a darci con questo libro».

L'articolo New York Serenade: the land of rock sembra essere il primo su Vogue.it.



225
Beauty news
December 4, 2016

Bulgari e la Elton John Foundation tornano a unire le loro forze per sostenere la ricerca contro l’HIV/AIDS. Nel World AIDS Day, il 1 dicembre, un dinner esclusivo ha radunato una folta schiera di celebrities che si sono ritrovate alla Tate Modern per contribuire attivamente alla ricerca. La cena di gala è stata anticipata da una private view della mostra The Radical Eye, composta dalle opere dei fotografi modernisti provenienti dalla collezione di Sir Rocket Man.

Ovviamente non è mancata la musica e non è mancata la beneficenza con una grande asta sostenuta da Bulgari con la donazione di due braccialetti B.zero1 e due orologi (uno della collezione LVCEA e uno della collezione BVLGARI-BVLGARI).   Il The Radical Eye Dinner & Private View  si inserisce in un ciclo di eventi che vedono Bulgari collaborare in sinergia con Save The Children e EJAF per una campagna di prevenzione per l’HIV e AIDS negli adolescenti e nelle donne keniote. All’evento hanno preso parte, tra gli altri, Lottie Moss, Lady Gaga, Will.i.am, David Walliams, Anna Cleveland, James and Sophia Bunt.

L'articolo The Radical Eye Dinner & Private View: il gala sembra essere il primo su Vogue.it.



224
Beauty news
December 4, 2016

Il 1 dicembre a Milano, con un evento esclusivo a cui hanno preso parte oltre 200 ospiti, Hublot ha svelato la mostra dedicata al 10° anniversario della sua collezione All Black. Allestita presso il flagship store Pisa Orologeria in via verri 7, 10 Years All Black ripercorre la storia e l’evoluzione di un’estetica potente e simbolica.

Il periodo tra il 2006 e il 2016 è raccontato attraverso  19 modelli icone e limited edition: dal primo modello All Black proposto nel 2006, in ceramica nera con indici neri praticamente invisibili sul quadrante, fino al Big Bang Unico Sapphire All Black del 2016 che, attraverso la trasparenza dello zaffiro, si fa interprete di una nuova dialettica del visibile e dell’invisibile.

“Una tappa molto importante questa di Milano a dimostrazione del forte legame di Hublot con il bel paese, con cui ha grandi affinità e anche partnership, come quella con Juventus, rappresentata in questa serata da due campioni come Giorgio Chiellini e Alex Sandro, ma anche con le partnership Ferrari e Italia Independent” ha dichiarato durante la serata Augusto Capitanucci, Regional Director Mediterranean Countries di Hublot. “Chissà che non ci sia altro in serbo…! All Black è ormai divenuta una filosofia irrinunciabile e un vero e proprio marchio di fabbrica, desiderio di tutti gli appassionati della marca. Per questo la mostra inaugurata il 1 dicembre rappresenta un vero tributo a un’icona destinata a segnare per sempre il cammino di Hublot”.

10 Years All Black resterà aperta fino al 10 dicembre presso lo store Pisa Orologeria in via Verri 7, Milano.

L'articolo Hublot inaugura 10 years All Black sembra essere il primo su Vogue.it.



223
Beauty news
December 4, 2016

Il Noir in Festival cambia pelle e diventa una pantera nera: decisamente un bel modo per far capire che non si scherza. Questa XXVI edizione, la prima che si tiene tra Como (8-11 dicembre, al Teatro Sociale) e Milano (11-14 dicembre, presso IULM 6, Spazio Anteo e Spazio Oberdan) anziché Courmayeur, sarà infatti graffiante e intrigante come non mai e naturalmente all’insegna di quel mix di cinema e letteratura che da sempre contraddistingue la manifestazione, con qualche contaminazioni provenienti dalla tv piuttosto che dalla grafich novel o dal mondo game.
Non a caso le danze verranno aperte con un’anteprima il 7 dicembre, presso il Teatro Sociale di Como, dove Roberto Saviano riceverà il Raymond Chandler Award e verranno chiuse il 15 all’Auditorium delo IULM con la finale del contest Fight Cult ideato dagli studenti e dedicato al cinema noir italiano degli anni 2000.

Nel mezzo un programma bello ricco con otto film in concorso, tre eventi fuori concorso, due corti d’autore, tre retrospettive e una speciale iniziativa ideata con Istituto Luce – Cinecittà dedicata alla cronaca nera in Lombardia. C’è molta curiosità intorno a “Blood Father” di Jean-François Richet con Mel Gibson, ma anche a film (molto diversi tra di loro) come “Il permesso. 48 ore fuori” di Claudio Amendola con Luca Argentero e “Tree” di Johnnie To. A proposito di grandi registi, assolutamente da segnalare l’omaggio a Tim Burton con la visione del suo ultimo gioiello, ovvero “Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali”.

Da qualche anno il Noir ha aperto al mondo (particolarmente vivace) delle serie tv e quindi largo alle anteprime: quest’anno ci attendono quelle di “Quarry” (tratto dai romanzi di Max Allan Collins), “The Fall” (con Gillian Anderson, giunta alla sua 3a stagione) e “Le Bureau des Légendes” (con Mathieu Kassovitz), che andranno tutte in onda su Sky Atlantic. Ad esse si aggiunte “The Killing Season”, “faction” ideato da Alex Gibney e proposto su Crime+Investigation.

Non mancheranno poi gli incontri quotidiani con gli autori, tra i quali potremo trovare anche i finalisti del Premio Giorgio Scerbanenco, che da quest’anno arriva a Milano ovvero la patria adottiva del fondatore del noir italiano.
Altra chicca: la mostra “Acque scure” realizzata dall’artista milanese Pietro Finelli, che potremo ammirare presso IULM – The Bridge.

Tra gli ospiti finora confermati: Adriano Giannini, Pascal Bonitzer, Dario Argento, Gabriele Salvatores, Gianrico Carofiglio, Carlo Lucarelli, Pino Insegno, Vinicio Marchioni, Jean François Richet, Johnnie To, Mai Jia, Donato Carrisi, Massimo Carlotto, Jesper Stein, Maurizio De Giovanni e Claudio Amendola.

L'articolo Noir in Festival XXVI: L’edizione della pantera sembra essere il primo su Vogue.it.



222
Beauty news
December 4, 2016

Ieri, 1 dicembre, in occasione della Giornata Mondiale contro l’AIDS, Rihanna e il Principe Harry si sono sottoposti insieme al test dell’Hiv per promuovere la lotta contro il virus.

I due si erano incontrati la sera prima per seguire i festeggiamenti ufficiali per i cinquant’anni d’indipendenza dell’isola dalla Gran Bretagna. L’isola nativa della pop star è infatti una tra le ultime tappe del tour reale che ha impegnato il Principe del Galles nei Caraibi per quindici giorni.

Durante il soggiorno sull’isola è nato un bel feeling tra Rihanna e Harry che si sono scambiati risate e abbracci davanti a fotografi e abitanti del posto.

Guarda tutte le foto nella gallery!

L'articolo Rihanna e il Principe Harry insieme alle Barbados sembra essere il primo su Vogue.it.



Page: 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7   next >
      संपर्क अमेरिका      
The world of hair fashion and beauty business
Il mondo della moda capelli e della bellezza
Die professionelle Welt der Haarmode und der Schnheitspflege
El mundo profesional de la moda-cabello y de la belleza
Le monde professionnel de la mode cheveux et de la beaut
Το πιο σημαντικό portal στον κόσμο εξειδικευμένο στην μόδα μαλλιών
Самый важный портал в мире,специализирующийся по моде волос
أكبر موقع في العالم مختصّ في موضة الشّعر
是世界上在发型时尚专业领域中最重要的网站。

GLOBElife Advertise   -   Beauty Store
GLOBELIFE Group

©2016 Globelife.com All rights reserved